Oggi è 26/08/2019

Cronaca

La verità di Giuseppe Campanella dopo L’Arena di Giletti

Campanella è un operaio forestale che vuole lavorare e vivere la sua vita normalmente ma, a causa del suo passato, questo gli è impossibile

Pubblicato il 6 aprile 2016

La verità di Giuseppe Campanella dopo L’Arena di Giletti

di Giusi Madonia e Nino Carlotta

Monreale, 6 aprile. Domenica 3 Aprile durante la trasmissione “L’Arena” è andato in onda un servizio sui forestali e in particolare su un lavoratore di Pioppo. 

Abbiamo cercato e incontrato Giuseppe Campanella, il lavoratore forestale di Pioppo colpito dal provvedimento Crocetta che, per difendersi dalle accuse uscite durante la trasmissione, ha voluto dire la sua.
L’Intervista ha assunto da subito una linea pesante e davvero difficile da spiegare; Giuseppe Campanella è profondamente colpito dal messaggio passato durante il programma televisivo.

G.C.: Queste ultime ore sono state terribili. Ho dovuto dire ai miei genitori anziani e alla mia famiglia che in trasmissione avevano detto delle falsità.”

– La sua famiglia è la famiglia mafiosa di cui parlava Giletti?

G.C.: “Assolutamente no, la mia famiglia non ha niente a che vedere con il tipo di famiglia che ha descritto Giletti. Nella mia famiglia non ci sono state mai persone che hanno avuto problemi con la giustizia a parte me”.

– Quindi quello che si è detto in trasmissione non è vero?

G.C.: “No che non è vero. Hanno montato solo pezzi di intervista, quando ho incontrato il giornalista ho parlato di tutta la mia storia lavorativa ma loro questo non l’hanno trovato interessante perché a loro interessa solo fare vedere che alla forestale le cose sono tutte sbagliate. Si è visto solo un piccolo pezzetto. Io invece avevo detto al giornalista di metterla tutta l’intervista e poi quel giorno erano presenti altri forestali che hanno detto la loro e c’era pure un rappresentante sindacale dei forestali che ha rilasciato l’intervista. Perchè le loro interviste non le hanno mandate in onda? Come facevano a sapere il mio nome quando ancora non mi era arrivata la notifica del provvedimento?”.

– Alla luce di queste cose, ha pensato di rivolgersi ad un legale per tutelare la sua immagine?

G.C.: “Certo, ho già contattato il mio avvocato che vedrò presto per capire come agire in difesa mia e della mia famiglia. Oltre alla trasmissione di domenica, esistono delle dichiarazioni di Crocetta nei giornali su internet, che mi mettono vicino alle famiglie Bagarella e Brusca; sto controllando se in tutti i distretti della forestale esistono altri Campanella che hanno avuto problemi con la giustizia. Se non fosse cosi provvederò anche nei loro confronti”.

– Possiamo sapere quali sono i reati a lei imputati?

G.C.: “Io negli anni 90 avevo un’officina, a causa della mia patente smarrita mi sono ritrovato dentro una disgrazia. Mi arrestarono e mi processarono per concorso esterno in associazione mafiosa con l’interdizione ai pubblici uffici. Ho scontato la mia pena e quando sono uscito ho iniziato a lavorare alla forestale. Lavoro lì da quasi 20 anni, con 78 giornate lavorative, 4.300,00€ di stipendio e 2.000,00€ di disoccupazione annui… e quando non arrivo a portare avanti la mia famiglia mi
aiutano i miei genitori”.

– Quindi lei dopo quel fatto accaduto negli anni ’90 non ha più avuto problemi con la giustizia?

G.C.: “Assolutamente no, ho vissuto con un lavoro stagionale campando una famiglia di 4 persone. Solo di questi soldi sono andato avanti. Noi di quest’acqua (la mafia) non ne abbiamo mai bevuto e non mi interessa berla. Ho 58 anni e se questo provvedimento rimarrà così per com’è, come farò a portare avanti la mia famiglia?”.

Con questo quesito si chiude l’intervista. E’ difficile continuare a parlare. Dietro questa storia ci sono intere famiglie che devono comunque andare avanti e non è facile ritrovarsi ad una certa età a doversi rimettere in discussione. Sicuramente questo è un problema che riguarda tutti quelli che sono stati inclusi nel provvedimento e di queste persone in qualche modo bisognerà occuparsi.

Viviamo in una terra difficile, sotto tutti i punti di vista, dove trovare lavoro è difficile anche ai più giovani e dove purtroppo per i tessuti sociali più deboli, la mafia a volte può sembrare l’unica soluzione. C’è bisogno dell’impegno di tutti, partendo dal Governatore, che se vuole agire ed essere ricordato come esempio di legalità, anziché intervenire colpendo chi comunque ha già scontato una pena, dovrebbe trovare soluzioni alternative ed efficaci per contrastare la cultura mafiosa.

Ricevi tutte le news

Gaetano Di Fede

Salta agli occhi che il provvedimento è sbagliato ed incostituzionale, considerando quello che succede nel resto della regione che rimane totalmente impunito, queste situazioni fanno ancora più rabbia. Dalle dichiarazioni di Crocetta sembra chiaro che questo provvedimento non è dettato da un desiderio di legalità che ha spesso decantato. Tutta questa situazione nasce solamente dal voler tagliare personale invece che gestirlo diversamente, per fare contenti i vari politicanti di turno che criticano la Sicilia ed i forestali senza avere alcune conoscenza della situazione. Alla luce di questo Crocetta è ritornato, per l’ennesima volta, a farsi bello all’arena, tipico esempio della tv spazzatura italiana, resa più grave perchè trasmessa su una tv pubblica. Che dire: il suo piano è miseramente fallito, perchè è stato crocifisso in diretta per l’ennesima volta, solo che stavolta ha messo in mezzo dei padri di famiglia. La prossima volta chi cercherà di tagliare? Chi non ha gli occhi azzurri? Chi non ha fatto il servizio di leva?

6 aprile 2016 | 20:32 | Rispondi

Potrebbero interessarti anche:

  • L’utilizzo aggressivo della parola nei media come strumento di persuasione del debole

    Cronaca

    Soffrire di insonnia ciclica credo non sia per nessuno una passeggiata di salute. Per quanto mi riguarda le notti parzialmente insonni che trascorro inerme, stesa sul letto, immersa nell'oscurità, rappresentano la mia personale "croce e delizia". Croce perché la mancanza di sonno acuisce una mia g..

    Continua a Leggere

  • San Giuseppe Jato, rissa tra due donne. Ferita una delle due al volto

    Cronaca

    SAN GIUSEPPE JATO - Una lite a San Giuseppe Jato in via Anime Sante. La rissa tra due donne per motivi che sono al centro delle indagini dei carabinieri.

    Una delle due ha preso una pistola a pallini e ha sparato. Una donna è st..

    Continua a Leggere

  • Non accetta la fine del rapporto, minaccia l’ex fidanzata. Arrestato 18enne a Monreale

    Cronaca

    MONREALE- La Polizia di Stato ha tratto in arresto un 18enne palermitano dell’Albergheria, poiché responsabile del reato di atti persecutori nei confronti di una coetanea, sua ex fidanzata. I poliziotti dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico sono intervenuti c..

    Continua a Leggere

  • L’Italia non è un paese per giovani

    Cronaca

    L’Italia non è un paese per giovani. Continua la crescita, in termini assoluti e relativi, della popolazione anziana. Al 1° gennaio 2019 gli over 65enni sono 13,8 milioni (il 22,8% della popolazione), i giovani fino a 14 anni sono circa 8 milioni (il 13,2%), gli individui in età attiva ..

    Continua a Leggere

  • Il rogo all’isola ecologica di San Giuseppe Jato e il delicato settore dei rifiuti

    Cronaca

    SAN GIUSEPPE JATO - Venerdì un rogo si è propagato all'interno dell'area ecologica di contrada Traversa a San Giuseppe Jato. L'incendio, partito da alcune sterpaglie nelle vicinanze, si è allargato fino a dentro l'area in cui viene gestito il ..

    Continua a Leggere

  • Alturestival 2019 arriva a Monreale: stasera al Castellaccio concerto del pianista Diego Spitaleri

    Cronaca

    MONREALE - Tante le attività in programma questa estate nella cittadina normanna, e tra queste anche l'Alturestival 2019, festival organizzato dal Club Alpino Siciliano, dall'associazione culturale Formedonda e da Le Due Sicilie srl. Gli appuntamenti di quest..

    Continua a Leggere

  • Altofonte, trovato morto Salvatore Polizzano

    Cronaca

    ALTOFONTE - Un uomo ieri è stato trovato morto in casa ad Altofonte (Pa) in via Veronica. A chiedere l'intervento dei carabinieri e del 118 è stato il fratello. I sanitari del 118 hanno provato a rianimarlo, ma senza successo. Salvatore Polizza..

    Continua a Leggere

  • Tiziana Cannavò, dai banchi del liceo classico Basile di Monreale alla dirigenza di un istituto superiore

    Cronaca

    MONREALE - Frequentava i banchi del Liceo Classico E. Basile di Monreale, oggi è alla guida di un istituto scolastico. Un lungo salto per la Professoressa Tiziana Cannavò, docente di italiano e latino presso il lic..


  • Monreale, grande successo per il concerto (gratuito) di Daria Biancardi

    Cronaca

    [gallery ids="115389,115390,115391,115392,115393,115394"] MONREALE - Tanti applausi, grande partecipazione, ma anche molta sorpresa per la prima parte del cartellone estivo di spettacoli organizzato dall’amministrazione comu..


  • Appiccava un incendio a Grisì, arrestato monrealese di 46 anni

    Cronaca

    GRISÌ (Monreale): Arrestato monrealese di 46 dai Carabinieri. Avrebbe appiccato un incendio incontrollato su un terreno ricoperto da sterpaglie che interessava un’area di circa 100 mq nel centro abitato di Grisì. L’indagine è stata avviata..


  • Fioccano le multe ai locali in provincia di Palermo: discoteche abusive e somministrazione di cibo e alcolici senza autorizzazione

    Cronaca

    PALERMO - Nell'ultima settimana la polizia di stato ha effettuato controlli amministrativi estremamente scrupolosi in numerosi locali della provincia palermitana in cui, durante l'estate, si riversano numerosi vacanzieri metropolitani. Requisiti di sicurezza, igi..


  • Monreale, casa distrutta dal fuoco a monte Caputo: il comune mette in sicurezza l’immobile sottostante

    Cronaca

    MONREALE - Sono iniziati i lavori propedeutici al recupero dell'immobile danneggiato dal tremendo incendio dello scorso mese, come rende noto il sindaco di Monreale Alberto Arcidiacono con un post sul suo profilo Facebook.


  • Altofonte, tenta di uccidere un uomo, i Carabinieri arrestano un 40enne

    Cronaca

    ALTOFONTE – Tutto nasce da una banale lite fra due bambini, un papà li rimprovera ma all’altro padre questa cosa non sta bene ed allora decide di vendicare l’onore del figlio, di soli 11 anni. Ecco il motivo che ha portato G.a., di 40 anni..


  • Rimini, al meeting di Comunione e Liberazione il Concerto Multimediale “Domus Dei et Ianua Coeli” sotto la regia di Alessandro Spinnato, ispirato ai mosaici del Duomo di Monreale

    Cronaca

    [gallery ids="115301,115302,115303,115304,115305,115306,115307,115308,115309,115310,115311,115312,115313,115314,115315,115316,115317,115318,115319,115320"] RIMINI - Si è tenuto ieri sera, all’interno della sala Neri, nel corso del Meeting d..


  • Grotta di Monreale: le riprese esclusive dell’interno. Ecco la storia centenaria delle spedizioni esplorative (VIDEO)

    Cronaca

    MONREALE - È ormai risaputo che sotto Monreale, e per la precisione sotto la piramide a vetri di piazza Vittorio Emanuele, è presente una profonda grotta che ha recentemente attirato l'attenzione dell'amministrazione e della Proloco, interessate a renderla visi..


  • Stasera Daria Biancardi in concerto in piazza Guglielmo

    Cronaca

    MONREALE - Dopo Castelbuono, Cefalù, Giardinello, Castellammare del Golfo Daria Biancardi farà tappa a Monreale. La cantante si esibirà in piazza Guglielmo II sabato 24 agosto alle ore 21. L'artista è nota per le partecipazioni ai talent “All Together Now” e “The V..


  • Monreale, Emanuele Giardi non dormirà più in una panchina, partita la macchina della solidarietà

    Cronaca

    MONREALE - Anche questa volta la città di Monreale fa quadrato nei confronti di una persona sfortunata. Dopo la recente carovana di solidarietà sviluppatasi in pochi giorni nei confronti della famiglia Gerardi/Macaluso che ha perso la casa di M..


  • Neo Dirigenti Scolastici a Partinico, Borgetto, Bisacquino e San Giuseppe

    Cronaca

    MONREALE - È stato pubblicato oggi il decreto con cui il Direttore Generale dell’Ufficio Scolastico ha individuato le istituzioni scolastiche cui sono stati destinati i nuovi dirigenti scolastici a partire del prossimo anno scolastico 201..