Il padre di Borgia, “Le donne si permettono di dire cose tali che l’uomo va fuori di cervello”

Ieri i funerali di Ana Maria Di Piazza a GiardinellO

“Chiedo scusa alla famiglia di Ana, perchè sono cose che non si devono fare. Ma l’incitazione che oggi le donne hanno, con la quale qualche volta si permettono di dire cose tali che l’uomo va fuori di cervello”. a dirlo è stato il padre di Antonino Borgia, l’imprenditore di Partinico su cui pesa l’accusa di essere l’assassino di Ana Maria Di Piazza. E quello che ha detto il padre di Borgia è stata interpretata da molti come un’altra coltellata inferta alla ragazza di Giardinello. 

Ieri pomeriggio all’interno della chiesa madre di Giardinello si sono svolti i funerali della donna. Una folla addolorata ha accompagnato il feretro dopo che è stato restituito alla famiglia. Sul suo corpo era stata eseguita l’autopsia all’interno dell’Istituto di Medicina Legale del Policlinico, ordinata dalla Procura di Palermo. L’esame autoptico ha rivelato che il corpo della 30enne è stato martoriato da 10 coltellate, quella che l’ha uccisa alla gola. 

Ana era, inoltre, incinta da tre mesi di un maschietto. Per questo motivo avrebbe chiesto dei soldi a Borgia che nascondeva alla moglie la relazione extraconiugale con la ragazza. La violentissima lite, prima in strada, poi all’interno del furgone di Borgia, sarebbe scaturita, come ha confessato l’uomo ai pm, dall’ennesima richiesta di denaro da parte della vittima. Una lite furibonda, ripresa anche dalle telecamere di sorveglianza di una villetta, nelle vicinanze dello svincolo per Balestrate della SS113. 

Ana Di Piazza lascia un figlio di 11 anni. Ed è sul ragazzino che ora si concentreranno le attenzioni dei familiari e dell’intera comunità di Giardinello. Ieri anche la madre di Ana, la vittima, ha parlato ai microfoni di “Mattino Cinque”. La donna dice di non avere alcuna intenzione di perdonare Borgia. “Mia figlia è stata uccisa in modo atroce. Provo un dolore indescrivibile. Adesso il mio unico obiettivo è mio nipote”. 

1 Commento
  1. Fabian scrive

    Probabilmente è l’unico modo per reagire. Credo che anche lui non stia bene. Nessuno vorrebbe che il proprio figlio faccia queste atrocità. Immagino o penso cosa intendeva dire ma non giustifica un omicidio.

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.