Ecco la «Notte Bianca Unesco», grande festa a Monreale (IL PROGRAMMA)

Undici eventi tra visite guidate, mostre, spettacoli e cultura

A Monreale sabato andrà in scena la “Notte Bianca Unesco”. A Partire dalle ore 17 la cittadina normanna sarà in festa. La kermesse culturale, presentata questa mattina, nel corso di una conferenza stampa, interesserà, oltre al Duomo, principale monumento dell’arte arabo-normanna, altri siti di interesse storico e architettonico della città. 

Il percorso inizierà dall’ex Ospedale Santa Caterina “Casa Cultura”, il Collegio di Maria dove è previsto un concerto della banda Guglielmo II, Largo Cutò nel quartiere Ciambra dove alle 21 si terrà lo spettacolo dell’Opera dei Pupi, il Santuario di Maria Santissima Addolorata dove è previsto alle 21 un concerto mariano. Inoltre, nello spazio antistante il Duomo e il Chiostro alle ore 20 e alle 22 Giusi Lo Piccolo rappresenterà la leggenda di Cola Pesce. 

Alle 21 a Piazza Guglielmo si terrà il concerto della Cantoria del Teatro Massimo e alla stessa ora nell’Antivilla sarà presentato il romanzo “Altavilla” di Tonino Russo. Ed ancora alle 22 dinanzi alle Absidi si esibirà la band di Sergio Munafò “Jazz All’Ombra del Duomo”.

Per l’occasione il Complesso Guglielmo II rimarrà aperto dalle 19 alle 24, Casa Cultura resterà aperta dalle 17 alle 21 mentre, la Cattedrale, il Chiostro, la Torre Meridionale e il Museo Diocesano resteranno fruibili dalle 20.30 alle 24. L’associazione Tema dalle 19 alle 20.30  sfilerà con i costumi dell’epoca per le vie del centro storico. Dalle 19 alle 23 sarà aperto il Museo del Liceo D’Arte (MAM) curato dagli studenti del Liceo Artistico D’Aleo.

Ad aprire gli interventi della conferenza stampa, stamane,  è intervenuto l’assessore ai Beni culturali e Unesco Ignazio Davì con delega, il quale ha dichiarato che l’obiettivo principale dell’amministrazione è quello di coinvolgere tutti, puntando alla territorialità,  alla  partecipazione e alla condivisione della cultura della città, che storicamente è stata conosciuta per la sua grande vocazione artistica e monumentale e per la presenza di un patrimonio unico.

Bisogna andare tutti in una direzione – ha aggiunto Lidia Scimemi, responsabile marketing e comunicazione della Fondazione Unesco Sicilia – che è quella di valorizzare i monumenti, specificando che l’obiettivo della Fondazione è quello di ampliare il nuovo percorso, cosa che finalmente si sta realizzando a Monreale grazie alla disponibilità dell’amministrazione Arcidiacono”.  

“Mi devo complimentare – ha dichiarato il parroco della Cattedrale Don Nicola Gaglio – che al di là del monumento più rappresentativo che è il Duomo, si siano aperti altri siti e spero che presto si possa aprire anche la chiesa dell’Odigitria,  una delle più belle della nostra città. Mi congratulo con il Comune di Monreale che da i primi segni di partecipazione attiva e collaborativa” .

Il sindaco Alberto Arcidiacono ha ringraziato tutti coloro che si sono adoperati per la definizione di questo programma , dagli assessori, ai consiglieri comunali e dipendenti. “La Notte Unesco – ha concluso il primo cittadino-  rappresenterà una occasione davvero importante un evento di grande animazione culturale, ed è per questo che invitiamo tutti a partecipare per vivere una notte davvero speciale dove si potranno scoprire angoli e luoghi davvero suggestivi, dove saranno rappresentati eventi da ricordare”.

Al termine dell’incontro è intervenuto Masino Lombardo dirigente di Coop Cultura che gestisce il Chiostro dei Benedettini: “Crediamo molto nella sinergia tra pubblico e privato per la valorizzazione del territorio Monreale che  ha riacceso le luci  grazie a degli interlocutori molto attenti che hanno subito messo in atto strategie e interventi per migliorare la potenzialità turistica del territorio”.

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.