L’ACM incontra il sindaco. Filippo Tusa: “Sei l’ultima speranza, altri 5 anni così non sono sostenibili”

Arcidiacono: “A lavoro per sbloccare un finanziamento di 2.800.000 euro. Riapertura dei bagni pubblici e risparmio energetico”

Monreale 23 Maggio 2019 – Oggi una rappresentanza dell’Associazione commercianti di Monreale è stata ricevuta dal neo sindaco.

I commercianti hanno voluto dare il loro saluto e porgere gli auguri ad Alberto Arcidiacono. 

Durante l’incontro, informale, chiesto dall’associazione, sono state presentate alcune argomentazioni, già discusse con la precedente amministrazione.

“Spero che molti di questi progetti, alcuni a costo zero, che non sono stati realizzati, possano essere portati a termine”, ha dichiarato il presidente dell’ACM. Disponibile a collaborare affinché ci possa essere un salto di qualità nella realtà che giornalmente vivono i commercianti monrealesi.

Tusa ha consegnato al sindaco un fascicolo, in cui sono elencate alcune richieste fatte nel 2014. Nel documento, racchiusi gli obiettivi che vorrebbero raggiungere lavorando in sinergia con la nuova amministrazione.

“Noi ci siamo – ha concluso il presidente – ci vogliamo essere e vogliamo essere parte attiva della nostra città. Sindaco sei l’ultima speranza perché altri 5 anni così non sono sostenibili”.

Il sindaco ha poi preso la parola ringraziando i presenti, augurandosi che il rapporto di collaborazione si possa intensificare nel tempo e che di sicuro sarà di aiuto nell’amministrare Monreale.

Arcidiacono ha reso noto che sono già a lavoro per sbloccare un finanziamento dimenticato di 2.800.000,00 euro. La somma riguarda il quartiere Carmine e via Torres.

Novità anche per quanto riguarda la riapertura dei bagni pubblici. “Tra un paio di settimane sarò in grado di dare la data esatta della riapertura”. A breve Arcidiacono renderà noto l’esito dell’incontro avuto con una società che si occupa di fotovoltaico e pannelli solari utili all’illuminazione della città. 

“Non è solo con il sindaco – ha detto il primo cittadino – che si deve rapportare l’ACM, ma con tutta la squadra assessoriale ed il consesso consiliare che lavorerà allo stesso modo e forse anche meglio di Alberto Arcidiacono”.

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.