Oggi è 20/08/2018

Cronaca

Mafia di San Giuseppe Jato e Monreale. Condanne per oltre 2 secoli di carcere I NOMI e FOTO

I membri dei clan di Cosa nostra, decimati dalle operazioni antimafia Quattro.Zero e Montereale, sono stati processati con il rito del giudizio abbreviato

Pubblicato il 24 aprile 2018

Mafia di San Giuseppe Jato e Monreale. Condanne per oltre 2 secoli di carcere I NOMI e FOTO

Palermo, 24 aprile 2018 – Il giudice Ferdinando Sestito del Tribunale ordinario di Palermo – sezione del Giudice per le indagini preliminari, ha emesso sentenze di condanna per più di due secoli di reclusione per i presunti appartenenti al mandamento mafioso di San Giuseppe Jato e alla famiglia di Monreale. I membri dei clan di Cosa nostra, decimati dalle operazioni antimafia Quattro.Zero e Montereale, sono stati processati con il rito del giudizio abbreviato. I 29 imputati erano accusati a vario titolo di associazione mafiosa, estorsione, danneggiamento e intestazione fittizia di beni.

LEGGI ANCHE: «SEQUESTRO DI BENI A VINCENZO MADONIA»

I pubblici ministeri Francesco Del Bene, Siro De Flammineis e Amelia Luise hanno cercato di ricostruire la stagione di violenza e di lotta per il potere dei vertici mafiosi locali di San Giuseppe Jato e Monreale. I mafiosi di Monreale provarono ad alzare la testa. E quelli di San Giuseppe Jato, dove da sempre ha sede il mandamento, reagirono con forza. Dalle minacce accompagnate dalle teste di capretto si arrivò ai pestaggi. Le regole andavano rispettate all’interno del mandamento e chi si ribellava doveva essere punito.

Nell’ambito delle indagini sviluppate sino alla fine del 2014, era emerso che nella zona di San Giuseppe Jato la fazione di Gregorio Agrigento, coadiuvato nella gestione del sodalizio mafioso, tra gli altri, da Ignazio Bruno, Antonino Alamia, si era imposta, anche con la forza, dopo un preoccupante periodo di fibrillazione e contrapposizione, sul gruppo costituito da Giovanni Di Lorenzo, e da altri affiliati arrestati nelle stesse operazioni.

I carabinieri della compagnia di Monreale erano riusciti a documentare la riorganizzazione della famiglia mafiosa di Monreale al cui vertice era designato Giovan Battista Ciulla che si avvaleva della collaborazione di soggetti pericolosi spregiudicati come Onofrio Buzzetta, Nicola Rinicella e Giuseppe Giorlando. Le indagini svolte dagli inquirenti hanno registrato in presa diretta, mediante l’ascolto delle conversazioni telefoniche ed ambientali intercorse tra gli affiliati all’interno delle autovetture o nei luoghi ad essi a disposizione, l’evoluzione delle dinamiche interne all’organizzazione mafiosa di San Giuseppe Jato e della famiglia di Monreale in particolare, con la successione al vertice della reggenza della medesima e l’insediamento in particolare di Francesco Balsano e Salvatore Lupo. È emerso infatti che è in considerazione dell’aggravarsi delle condizioni di salute di Gregorio Agrigento più volte ricoverato nei mesi di ottobre e novembre 2014, anche per l’età avanzata, presso l’ospedale Civico di Palermo, Ignazio Bruno ha ricoperto la reggenza del mandamento di San Giuseppe Jato, assumendo decisioni importanti sia nella ridefinizione dell’organigramma interno delle varie famiglie famose che lo compongono, in particolare, quella di Monreale che continuava a vivere un periodo di fibrillazione interna, sia partecipando ad incontri e riunioni con esponenti di altre articolazioni territoriali di Cosa nostra, segnatamente del mandamento mafioso di Corleone.

Un caso particolare venne fuori dalle indagini dei carabinieri monrealesi. Era emerso come gli affiliati del clan di Monreale avessero iniziato una campagna di riscossione del pizzo nei confronti dei gestori delle bancarelle installate a Monreale durante la festa del SS. Crocifisso. In una conversazione telefonica intercettata all’interno dell’auto di Salvatore Lupo veniva detto che Giovan Battista Ciulla, insieme a Onofrio Buzzetta, chiedavano una “messa a posto” di 100 euro alla bancarelle.

I condannati
Gregorio Agrigento (14 anni), Ignazio Bruno (14 anni), Francesco Balsano (12 anni e 6 mesi), Onofrio Buzzetta (12 anni e 4 mesi), Antonino Alamia (12 anni), Giuseppe D’Anna (12 anni),
Salvatore Lupo (12 anni), Giovan Battista Ciulla (11 anni e 8 mesi), Giovanni Di Lorenzo (11 anni), Giuseppe Giorlando (10 anni e 4 mesi), Giuseppe Tartarone Buscemi (10 anni e 4 mesi), Girolamo Spina (9 anni e 8 mesi), Giuseppe Riolo (9 anni e 4 mesi), Sergio Denaro Di Liberto (9 anni e 4 mesi), Alberto Bruscia (9 anni), Andrea Di Matteo (8 anni e 8 mesi), Giovanni Pupella (8 anni e 8 mesi), Salvatore Billetta (8 anni e 4 mesi), Nicola Rinicella (8 anni e 4 mesi), Giovanni Battista Inchiappa (8 anni), Salvatore Terrasi (8 anni), Giovan Battista Licari (8 anni), Antonino Giorlando (3 anni e 8.200 euro di multa), Domenico Lo Biondo (2 anni e 4 mesi e 4mila euro di multa), Sebastiano Andrea Marchese (2 anni), Pietro Canestro (1 anno e 10 mesi), Umberto La Barbera (1 anno e 10 mesi), Tommaso Licari (1 anno e 8 mesi, 2.200 euro di multa), Ettore Raccuglia (1 anno e 8 mesi, 400 euro di multa). Confiscate anche quattro aziende e i rispettivi capitali.

Gli assolti
Vincenzo Ferrara, Pietro Mulè, Andrea Marfia, Giuseppe Serbino (difeso dagli avvocati Tommaso De Lisi e Teresa Todaro), Domenico Lupo, Antonino Serio (difeso dall’avvocato Antonio Turrisi), Piero Lo Presti (difeso dall’avvocato Giuseppe Pipitone), Carlo Montalbano. In particolare Giuseppe Serbino, difeso dall’avvocato Tommy De Lisi, era accusato di essere il capomafia di Altofonte. Per lui è andato prescritto il reato di intestazione fittizia dei beni ma è stato assolto dai reati. Serbiono è stato scarcerato e è stata dissequestrata la sua azienda edile di Altofonte. Ordinata la scarcerazione – se non detenuti per altra causa – di Tommaso Licari, Domenico Lupo, Antonino Serio e Pietro Lo Presti.

I risarcimenti
Riconosciuto un risarcimento danno di 10mila euro per il comune di Monreale. Stessa cifra per il comune di San Giuseppe Jato e per quello di San Cipirello.

Ricevi tutte le news
Cinquemila euro di danni sono stati decisi dal giudice Sestito per le altre parti civili: “Centro Pio La Torre”, “Associazione nazionale per la lotta contro le illegalità e le mafie Antonino Caponnetto”, “Solidaria”, Sos Impresa”, “Confcommercio Imprese per l’Italia”, “Confesercenti”, “Associazione antiracket e antiusura coordinamento delle vittime dell’estorsione, dell’usura e della mafia”.


Potrebbero interessarti anche:

  • Il canale Vadduneddu Badame esonda, un fiume di plastica e di rifiuti (VIDEO)

    Cronaca

    [embed]https://www.facebook.com/cino.dario/videos/10217337346725101/[/embed] [embed]https://www.facebook.com/cino.dario/videos/10217337338964907/?t=1[/embed] [video width="848" height="480" mp4="https://www.filodirettomonreale.it/wp-content/uploads/2018/08/VID-20180819-WA0024.mp4"][/video] ..

    Continua a Leggere

  • Rita Borsellino, la memoria, la sua eredità

    Cronaca

    Monreale, 19 agosto 2018 - La memoria costituisce l'essenza e il collante del tempo che scorre inesorabile e degli eventi che lo delineano. Per questo essa risulta fondamentale nella storia collettiva di un popolo perché rappresenta una preziosissima eredità che sottende il corso delle scelte futu..

    Continua a Leggere

  • Eventi, promozione turistica e del territorio. Nasce la Pro Loco di Monreale

    Cronaca

    Monreale, 19 agosto 2018 - Inizieranno a breve le attività delle neonata Pro Loco di Monreale che ieri è stata presentata alla cittadinanza in piazza Gugliemo II. Presidente del gruppo è stata nominata Miriam Frontini, 25enne, di Villaciambra. Tanti sono gli obiettivi a breve e medio termine che..

    Continua a Leggere

  • Meteo, possibili rovesci domenica. Temporali lunedì

    Cronaca

    Monreale, 18 agosto 2018 - In queste ore una goccia fredda in quota è posizionata sulle coste franco-spagnole. Con il passare delle ore si avvicinerà fino al inglobare tutta la Sicilia, causando il guasto del tempo domenica e lunedì.  Le prime ore di Domenica saranno tranquille ma da..

    Continua a Leggere

  • Pro Loco Monreale, domani la presentazione in piazza Guglielmo II

    Cronaca

    Monreale, 17 agosto 2018 - Sarà presentata domani, sabato 18 agosto in piazza Guglielmo II alle ore 11, l’attività della Pro Loco Monreale che si è da poco tempo costituita. Il gruppo inizierà adesso il proprio percorso di attività socio-culturali. La presentazione avverrà presso la pizzeri..

    Continua a Leggere

  • Sorpresi a scaricare rifiuti in viale Regione siciliana e allo svincolo Belgio, multati (FOTO)

    Cronaca

    Continua a Leggere

  • Il branco picchia gli extracomunitari, ricostruita l’aggressione della Ciammarita

    Cronaca

    Non solo una battibecco con qualche offesa e qualche spintone ma una vera e propria aggressione da parte di giovani, probabilmente partinicesi, nei confronti di quattro ragazzi di colore ospitati in comunità. Questo quello che è successo nei pressi della spiaggia della Ciammarita ..

    Continua a Leggere

  • “Senza Rita Borsellino a Palermo siamo più soli”, l’arcivescovo di Palermo Corrado Lorefice (FOTO)

    Cronaca

    Palermo, 17 luglio 2018 - “Quando mi è giunta notizia della morte di Rita Borsellino ho provato un sentimento interiore, una sorta di solitudine e mi sono detto: ora a Palermo siamo più soli.  Ma mi è venuto in mente il ricordo ancora lo sguardo di Rita del 19 Luglio quando lei stessa ha v..

    Continua a Leggere

  • “Comportati bene o muori”. Il sindaco Agostaro: “Non ho paura”

    Cronaca

    San Giuseppe Jato, 17 agosto 2018 - “Caro sindaco comportati correttamente altrimenti muori”, è un atto intimidatorio in piena regola quello ricevuto da Rosario Agostaro, primo cittadino di San Giuseppe Jato.

    Continua a Leggere

  • Lettera con proiettile al sindaco di San Giuseppe Jato Rosario Agostaro

    Cronaca

    San Giuseppe Jato, 17 agosto 2018 - Una lettera contenente alcune minacce e un proiettile è stata recapitata al sindaco di San Giuseppe Jato Rosario Agostaro.

    LEGGI QUI IL RA..


  • Caccia aperta in Sicilia dal 1 settembre, a Monreale i tesserini dal 20 agosto

    Cronaca

    Monreale, 17 agosto 2018 - Doppiette in azione dal primo settembre in Sicilia. Pubblicato sulla gazzetta ufficiale di oggi il calendario venatorio per la stagione 2018/2019. I giorni di caccia e le specie animali che possono finire nel mirino dei fucili sono elencati in un decreto dell’Assessor..

    Continua a Leggere

  • Piana degli Albanesi, progetto di 1 milione per migliorare l’impianto d’illuminazione pubblica

    Cronaca

    Piana degli Albanesi, 17 agosto 2018 - Il comune di Piana degli Albanesi partecipa ad un bando per l'approvazione di un progetto di efficientamento energetico del costo di quasi un milione di euro. A renderlo noto è il primo cittadino della città del lago Rosario Petta. "Abbiamo presentato all'..

    Continua a Leggere

  • Monreale. Incendio sul Monte Caputo. Intervento dei vigili del fuoco

    Cronaca

    Monreale, 17 agosto 2018 - Un principio d'incendio sul Monte Caputo è stato segnalato al centralino dei vigili del fuoco di Palermo. Le fiamme si sono sviluppate a Monreale, in via strada Vicinale San Martino, vicino ad alcune villette, qualche minuto prima della mezzanotte. Sul posto si sono reca..

    Continua a Leggere

  • Rita Borsellino: “solo” una donna, una mamma, una nonna che ha creduto in tanti di noi

    Cronaca

    Scrivo queste righe mentre mi trovo al confine tra Georgia e Arzebajgian, in un monastero ortodosso che da secoli sopravvive qui nelle montagne. La preghiera di questi monaci, la loro fede così sconfinata, mi aiuta a pensare in questo momento a Rita Borsellino, giunta all’ultima tappa del suo cam..

    Continua a Leggere

  • Il Quartiere Pagliarelli scrive all’assessore Mattina: “Sostanziale incoerenza tra i valori che dice di possedere e la sua azione politica”

    Cronaca

    Palermo, 16 agosto 2018 -In risposta alla lettera dell’Assessore Giuseppe Mattina del Comune di Palermo, pubblicata da altra testata giornalistica 

    Continua a Leggere

  • Venerdì i funerali di Rita Borsellino, oggi e domani la camera ardente

    Cronaca

    La camera ardente per un ultimo saluto a Rita Borsellino è stata allestita presso la Casa della memoria operante del Centro studi Paolo Borsellino a partire da giovedì 16 agosto dalle 11.00 alle 20.00 e venerdì dalle 7.00 alle 9.00 (via Bernini n. 52 – Palermo).  <..

    Continua a Leggere

  • Ciammarita (Partinico). A ferragosto 4 extracomunitari vittima di un caso di razzismo

    Cronaca

    Partinico, 16 agosto 2018 - Ennesimo caso di razzismo a Partinico. È stata presentata formale denuncia ai Carabinieri dai responsabili di una comunità di accoglienza de comune palermitano dopo che 4 giovani ospiti del centro sono rimasti vittima di un caso di maltrattamento, sembra a sfondo razzis..

    Continua a Leggere

  • Come si scrive il curriculum: consigli e suggerimenti

    Cronaca

    16 agosto 2018 - Il curriculum, si sa, è il primo mezzo con cui ci si presenta a un'azienda per la quale si è interessati a lavorare: esso può essere paragonato a un biglietto da visita attraverso il quale viene raccontato il percorso di studi del candidato e viene descritta..

    Continua a Leggere

  • Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com