I Carabinieri di Monreale arrestano 4 napoletani, nascondevano 135 di hashish negli sportelli delle auto (LE IMMAGINI E IL VIDEO)

Tre donne e un uomo: avevano 1.363 panetti da 98 grammi di hashish e 296 grammi di marijuana, adesso gli uomini si trovano al Pagliarelli

PALERMO – Si è svolta la scorsa notte un’operazione condotta dalla sezione operativa e radiomobile dei carabinieri di Monreale che ha portato all’arresto di 4 corrieri della droga. Tutti napoletani, tre donne ed un uomo, sono stati trovati in possesso di grossi quantitativi di hashish e di marijuana.

Si tratta di:

– Carrotta Michele, nato a Napoli, classe 1978, ivi residente;

– Miele Sara, nata a Napoli, classe 1980, ivi residente;

– Taglialatela Jessica, nata a Napoli, classe 1991, ivi residente;

  • Carrotta Nunzia, nata a Napoli, classe 1971, ivi residente.

Tutti sono stati arrestati per produzione, traffico e detenzione di sostanze stupefacenti e psicotrope.

L’operazione è stata condotta durante un controllo alla circolazione stradale lungo le principali arterie cittadine, in via Regione Siciliana, altezza ponte Corleone, quando i Carabinieri hanno controllato due autovetture, una “Renault Captur” ed una “Fiat 500 L”.

Panetti di hashish nelle auto, 4 napoletani arrestati dai Carabinieri di Monreale

Panetti di hashish nelle auto, 4 napoletani arrestati dai Carabinieri di Monreale

Publiée par FiloDiretto Monreale sur Mercredi 2 octobre 2019

A seguito delle perquisizioni dei veicoli i Carabinieri hanno rinvenuto:

134 kilogrammi di sostanza stupefacente di tipo hashish suddivisi in 1.363 panetti da 98 grammi ciascuno e 296 grammi di sostanza stupefacente di tipo marijuana.

Gli stupefacenti erano occultati, all’interno dei pannelli delle portiere delle automobili.

Le persone sono state trovate anche in possesso di 2.307 € in contanti, verosimilmente provento dell’attività illecita.

Tutta la merce e il denaro contante sono stati sottoposti a sequestro.

Gli arrestati sono stati condotti presso la casa circondariale “Pagliarelli” in attesa della successiva udienza di convalida su disposizione della competente Autorità Giudiziaria.

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.