Controllo dell’ASP nell’isola ecologica di piazzale Tricoli. Niente corrente elettrica, servizio igienico e acqua

Scattano nuovi controlli nel centro raccolta. Contenitori in cattivo stato, trovate tracce di percolato

MONREALE – Arriva la seconda ispezione nel piazzale Tricoli, adibito a centro di raccolta di rifiuti differenziati. Ieri mattina, l’ASP insieme ai Carabinieri della Radiomobile di Monreale hanno svolto degli accertamenti anche documentali. Il luogo è stato trovato sprovvisto di corrente elettrica, non vi è un servizio igienico, né acqua corrente. Nel piazzale c’è un gabbiotto in lamiera, postazione dei lavoratori, dove le condizioni microclimatiche sono state rilevate sfavorevoli.

Nel 2018 il centro raccolta della Circonvallazione era stato posto sotto la lente d’ingrandimento dei Carabinieri di Monreale, durante il controllo erano state trovate delle inadempienze. Dall’ispezione di ieri è emerso che persistono le stesse criticità, accertate dalla N.O.R.M. di Monreale. Nell’isola ecologica manca la cassetta di primo soccorso, l’estintore e la cartellonistica. Non è presente alcuna segnaletica né orizzontale né verticale, per distinguere i percorsi pedonali da quelli di circolazione e manovra mezzi. La ditta Mirto, società che gestisce la raccolta rifiuti, entro il 17 giugno  dovrà presentare la documentazione richiesta dall’ASP. 

A dicembre i militari avevano esaminato la presenza o meno dei dispositivi personali di protezione obbligatori (mascherine, guanti), così come di un riparo dove trovare rifugio in caso di intemperie, ma anche il possesso agli operatori delle certificazioni antincendio e di primo soccorso. Avevano anche valutato il rispetto della normativa relativa alla istituzione del sito: recinzione adeguata, segnaletica di pericolo per l’utenza che accede all’interno con le auto, autorizzazione a consentire l’ingresso delle automobili, via di fuga in caso di incendio. 

Nel controllo di ieri, i cassonetti della raccolta differenziata sono stati trovati sprovvisti di cartellonistica indicante la tipologia di rifiuto da conferire. In alternativa, nella parte frontale, una dicitura in vernice a spray specifica cosa differenziare. Dall’ispezione è emerso che i contenitori si presentano in cattivo stato di manutenzione, molti sono divelti e fuori uso, in particolare in quelli adibiti all’umido sono state trovate tracce di percolato. 

Delle condizioni lavorative degli addetti, FiloDiretto Monreale se n’era occupato a settembre dell’anno scorso. Quando aveva denunciato l’assenza di un riparo, e dell’abbigliamento non adatto.  

Proprio la scorsa settimana, il consigliere della Lega Giuseppe La Corte, nell’isola ecologica di Fiumelato, aveva evidenziato l’assenza di un gabinetto e di un riparo per i lavoratori. Tempo prima, la stessa esigenza era stata segnalata anche da Salvino Caputo. “Ritengo doveroso intervenire laddove si debbano garantire le normali condizioni di lavoro”, aveva risposto il neo sindaco, Alberto Arcidiacono, al consigliere della Lega. 

POTREBBE INTERESSARTI:

Piazzale Tricoli, operatori al lavoro tra aria malsana, insetti, cattivo odore e senza un riparo

Monreale, a Piazzale Tricoli ispezione dei Carabinieri

 

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.