Migranti in quarantena al largo di Palermo

Il traghetto Raffaele Rubattino, che normalmente effettua la tratta Palermo-Napoli, è stato scelto per la quarantena dei 146 migranti soccorsi dalla ong Sea Eye“

I 146 migranti soccorsi dalla Alan Kurdi, la nave della ong tedesca Sea Eye, sono stati trasbordati ieri pomeriggio sul traghetto Raffaele Rubattino della Tirrenia.

E’ qui che sono stati sottoposti ai tamponi per rintracciare eventuali casi di Coronavirus e sono attualmente in quarantena obbligatoria prima della loro redistribuzione nei paesi dell’Unione Europea.

I dettagli dell’operazione sono stati coordinati nel corso di una riunione del Centro coordinamento soccorsi, in videoconferenza. Tra i presenti vi erano il sindaco Leoluca Orlando, i responsabili della Croce Rossa Italiana, dell’Asp, della Protezione Civile e molti altri organi istituzionali.

Lo scopo del vertice è stato quello di trovare le soluzioni necessarie e idonee per poter tenere a bordo i 146 migranti con le dovute precauzioni. Il traghetto è salpato ieri pomeriggio dal porto per dirigersi nel punto concordato dal vertice. 12 miglia dalla costa palermitana dove, con l’ausilio di motovedette della Guardia Costiera è stato fatto il trasbordo.

Il Raffaele Rubattino, che effettua la tratta Napoli-Palermo, per tutta la durata della quarantena sosterà a circa un miglio dal porto. Solo la scorsa notte la tratta è saltata, ma da questa sera la corsa per Napoli sarà coperta dal gemello Vincenzo Florio e il giorno successivo dalla Moby Tommy, per garantire il collegamento con la Campania.

Le autorità sanitarie hanno comunque, provveduto ad allertare le strutture ospedaliere locali in vista di “possibili interventi di necessario ricovero”.

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.