Circolo di Cultura Italia, Claudio Burgio: “Lascio un bilancio in attivo, tante iniziative culturali organizzate, ingresso di nuovi soci”

Potrebbero rientrare le dimissioni da socio di Burgio: "Ho ricevuto il sostegno di molti soci e di molti simpatizzanti del Circolo"

MONREALE – I conti a posto, il bilancio 2019 è stato chiuso con un attivo di 800 €, sono state organizzate tante iniziative culturali e sono state registrate nuove adesioni di soci, in particolar modo di donne.

Tira un breve bilancio sui suoi due anni di presidenza al Circolo di Cultura Italia il prof. Claudio Burgio, che il 2 febbraio scorso, al termine naturale del suo mandato biennale (si era insediato il 28 gennaio 2019), ha sbattuto la porta dimettendosi da socio. 

Domenica 2 febbraio era stata convocata un’assemblea dei soci per giungere alla nomina del nuovo direttivo. Ma a quel punto si erano scontrate due fazioni diametralmente opposte sul diritto di voto di alcuni nuovi soci.

Il circolo ha circa 35 iscritti. Diverse new entry si sono registrate in questi anni, interessate dalle iniziative portate avanti da Burgio e dal nuovo direttivo.

Altri monrealesi hanno già presentato domanda di iscrizione da tempo. Ad alcuni di questi non sarebbe stato però ancora riconosciuto il diritto di voto per l’elezione del nuovo direttivo. Una posizione, non condivisa dall’intera assemblea, intorno alla quale si sarebbe avuto lo strappo che avrebbe condotto alle dimissioni di Burgio.

Ma potrebbe esserci una marcia indietro dell’ultima ora.

“Ho ricevuto il sostegno di molti soci, di molti simpatizzanti del Circolo interessati a partecipare alle nostre iniziative. In tanti mi hanno chiesto di ritirare le dimissioni da socio. È un’ipotesi che sto valutando”.

Per domenica prossima, alle 11,00 (seconda convocazione alle 11,30) è stata convocata la nuova assemblea dal vicepresidente, Giuseppe Albano. All’ordine del giorno le dimissioni del presidente, la questione relativa all’inserimento dei nuovi soci e al loro diritto al voto, l’indizione di nuove elezioni.

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.