Oggi è 18/01/2020

In Evidenza

A Monreale consiglieri «obbligati» ad aumentarsi il gettone di presenza

Intravaia: “Atto dovuto. Troppo semplice fare populismo sulla pelle dei cittadini su cui graverebbero gli eventuali risarcimenti ”

Pubblicato il 12 luglio 2019

A Monreale consiglieri «obbligati» ad aumentarsi il gettone di presenza

MONREALE – È il presidente del Consiglio comunale Marco Intravaia a spiegare il motivo per cui ieri, nel corso della seduta di Consiglio comunale, l’assemblea ha deliberato l’aumento delle indennità di presenza dei consiglieri. Un aumento di oltre il 50% che graverà sulle casse comunali in crisi di liquidità a causa del proclamato dissesto finanziario.  Passerà da 21 euro a 32 euro il gettone di presenza che i consiglieri comunali di Monreale percepiranno per ogni seduta consiliare o di commissione.

Per la cronaca, erano presenti in aula i consiglieri Alduina, Costantini, Ferreri, Intravaia, La Barbera, La Corte, Lo Verso, Mannino, Mirto, Naimi, Noto, Oddo, Pillitteri, Russo, Sardisco, Terzo e Venturella. Hanno votato contro Costantini, La Corte e Silvio Terzo e rinunceranno all’aumento in via personale. Al momento della votazione sono usciti dall’aula Lo Coco, Vittorino e Di Verde.

«Adeguare il gettone di presenza dei consiglieri è un obbligo di legge cui in nessun modo la presidenza del Consiglio poteva sottrarsi, pena danni erariali al Comune e rischi di omissioni di atti dovuti». Il presidente del Consiglio Marco Intravaia intervene così nella questione dell’aumento degli emolumenti ai consiglieri comunali, «per fare chiarezza e fugare facili e gratuiti populismi». dice. «La segreteria generale – ha spiegato Intravaia – ha inviato un atto deliberativo cui era necessario dare seguito perché non discrezionale. Davanti alla giusta obiezione del perché quando furono decurtati i gettoni, anni fa,  fu saltato il passaggio in Consiglio comunale, il segretario generale Domenica Ficano ha evidenziato che l’errore fu compiuto allora; una mancanza politico-amministrativa che non ne giustifica la reiterazione di un’altra oggi».

Affinchè tutti i passaggi fossero corretti e condivisi, ha spiegato Intravaia, l’atto deliberativo, prima di approdare in Consiglio comunale, è stato discusso in conferenza dei capigruppo che all’unanimità ha stabilito di inserirlo all’Ordine del giorno del Consiglio.  «Insomma- continua il presidente del Consiglio -, la Presidenza questa volta non ha voluto commettere errori per non esporre il comune a danni erariali, come già accaduto nel passato con amministratori che hanno chiesto il risarcimento, era mio dovere provvedere subito all’adeguamento».

Con il nuovo gettone i consiglieri comunali più “attivi” potranno incassare mensilmente anche 400/500 euro lordi per la partecipazione alle sedute di consiglio e di commissione. Questa mattina il consigliere Fabio Costantini aveva definito l’aumento dei gettoni di presenza come un «bruttissimo segnale da parte di questa nuova maggioranza» sostenendo che i Consiglieri avrebbero potuto rinunciare a questa forma di adeguamento alla normativa. 

«Non vorrei che chi oggi si erge a difesa del bene della collettività e della buona politica sia proprio chi ha già messo in cassetto l’iter per eventualmente poi citare il comune», risponde piccato Marco Intravaia. «È troppo semplice fare populismo con le tasche dei cittadini – conclude – sulle cui spalle gravano gli eventuali risarcimenti. Ritengo mio dovere prioritario la tutela del Consiglio e, tramite esso che ne è la massima espressione rappresentativa, della città e  dei suoi interessi».

Bando per la messa in sicurezza di scuole ed edifici pubblici. Approvato dal consiglio comunale

Ricevi tutte le news


Potrebbero interessarti anche:

  • Paura a San Martino delle Scale, branco di cani aggredisce un gruppo di passanti

    In Evidenza

    Attimi di paura questa mattina a San Martino delle Scale dove un gruppo di cani ha aggredito un gruppo di persone. La vicenda si è consumata in contrada Rinazzo. Una gruppo di persone che passava dalla zona si è visto attaccare da un gruppo di cani randagi che sono soliti stazionare nella zona ..

    Continua a Leggere

  • Ispezione al Comune di Partinico, rischio scioglimento per possibili infiltrazioni

    In Evidenza

    Il Comune di Partinico è a rischio scioglimento. L'ultima parola l'avrà la Commissione ispettiva inviata dal Ministro dell'interno per accertare se effettivamente l'attività amministrativa dell'ente sia stata condizionata. Partinico è attualmente amministrata da una Commissione che si è inse..

    Continua a Leggere

  • “Sei un maledetto vecchio …”, la Polizia chiude casa di riposo a una monrealese

    In Evidenza

    Aveva perpetrato una serie di azioni vessatorie e mortificanti nei confronti, in particolare, di un anziano degente, peraltro sofferente e disabile. E così è stata chiusa dalla Polizia di Stato, in seguito ad un’ordinanza emessa dal Comune di Palermo, la struttura denominata “AN..

    Continua a Leggere

  • Scompare un ragazzo a Palermo, trovato morto sotto il ponte Oreto

    In Evidenza

    Era scomparso da casa da 24 ore ed è stato trovato morto questo pomeriggio sotto il ponte Oreto. Il corpo senza vita d A.P., 30 anni, è stato trovato senza vita. Da ieri mattina era scomparso dalla sua casa nel quartiere Oreto, a Palermo. Il corpo del giovane, che probabilmente si è gettat..

    Continua a Leggere

  • Monreale, incidente sulla circonvallazione: torna a casa il giovane di 17 anni

    In Evidenza

    MONREALE - Sta bene G. M., il ragazzo di 17 anni rimasto vittima ieri sera di un brutto incidente sulla circonvallazione di Monreale. Il giovane, originario di Pioppo, viaggiava a bordo di un ciclomotore quando si è scontrato contro una vettura...

    Continua a Leggere

  • Derattizzazione alla media Morvillo, domani scuola chiusa

    In Evidenza

    MONREALE - Domani verrà chiusa la scuola media dell’I.C.S. “Francesca Morvillo” di via Biagio Giordano 10. È stata emessa nella tarda mattinata  di oggi l’ordinanza sindacale. La chiusura ..

    Continua a Leggere

  • Dolore ad Altofonte per l’ultimo addio a Marco La Barbera

    In Evidenza

    [gallery ids="131424,131425,131426,131427,131428,131429,131430"] ALTOFONTE - Una chiesa stracolma di persone ha atteso questo pomeriggio l’arrivo del feretro di Marco La Barbera, il giovane di 31 anni rimasto

    Continua a Leggere

  • Cacciano nella riserva della Pizzuta, denunciati quattro cacciatori

    In Evidenza

    PIANA DEGLI ALBANESI E SANTA CRISTINA GELA - I Carabinieri delle stazioni si Santa Cristina e Piana degli Albanesi, con il supporto di personale del Corpo Forestale Regionale hanno eseguito diversi servizi finalizzati al contrasto del fenomeno del bracconaggio ed al cont..

    Continua a Leggere

  • Traffico illecito di rifiuti nel Palermitano, 13 misure cautelari e 146 indagati

    In Evidenza

    Con le accuse di traffico illecito di rifiuti, emissione di fatture false e occultamento di documentazione contabile, il gip del tribunale di Palermo ha emesso altre 13 misure cautelari, obbligo di firma e interdittive, a carico di altri imprenditori del settore e raccoglitori di ferro, i cosiddetti..

    Continua a Leggere

  • Incidente stradale in Circonvallazione, ferito un uomo a bordo di una moto

    In Evidenza

    [gallery ids="131359,131360,131361"] MONREALE - Incidente stradale lungo la Circonvallazione di Monreale questo pomeriggio.  L'incidente si è verificato all'altezza del semaforo che si trova all'incrocio con via Venero. Una persona a bordo di una moto, di cui ancora non si conoscono le g..

    Continua a Leggere

  • A Pioppo nascerà un cimitero, il Consiglio chiamato (di nuovo) a votare la variante al PRG

    In Evidenza

    Si riunirà lunedì 27 gennaio alle 17.30 il Consiglio comunale del Comune di Monreale. Tra i punti all'ordine del giorno discussi dai consiglieri c'è quello relativo al cimitero c..


  • Bus bloccati da auto in curva, disagi al traffico e all’utenza

    In Evidenza

    [gallery ids="131336,131337,131338,131339,131340,131341"] PALERMO - È successo questa mattina quando un bus dell’Amat, in servizio per la linea 106, proveniente dallo Stadio, è rimasto bloccato a causa di due automobili parcheggiate in cur..


  • Fondazione Orchestra Sinfonica Siciliana, arriva la smentita: “Di Carlo non è il nuovo presidente”

    In Evidenza

    PALERMO - Nessuna nomina a Presidente della Fondazione Orchestra Sinfonica Siciliana per Salvatore Di Carlo. È l’assessore al Turismo, Manlio Messina a smentire la notizia pubblicata questa mattina d..


  • Una lingua da proteggere: il dialetto siciliano

    In Evidenza

    [gallery ids="131255,131256,131257,131258,131259,131260,131261,131262,131263,131264,131265,131266,131267,131268,131269,131270,131271,131272,131273,131274,131275,131276,131277,131278,131279,131280,131281,131282,131283,131284,131285,131286,131287,131288,131289,131290"]   MONREALE - ..


  • La mafia di Belmonte Mezzagno, le foto degli arrestati

    In Evidenza

    [gallery ids="131308,131307,131306,131305"] PALERMO - Sono finiti in carcere in seguito al blitz di questa notte Salvatore Francesco Tumminia e Giuseppe Benigno, mentre Stefano Casella e Antonino Tummina sono stati raggiunti da una ordinanza di custodia cautelare in carcere. Sono gli uomini al..


  • Salvatore Di Carlo, nuovo Presidente della Fondazione Orchestra Sinfonica Siciliana

    In Evidenza

    PALERMO - Salvatore Di Carlo è da ieri il nuovo Presidente della Fondazione Orchestra Sinfonica Siciliana. Sostituisce il dimissionario Stefano Santoro. Salvatore Di Carlo è professore e avvocato sta..


  • Blitz antimafia a Belmonte Mezzagno, in carcere il capo della famiglia, Salvatore Francesco Tumminia, e altre 3 persone (VIDEO)

    In Evidenza

    [gallery ids="131305,131306,131307,131308"] BELMONTE MEZZAGNO - È Salvatore Francesco Tumminia, secondo gli inquirenti, il nuovo capo del mandamento mafioso di Belmonte Mezzagno. L'uomo era da poco tornato in libertà dopo essere stato condannato per associazione mafiosa a ..


  • “Mi accontento di 50 euro”: È ancora allarme per la truffa dello specchietto

    In Evidenza

    PALERMO - Sta diventando sempre più frequente in città la “truffa dello specchietto” e a lanciare l’allarme è proprio Lillo Vizzini, presidente di Federconsumatori di Palermo, che specifica come le zone di Corso Tukory, Via Ernesto Basil..