Salvini a Monreale, Gambino: “Sarebbe stato opportuno renderlo un incontro istituzionale. La lotta alla mafia non ha colore politico”

Gambino: “Un paese militarizzato, solo per un comizio, non ha avuto senso”

Monreale, 26 aprile 2019 – “Sarebbe stato opportuno trasformare il pregevole gesto fatto oggi dal vicepremier Matteo Salvini, nel rendere omaggio al capitano Emanuele Basile ucciso dalla mafia il 4 maggio del 1980, in un vero e proprio incontro istituzionale fra i rappresentanti del governo locale e il ministro dell’Interno, uniti nella lotta alla mafia”.

A dichiararlo è Roberto Gambino, candidato a sindaco di Monreale per i movimenti Il Mosaico e Monreale Bene Comune. “La lotta alla mafia non può e non deve avere colore politico e i ruoli vanno sempre e comunque rispettati – prosegue Gambino -. E anche se il ministro Salvini era a Monreale per ragioni prettamente elettorali, il nostro sindaco uscente avrebbe dovuto cogliere l’occasione per continuare a rappresentare la sua città mantenendo il suo ruolo di primo cittadino”.

E conclude: “Un incontro istituzionale in uno spazio istituzionale avrebbe consentito un incontro sereno con la città e le sue organizzazioni civiche. Un paese militarizzato, solo per un comizio, non ha avuto senso”.

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.