Monreale, incidente all’Acquapark, gravissime le condizione del giovane, riportata una lesione alla vertebra cervicale

Il giovane è stato ricoverato al reparto di neurorianimazione di Villa Sofia, la prognosi è riservata

PALERMO – Si sono aggravate le condizioni cliniche di G. A., il giovane palermitano, nato nel 1994, che ieri pomeriggio, tra le 15,30 e le 16,00, è rimasto vittima di un terribile incidente presso l’Acquapark di Monreale.

Le ricostruzioni effettuate dalle forze dell’ordine sembrerebbero confermare l’ipotesi avanzata dai gestori della struttura, secondo i quali il 26enne si sarebbe tuffato dal pallone gonfiabile, un’acrobazia espressamente vietata. Chiaramente pericolosa perché l’acqua della vasca, dove è immerso il pallone, sarebbe profonda solo 90 cm.

Il giovane, una volta arrampicatosi sul pallone con l’utilizzo delle corde, invece di lasciarsi scivolare, si sarebbe gettato a testa in giù, da un’altezza di circa 3 metri. L’impatto con la superficie della vasca è stato così molto violento.

G. A. ha perso i sensi, è stato poi portato presso l’ospedale più vicino, l’Ingrassia di Corso Calatafimi. Le sue condizioni sono apparse subito gravi. È stato poi trasferito a Villa Sofia, dove si trova nel reparto di Neurorianimazione. Secondo la diagnosi rilasciata dai medici il giovane ha riportato una lesione alla vertebra cervicale. La prognosi è riservata. 

LEGGI ANCHE:

Grave incidente all’Acquapark, giovane batte la testa e viene ricoverato di urgenza

 

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.