Monreale, dalla Regione fondi per le aree delle case popolari

Saranno realizzati opere di natura strutturale, adeguamento energetico, sistemazione di alcune facciate, marciapiedi e bonifica e sistemazione di spazi verdi e interventi in alcune aree carenti di illuminazione

La Giunta Regionale ieri sera ha approvato il progetto redatto dai tecnici dell’Istituto Autonomo per le Case popolari della Provincia di Palermo su incarico dell’Assessore Regionale alle Infrastrutture e Trasporti Marco Falcone.

Somme per 200 mila euro circa sono state destinate, attraverso i fondi Ex Gescal gestiti dall’Assessorato Regionale alle Infrastrutture per realizzare opere di riqualificazione, consolidamento e urbanizzazione di aree di edilizia economica e popolare nel territorio di Monreale.

A renderlo noto e’ il Deputato Regionale di Forza Italia e Componente la Commissione Parlamentare Attivita’ Produttive Mario Caputo che lo scorso mese, assieme al Consigliere Comunale Andrea Noto, aveva effettuato un sopralluogo, su richiesta di alcuni residenti delle Case popolari di Via Pio La Torre e di Fondo Pasqualino, che lamentavano lo stato di degrado strutturale ed ambientale di molte zone degli insediamenti abitativi e delle aree verdi circostanti.

Caputo, dopo un incontro con il Commissario dello Iacp Ferruccio Ferruggia, unitamente ai funzionari e ai tecnici dell’Istituto per le Case Popolari aveva effettuato un nuovo sopralluogo per verificare quali interventi da realizzare e per valutare il costo dei lavori necessari.

Saranno realizzati opere di natura strutturale, adeguamento energetico, sistemazione di alcune facciate, marciapiedi e bonifica e sistemazione di spazi verdi e interventi in alcune aree carenti di illuminazione. “Sono grato – ha affermato Mario Caputo – al Commissario e ai tecnici dell’Iacp per la pronta disponibilita’ e per avere realizzato in tempi velocissimi un progetto che consentira’ di migliorare e rendere piu’ vivibili due importanti aree di edilizia economica e popolare che, se devo essere sincero, ho notato essere in condizioni di grave degrado ambientale oltre che strutturale. Devo ringraziare l’Assessore regionale alle Infrastrutture Marco Falcone sia per avere fornito le direttive amministrative al Commissario Farruggia sia per avere disposto la approvazione del progetto in linea tecnica ed amministrativa e per avere concesso l’utilizzo delle somme a copertura del progetto, che ridarra’ una nuova immagine ad aree densamente abitate e migliorera’ certamente la vita dei cittadini residenti. Questa sinergia istituzionale – ha concluso Mario Caputo – tra Parlamento, Governo e Istituto Autonomo per le Case Popolari dimostra in concreto come si possono eliminare tempi morti, lungaggini burocratiche e ricerche di finanziamenti e assicurare servizi concreti per la vivibilita’ del territorio. Senza clamori ma con una semplice sinergia e collaborazione istituzionale”.

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.