Unioni civili festa a Monreale per il primo sì – FOTO

Gli auguri del sindaco: “È una svolta storica, oggi si celebra una pagina di cultura per Monreale, un momento di crescita”

Monreale, 22 dicembre – Hanno detto di sì, le prime a Monreale da quando la legge Cirinnà ha reso possibili le unioni tra coppie dello stesso sesso. Una cerimonia avvolta nella storia del bellissimo Complesso Monumentale Guglielmo II. Le due compagne, che hanno scelto di pronunciare il sì per la vita di fronte alle autorità, sono Teresa Pellerito e Lia Salamone. A celebrare la cerimonia è stato il sindaco Capizzi, alla presenza dei testimoni e dei numerosi amici della coppia.

Emozionate come la prima volta, dopo 20 anni di convivenza Teresa e Lia hanno potuto realizzare il loro desiderio. Con l’unione civile adesso anche loro avranno riconosciuti gli stessi diritti delle coppie eterosessuali. Una novità culturale e sociale importante per la nostra città.

Così il sindaco Capizzi ha celebrato: “È una svolta storica, oggi si celebra una pagina di cultura per Monreale, un momento di crescita. Tutto ciò che ieri poteva sembrare strano oggi grazie alla legge Cirinnà è possibile. Sono onorato ed emozionato sia come sindaco, sia come cittadino, ognuno ha il diritto di esercitare l’amore come meglio crede. Sono onorato e compiaciuto di celebrare questa unione, con l’augurio che il vostro esempio possa spronare chi ancora non è riuscito a farlo”.

 

1 Commento
  1. tony scrive

    ma……….ora le lesbiche si chiamano cultura ……. s’arriviscissi me nannu………

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.