Nuova interdittiva antimafia per la ditta Mirto, riunione d’urgenza in Sala Rossa

Ad agosto la Prefettura aveva già cancellato la società dalla White List, ma il TAR aveva sospeso l’interdittiva in seguito ad un ricorso dei legali della Mirto

MONREALE – Una nuova interdittiva antimafia è stata emessa dalla Prefettura di Palermo nei confronti della ditta Mirto SRL di San Cipirello, la società impegnata a svolgere il servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti per il comune di Monreale.

Ad agosto di quest’anno la Prefettura aveva cancellato la società dalla White List. Il comune di Monreale di conseguenza aveva avviato la pratica per interrompere il rapporto di lavoro con la società, sostituendola con la New System Service di Marsala, giunta seconda nella gara d’appalto.

Ma durante i giorni necessari al passaggio di consegne tra le due società, la Mirto, rappresentata dall’avvocato Giovanni Immordino, aveva impugnato l’atto dinanzi al TAR che il 30 agosto aveva sospeso l’interdittiva, consentendo così alla ditta di continuare a svolgere il servizio per il comune di Monreale, in attesa del suo pronunciamento.

Ieri, a distanza di pochi mesi, un nuovo provvedimento amministrativo è stato emesso dalla Prefettura.

A questo punto toccherà all’amministrazione comunale decidere quali atti consequenziali assumere. Questa mattina in Sala Rossa è stata convocata d’urgenza una riunione tra il sindaco Alberto Arcidiacono, i dirigenti Nicolò Cangemi e Maurizio Busacca, e il signor Pietro Amato, rappresentante legale della New System Service di Marsala.

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.