Monreale, niente lavoro almeno fino al 2020 per chi prende il Reddito di Cittadinanza

Il centro per l’impiego  ha già iniziato la prima fase che finirà a dicembre

MONREALE – Almeno fino al 2020 i percettori del reddito di Cittadinanza non riceveranno la proposta di un posto di lavoro.

Così gli oltre 2 mila beneficiari del reddito di cittadinanza potranno continuare a ricevere l’assegno comodamente seduti nelle loro poltrone (tranne qualche raro caso di volontari che si impegnano a ripulire strade o riparare fontane). Possono dormire quindi sogni tranquilli i percettori del Reddito di cittadinanza di Monreale, Altofonte, Piana degli Albanesi, Santa Cristina Gela e di tutti gli altri comuni che rientrano nella giurisdizione del Cpi normanno.

I Centri per l’impiego stanno iniziando solo in questi giorni a inviare via mail le convocazioni ai percettori del Rdc e lunghissimo sarà l’iter che porterà alla firma del patto per il lavoro.

Intanto a Monreale si sono insediati in via Venero i Navigator che avranno il compito di trovare un posto di lavoro all’esercito dei percettori del Reddito di Cittadinanza. Il 2 ottobre è stata la giornata d’esordio per 6 Navigator, alcuni anche monrealesi, che hanno dovuto fare i conti con qualche criticità. All’interno del Centro per l’impiego monrealese mancherebbero, infatti, le postazioni per consentire alle 6 nuove unità di lavorare in maniera ottimale e non si sa se e quando gli uffici, già insufficienti del Cpi, potranno essere allargati.

Il centro per l’impiego  ha già iniziato la prima fase prevista. Gli operatori, coadiuvati dai Navigator, hanno iniziato a inviare le convocazioni agli oltre 2000 nuclei familiari che nel territorio beneficiano dell’assegno mensile. Il prossimo step sarà il primo incontro tra beneficiari e centri per l’impiego. I Navigatori dovranno controllare se i percettori hanno già compiuto tutti i passi per accedere al beneficio e se questi possano godere di alcuni esoneri. Si passerà dunque alla firma del patto di servizio mentre il patto per il lavoro sarà definito nel corso di incontri successivi. Entro il 15 dicembre dovrebbero terminare tutte le prime convocazioni.

Altra incognita è quella relativa al lavoro che dovranno trovare i Navigatori ma per affrontare questo problema ancora ne deve passare acqua sotto i ponti.  

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.