Continuano gli atti vandalici nel cimitero di Monreale: staccata la foto di un bambino

A gran voce i cittadini chiedono sicurezza e controllo nel cimitero di Monreale: "Qua è terra di nessuno, non ci sono controlli"

A gran voce i cittadini chiedono sicurezza e controllo nel cimitero di Monreale: “Qua è terra di nessuno, non ci sono controlli”

Monreale, 16 ottobre 2017 – Oggi è toccata ad un’altra famiglia la triste scoperta di ritrovare la foto staccata dalla tomba e lasciata per terra. A distanza di un anno le denunce di danneggiamento delle tombe sono tante. E a gran voce i cittadini chiedono sicurezza e controllo nel cimitero di Monreale: “Qua è terra di nessuno, non ci sono controlli”.

Da quasi un anno nel camposanto avvengono atti vandalici di questo tipo, a febbraio scorso due sorelle si erano pure imbattute contro il presunto colpevole. Poi a marzo una lastra fatta a pezzi, recentemente a settembre una lapide era stata rinvenuta distrutta. 

L’autore di questi gesti ignobili non risparmia nemmeno i bambini, infatti la tomba trovata danneggiata è quella di un piccolo scomparso qualche anno fa. Uno scenario agghiacciante che ha lasciato senza parole la coppia giunta sul posto. La rabbia delle famiglie che devono fare i conti con questi atti è tanta. Un danno morale prima che economico. 

1 Commento
  1. Anonimo scrive

    Istituzioni assenti…basterebbero un paio di rottweiler lasciati liberi la sera per assicrurarsi che a questi vandali di XXXXX venga addentato il deretano.

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.