Oggi è 13/11/2019

In Evidenza

Aumento gettoni dei consiglieri, è bufera. Lo Verso: «È investimento della politica»

Intanto dopo quelle giunte ieri nel corso della seduta, arrivano le prime rinunce personali

Pubblicato il 12 luglio 2019

Aumento gettoni dei consiglieri, è bufera. Lo Verso: «È investimento della politica»

Le temperature dell’estate monrealese si alzano ancora di più dopo che ieri il Consiglio comunale ha deliberato l’aumento dei gettoni di presenza dei propri consiglieri. Sono tanti i monrealesi rimasti senza parole dopo aver letto la notizia su Filodiretto. Sui social si è scatenata la bolgia del commenti. Il presidente del Consiglio Intravaia, da canto suo ha motivato l’approvazione dell’ordine del giorno sostenendo come il provvedimento fosse un «atto dovuto» e imposto dalla legge, pena danni erariali al Comune e rischi di omissioni di atti dovuti.

In sintesi, i signori consiglieri, ieri hanno approvato un corposo aumento delle proprie indennità per la partecipazione alle sedute di Consiglio e di Commissione. Un ampliamento di oltre il 50% che farà guadagnare al singolo consigliere una cifra che si aggirerebbe sui 400/500 euro al mese. Come già scritto da Filodiretto, Fabio Costantini, Giuseppe La Corte e Silvio Terzo ieri hanno fatto mettere a verbale il proprio secco «No» all’aumento deciso dai colleghi. Lo Coco, Vittorino e Di Verde hanno abbandonato l’aula al momento della votazione, fatto che comunque non precluderà loro l’aumento delle indennità come avverrà anche per gli assenti.

Intanto dopo quelle giunte ieri nel corso della seduta, arrivano le prime rinunce personali che saranno comunicate nei prossimi giorni al segretario comunale Paola Naimi sposa la tesi sostenuta dal presidente del Consiglio Marco Intravaia. La leader de «La Nostra Terra» nei prossimi giorni riunirà il gruppo. «Ognuno – spiega la capogruppo – sarà libero di fare la propria scelta». Possibile, inoltre, che ogni membro del Consiglio comunale possa scegliere la decurtazione di una percentuale di indennità a propria scelta. Anche il consigliere ed ex assessore Gery Valerio ha annunciato la propria rinuncia all’aumento delle indennità di presenza.

«La dichiarazione di Intravaia getta fumo negli occhi dei cittadini – fa sapere Giuseppe La Corte (Lega) -. Si sarebbe potuto votare l’atto per evitare di incorrere nel danno erariale ma sarebbe anche stato giusto, vista la campagna elettorale che si è basata sulla questione dei risparmi, che assessori e consiglieri comunali facessero una dichiarazione con la quale veniva deciso il rifiuto dell’aumento. I soldi risparmiati si sarebbero potuti inserire all’interno di un apposito capitolo di bilancio per il bene della città. Così avremmo dato un segnale forte ai cittadini che non hanno i soldi per andare avanti».  

Il gruppo consiliare del «Il Mosaico» ha votato il provvedimento e spiega tramite il suo capogruppo Fabrizio Lo Verso le motivazioni che hanno portato al voto favorevole, rispondendo anche ad «atteggiamenti populisti che alcuni consiglieri dell’opposizione hanno già manifestato in Consiglio comunale e sui giornali».

«Fino a ieri i consiglieri comunali percepivano un gettone di presenza per ogni seduta di Consiglio comunale o di Commissione pari a circa 21 euro – spiega Lo Verso -. Questa cifra era frutto di una complessiva riduzione del 40% applicata negli anni passati all’indennità di presenza stabilita dalla legge regionale n. 30/2000, che aveva portato il Comune di Monreale ad avere i rappresentanti politici di Monreale tra i meno pagati in tutta Italia».

Il leader del movimento che sostiene il sindaco Alberto Arcidiacono fa notare come la riduzione precedente sia stata ritenuta illegittima da più sentenze che hanno dato ragione agli ex amministratori che hanno avviato delle azioni legali nei confronti del Comune per ottenere il riconoscimento dell’indennità di presenza nell’intera misura prevista dalla legge, generando anche ulteriori costi per le spese legali. «Ieri il Consiglio comunale – continua il capogruppo -, in virtù della legge regionale n. 11/2015 e su indicazione del segretario comunale, si è assunto la responsabilità di rideterminare le indennità e i gettoni di presenza per dare una chiara e legittima regolamentazione alla materia, facendo così uscire il Comune da una condizione di illegittimità che avrebbe ancora permesso a qualunque consigliere comunale di rivalersi ulteriormente sullo stesso e di ottenere, come già successo, il risarcimento della parte di gettone di presenza non percepita a causa della precedente riduzione illegittima».

Fabrizio Lo Verso risponde poi al collega Fabio Costantini che ieri ha sollevato la questione in aula ed era presente anche nella Conferenza dei capigruppo che ha determinato l’ordine del giorno della scorsa seduta. «Non mi risulta – afferma Lo Verso – che, in quella sede e a telecamere spente, abbia chiesto al Presidente del Consiglio e ai colleghi di far passare la delibera in Commissione per una più attenta valutazione, preferendo invece recitare la parte del “grillino” davanti alla sua telecamera e ai giornali. Mi permetto quindi di dire che questo modo di fare, da parte di un consigliere comunale che è stato appena votato presidente della Commissione Bilancio grazie ad un accordo e ai voti della maggioranza, appare poco serio. Invito quindi il collega ad evitare di trasformare le discussioni consiliari in un “reality show”, anche perché ha già dato dimostrazione di saper fare il “vecchio politico” nei fuori onda».

Lo Verso poi fa una seconda considerazione per quanto riguarda «il merito della questione». «L’organo consiliare ha sì rideterminato le indennità di presenza di tutti i consiglieri comunali – dice -, portandole dai precedenti 21 agli attuali 32 euro, lasciando però ad ognuno di questi la possibilità di esercitare il proprio diritto soggettivo e quindi di rinunciare a parte o all”intera indennità, perdendo così anche il diritto di rivalersi in futuro nei confronti del Comune. Mi preme far notare, però, che non si tratta di una scelta “morale” bensì “politica”. Non cadiamo, infatti, nell’errore di ritenere “immorale” la scelta di chi preferisce percepire il gettone di presenza per intero, magari usandolo per ripagarsi della giornata di lavoro persa (nel caso di liberi professionisti), per svolgere l’attività politica o per sostenere attività associative e/o culturali nel paese».

Lo Verso spiega infine perché il Mosaico ha votato sì all’aumento delle indennità: «Il nostro gruppo, coerentemente con la sua impostazione costruttiva e anti-populista che l’ha sempre contraddistinto, ha votato a favore della proposta e si continuerà ad impegnare per dimostrare che il gettone di presenza non è un “costo” ma un “investimento” della politica».

A Monreale consiglieri «obbligati» ad aumentarsi il gettone di presenza

Bando per la messa in sicurezza di scuole ed edifici pubblici. Approvato dal consiglio comunale

Ricevi tutte le news


Potrebbero interessarti anche:

  • Condoni edili a tecnici esterni? Per Giacopelli (Cisl) la proposta di Vittorino è “frettolosa e superficiale”

    In Evidenza

    Sulla proposta avanzata dal consigliere comunale Mimmo Vittorino (Popolari per Monreale) di affidare a tecnici esterni la definizione delle pratiche di condono edilizio, interviene il segretario aziendale della Cisl-Funzione Pubblica, Nicola Giacopelli, che si dichiar..

    Continua a Leggere

  • Monreale, 25.000 € contro il randagismo: rifugio comunale e affidamento della cattura e gestione dei cani ad associazione animalista

    In Evidenza

    MONREALE - Realizzazione di un rifugio comunale temporaneo (che possa essere anche adibito ad ambulatorio veterinario) mediante l'adeguamento di un immobile di proprietà del Comune, successivo affidamento ad associazione animalista del servizio di cattura dei cani vaganti..


  • Il Governo regionale chiede lo stato di calamità anche per Grisì

    In Evidenza

    Grisì (Monreale) - Le alluvioni del settembre scorso avevano causato gravi danni alla frazione monrealese di Grisì: strade invase dall'acqua e dal fango, danni enormi al settore agricolo. L'amministrazione comunale si era subito attivata per chiedere alla regione lo stato di calamità. Notizia di ..


  • Monreale: “Dateci l’acqua, vogliamo pagarla, non ci penalizzate per i pochi coinquilini morosi”

    In Evidenza

    MONREALE - “L’erogazione dell’acqua ci è stata ridotta al minimo”. “Spesso la pressione è talmente bassa che non arriva in casa”. “Non possiamo rimanere senza acqua per colpa di alcuni condòmini morosi”. “I miei genitori sono..


  • E’ il nostro oro verde, domenica la Sagra dell’Olio del Parco ad Altofonte

    In Evidenza

    La sagra dell’Olio del Parco ad Altofonte domenica 17 novembre 2019. In programma degustazioni delle tradizionali "vastedde" con l’olio, visite guidate ai frantoi del territorio e mercatini artigianali. Un evento realizzato grazie alla Pro Loco di Altofonte e il comune. Altofonte è una citta..


  • I Giardini Normanni, tra ryad, agdal, Genoardo

    In Evidenza

    MONREALE - Si terrà questa mattina, nell’aula consiliare di Monreale, alle ore 10,30, una tavola rotonda sul tema dei “Giardini Normanni”. Tra storia e attualità, un viaggio alla ricerca di quanto rimane dei parchi che caratterizzavano..


  • Condoni edilizi in attesa, i Comuni potranno affidare le pratiche ai Liberi professionisti

    In Evidenza

    MONREALE - Per smaltire le richieste di condono edilizio giacenti, i Comuni della Sicilia potranno affidare le pratiche ai liberi professionisti. Lo prevede la delibera 383/2019 della Regione Siciliana. La Giunta regionale ha approvato ..


  • Furto all’Università di Palermo, sangue ovunque, indaga la Polizia

    In Evidenza

    PALERMO - 


  • Bufera sul Commissariato di Partinico: 12 indagati tra poliziotti, vigilantes e civili (I NOMI)

    In Evidenza

    PARTINICO - E' bufera al Commissariato di Partinico dove risultano indagati 6 poliziotti, assieme ad altre tre persone e tre guardie giurate. Le accuse variano da porto d’armi concessi in cambio di denaro, refurtiva trafugata, denunce fatte ritirare e aggiustate, irregolarità persino in un a..


  • Monreale, la chiamata dal centro per l’impiego non arriva, ma loro si attivano e puliscono la città

    In Evidenza

    [gallery ids="123827,123828,123829,123830,123831,123832,123833,123834,123835,123836,123837,123838,123839,123840,123841,123842,123843,123844,123845,123846,123847,123848,123849"] MONREALE - A distanza di una settimana sono tornati per le strade ..


  • I giochi e le scommesse della mafia, scatta il sequestro a imprenditore di Partinico

    In Evidenza

    La Polizia di Stato ha eseguito un sequestro un’impresa individuale con sede in Partinico, attiva nel settore della ristorazione, di un’autovettura di lusso e di 6 rapporti finanziari, per un valore complessivo di circa 400 mila euro. Il provvedimento è stato eseguito dagli agenti della..


  • PalerMobilità, la nuova app per acquistare i biglietti di bus, tram e strisce blu

    In Evidenza

    PALERMO - Dopo vari tentativi, poi falliti nel corso degli anni, l’Amat e il comune di Palermo ci riprovano creando una nuova app che permetterà di acquistare i biglietti dei bus, dei tram e i biglietti per i parcheggi a pagamento. Tutto qu..


  • Rally: l’equipaggio Ferreri/Polizzi si aggiudica il titolo italiano assoluto TRZ del primo raggruppamento

    In Evidenza

    [gallery ids="123683,123684,123685,123686,123687,123688,123689,123690,123691,123692,123693"] Chieri (Torino) - Ancora un importante titolo per l'equipaggio Ferreri/Polizzi della scuderia rally PS Start di Partinico. La coppia formata dal pilota monrealese Francesco Ferreri e dal navigatore nis..


  • Trofeo Costa Gaia Conad CUP, Monreale premierà le squadre di serie A: Roma, Parma, Sampdoria e Genoa

    In Evidenza

    PALERMO - Comincia a dicembre il 33esimo Torneo di Calcio Giovanile Costa Gaia Conad CUP 2019/2020. Tra le società partecipanti anche squadre professioniste di serie A come Roma, Parma, Sampdoria e Genoa.


  • Il porticciolo Bandita dagli anni d’oro a terra di nessuno. I volontari lo ripuliscono

    In Evidenza

    [gallery ids="123643,123642,123641,123640,123639,123638,123637,123636,123627,123626,123621,123619,123617,123625,123623"] PALERMO - Il porticciolo Bandita un tempo, negli antichi anni dell’epoca Liberty palermitana, a cavallo tra il peri..


  • Maltempo, domani allerta arancione. Scuole chiuse in alcuni comuni

    In Evidenza

    PALERMO - Continua l’onda di maltempo sulla Sicilia. Per la giornata di domani, martedì 12 novembre, le scuole di ogni ordine e grado di alcuni comuni rimarranno chiuse. Il maltempo delle prossime ore sarà molto più pesante di quello di o..


  • Monreale, ok della giunta per la stabilizzazione di 7 lavoratori Asu

    In Evidenza

    MONREALE - “Una iniziativa assolutamente lodevole”: così il segretario aziendale della Cisl-Funzione Pubblica, Nicola Giacopelli, definisce l’approvazione da parte della giunta Arcidiacono dell’atto deliberativo che riguarda l’avvio del processo di stabiliz..


  • Il Bar Mirto una storia lunga quasi 80 anni

    In Evidenza

    [gallery ids="123570,123571,123572,123573,123575,123576,123577,123578,123579,123580,123581,123669,123670,123671,123672"] MONREALE - Il Bar Mirto è considerato un'istituzione dalla gente monrealese, soprattutto da chi ha avuto modo di conoscer..