Orlando diserta l’aula bunker: “Trasformata in piazza per comizi”

Stamattina il sindaco ha accolto gli studenti al Porto di Palermo. Davanti l’aula ha atteso Conte e Fico

Palermo, 23 maggio 2019 -Oltre il presidente della Regione, Nello Musumeci, e Claudio Fava anche il sindaco di Palermo Leoluca Orlando ha deciso di disertare la cerimonia di commemorazione per le vittime della strage di Capaci nell’aula Bunker. Orlando è andato via prima dell’arrivo di Matteo Salvini. 

“Mi ero augurato – dichiara Orlando – che qualsiasi presenza istituzionale oggi a Palermo e all’Aula Bunker non si trasformasse in occasione per comizi pre-elettorali. Ho appreso che purtroppo non sarà così col previsto intervento di chi solo tre giorni fa ha attaccato i magistrati siciliani”.

“Il dovere di rispettare la memoria di quell’Aula – prosegue – del Pool antimafia che vi realizzò il primo maxi processo, del Comune di Palermo che a quel processo per la prima volta si costituì Parte Civile. Soprattutto il dovere del rispetto della memoria di chi si è battuto a costo della vita contro ogni violenza e violazione dei diritti e del diritto, quel dovere mi impone di non essere presente all’Aula Bunker purtroppo trasformata in piazza per comizi”.

“Sarò oggi nelle piazze della città – conclude – con i cittadini di Palermo e con gli studenti di tutta Italia, sarò lì dove si renderà doveroso omaggio istituzionale e umano alla memoria delle vittime”.

Stamattina Orlando, ha accolto al porto gli studenti provenienti da tutta Italia per le manifestazioni in ricordo di Giovanni Falcone e delle vittime della strage. Dopo, si è spostato all’ingresso dell’Aula Bunker per accogliere il presidente della Camera dei deputati, Roberto Fico e il presidente del Consiglio Giuseppe Conte. 

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.