Oggi è 21/02/2019

Cronaca

Tommaso Gullo (ARCI): “Non è bloccando i flussi migratori che si acquisiranno diritti”

“Italia sicura come non mai. Sui diritti si deve svolgere la battaglia più importante. In questa perenne ricerca del nemico, a pagarne le spese sono sempre e comunque i più deboli”

Pubblicato il 30 agosto 2018

Tommaso Gullo (ARCI): “Non è bloccando i flussi migratori che si acquisiranno diritti”

Monreale, 30 agosto 2018 – Fa specie, nel 2018, sentire riaffiorare parole come razza, muri, confini, identità, sovranità, parole lanciate come brandelli di carne in mezzo a branchi di cani rabbiosi. 

Ma, in fondo, il detto homo homini lupus (l’uomo è lupo per l’altro uomo) è sempre attuale, e gli antichi sapevano bene come scatenare i peggiori istinti umani e non hanno mai perso l’occasione di farlo.

Ad amplificare la cosa, i social network, mezzi nati per svago oggi sono veri organi di stampa, e non a caso i partiti al governo sono anche i più abili nel diffondere i propri contenuti attraverso questi. 

Orde di utenti pronti a sbranarsi con chi non condivide la propria idea, una vera e propria macchina da guerra per radicalizzare le proprie opinioni senza un briciolo di analisi critica. Ogni argomento, dalla politica alla chimica nucleare, diventa quindi, campo di battaglia per acuire dicotomie e odio sociale. Una lenta opera di auto-convincimento dalla quale non tutti però hanno i mezzi per uscirne.

Prendiamo ad esempio il tema dell’immigrazione. 

A nulla servono i numeri ufficiali che rappresentano un’Italia sicura come non mai e smentiscono ogni teoria sull’invasione, gran parte degli italiani è fermamente convinta che questo stia accadendo. Lo dimostra uno studio dell’Istituto Cattaneo, secondo il quale il 70% degli italiani è convinto che ci siano il 25% di cittadini stranieri, in realtà sono il 9% – compresi quelli comunitari.

Malgrado ciò, su di questi si è aperto un dibattito talmente aspro da sfociare in molti casi in razzismo e xenofobia. 

Ma le ragioni di questo rancore sono tutt’altro che virtuali e hanno delle ragioni ben precise. 

Abbiamo vissuto una crisi economica importante, che ha aperto una competizione al ribasso a danno dei diritti dei lavoratori appannaggio delle aziende e se a questa aggiungiamo esternalizzazioni e blocco del turn over (ricambio aziendale privato e pubblico), per i lavoratori il destino è segnato. 

Tutti i pilastri del mercato globale sono stati messi in discussione e aperto una vera e propria guerra commerciale che vede coinvolti gran parte dei continenti. Una frattura che ha fatto riemergere concetti che avevamo in qualche modo archiviato, come l’autarchia e il sovranismo. 

C’è anche un lato culturale del nostro paese che forse non andrebbe sottovalutato. Al contrario dei più noti paesi colonizzatori (Francia, Inghilterra, Portogallo e Spagna), che hanno avuto dei precisi obblighi con i paesi colonizzati, l’Italia non ha mai avuto flussi importanti di migranti, per noi è un fenomeno relativamente recente e si scontra con una società probabilmente poco pronta, e in questo ci verranno in soccorso le seconde generazioni. 

In questa perenne ricerca del nemico, a pagarne le spese sono sempre e comunque i più deboli. I nostri giovani (specie laureati) riescono raramente a trovare uno sbocco lavorativo e sono costretti ad andare all’estero, quelli che rimangono vedono ogni giorno ridursi diritti e dignità ponendosi in netta contrapposizione con quelli ancora più deboli, come per l’appunto i migranti. 

In questa lotta impari assistiamo impassibili ad aziende italiane che esternalizzano verso l’Est Europa (vedi FIAT); agli enti pubblici come ospedali e scuole che non assumono da decenni, anzi, perennemente tagliati se non chiusi; ad un tessuto produttivo nella stragrande maggioranza dei casi ottocentesco; allo sfruttamento (fino alla schiavitù) dei lavoratori e alla corruzione. 

Io faccio parte dell’arci, un’associazione che ha come missione l’affermazione dei diritti, perché è sui diritti che si deve svolgere la battaglia più importante e che dovrebbe vederci tutti protagonisti. Una nazione dove esiste una parte di popolo senza cittadinanza è una nazione senza giustizia. E per cittadinanza non intendo certo lo status giuridico, per cittadinanza intendo il riconoscimento della dignità delle persone. Oggi sono senza cittadinanza i disoccupati, le coppie di fatto, i senza casa, alcune donne, le vittime di discriminazioni, chi non può curarsi nella propria città; tutti quelli a cui lo Stato non ha ancora dato delle risposte. 

Perché non è certo bloccando i flussi migratori che si acquisiranno diritti, gli esseri umani migrano da millenni e noi che viviamo in una terra circondata dal mare sappiamo bene quanto ci abbia donato la contaminazione dei popoli e delle culture. Noi che siamo stati un popolo di migranti, e lo siamo tutt’ora, sappiamo le ragioni che spingono una persona a lasciare la propria terra. 

Lasciamo parlare la nostra storia, non la paura, quella è inconfutabile. Il futuro dobbiamo costruirlo noi, su quello abbiamo le responsabilità più grandi e ricadere negli stessi errori del passato non è mai stata una buona ricetta. 

(Tommaso Gullo, presidente ARCI Palermo)

Ricevi tutte le news


Potrebbero interessarti anche:

  • Si è spenta Suor Severina Ricca, per 17 anni si è presa cura di diversi monrealesi

    Cronaca

    Monreale, 20 febbraio 2019 - Si è spenta oggi alle ore 18, all'età di 91 anni, Suor Severina Ricca, un tempo superiora del Boccone del Povero di Monreale. Per circa 17 anni è stata un punto di riferimento per molti monrealesi. I funerali si terranno venerdì 22 febbraio alle 10 nella Casa..

    Continua a Leggere

  • Incidente sul lavoro a Camporeale. Ferito un anziano agricoltore

    Cronaca

    Camporeale, 20 febbraio 2019 - Nuovo incidente sul lavoro in provincia di Palermo. A Camporeale Michele Vinci, 63 anni, bracciante agricolo, è rimasto impigliato con la sciarpa alla macchina seminatrice. L’uomo soccorso dai sanitari del 118 è stato trasferito all’ospedale Civico. I medic..

    Continua a Leggere

  • Alessandra Zerbo della “Vanity Models Management” di Francesco Pampa, approda al “Volkswagen International Fashion Week” di Milano

    Cronaca

    Monreale, 20 febbraio 2019 - Per la prima volta una delle modelle della Vanity Models Management, presieduta dal monrealese Francesco Pampa, parteciperà a un evento di così grande respiro nazionale come il “Volkswagen International Fashion Week Autocogliati Milano”. Sarà la giovanissima Al..

    Continua a Leggere

  • In Sicilia 5 mln a fondo perduto per ripristinare i teatri. Gambino (Mosaico): “Non sprechiamo questa opportunità”

    Cronaca

    Monreale, 20 febbraio 2019 - Sono arrivo in Sicilia grossi finanziamenti a fondo perduto per la riqualificazione di teatri e sedi per lo spettacolo, e Roberto Gambino non perde tempo a proporre Monreale come potenziale destinataria di una parte di questi fondi. Lo scorso 17 gennaio è stato emess..

    Continua a Leggere

  • San Giuseppe Jato. Incidente stradale. Un uomo perde la vita

    Cronaca

    San Giuseppe Jato 20, febbraio 2019 - Si è verificato un gravissimo incidente stradale sulla Strada Provinciale 2, tra San Giuseppe Jato e Camporeale in contrada Cammuca, a pochi chilometri dal Lago Poma. Una Smart è cappottata e un uomo è stato sbalzato fuori dall'abitacolo. L’allarme è st..

    Continua a Leggere

  • Chiro è sparito da circa un mese, 1000 euro a chi lo ritrova

    Cronaca

    Monreale, 20 febbraio 2019 - Era fine gennaio quando Chiro si è allontanato da casa, zona Strazzasiti a Monre..

    Continua a Leggere

  • Apertura serale delle attività commerciali, ancora una proposta da Lo Biondo (#OLTRE): “Ripartiamo dalle potenzialità turistiche”

    Cronaca

    Monreale, 20 febbraio 2019 - Ancora una proposta arriva da Massimiliano Lo Biondo, candidato sindaco di #OLTRE, rivolta in questo caso alle attività commerciali di Monreale. L'idea di #OLTRE è infatti quella di incentivare l'apertura serale delle attività commerciali. "Al calar della sera Monr..

    Continua a Leggere

  • Indennità CDA Biviere. Romanotto: “L’imminente corsa alle urne del 28 Aprile ha posto le condizioni per una risposta mediatica così repentina”

    Cronaca

    Monreale, 20 febbraio 2019 - Riceviamo e pubblichiamo una nota inviata dai consiglieri comunali Giuseppe Romanotto e Giuseppe La Corte (Lega), in relazione all'articolo pubblicato ieri sulla questione delle indennità del CDA dell'Acquedotto Consortile del Biviere. Apprezziamo la celerità de..


  • Monreale. Forza Italia verso l’opzione Caputo. “Diventerà Bellissima” spaccata tra Capizzi e Arcidiacono

    Cronaca

    Monreale, 20 febbraio 2019 - Forza Italia guarda ad una coalizione di centro destra, in cerca di un candidato, “Diventerà Bellissima” si spacca tra Capizzi e Arcidiacono con posizioni interne inconciliabili, Arcidiacono rischia di prendere il PD ma di tenere fuori l’area di centro destra. ..


  • Verde pubblico, dopo 60 anni Monreale affida una porzione di terreno a Santa Maria La Reale per la bonifica dello spazio

    Cronaca

    Monreale, 20 febbraio 2019 - Dopo 60 anni di diatribe sembra finalmente essere stata risolta la questione che vedeva coinvolti il Comune di Monreale, il Comune di Palermo e la Parrocchia di Santa Maria La Reale, sita poco sopra la Rocca, all’inizio della salita del c..


  • Moscarelli (Lega): Roccamena si sta spopolando, vanno via i giovani e il paese invecchia. Errori e inerzia dell’attuale amministrazione

    Cronaca

    Roccamena, 20 febbraio 2019 - Nello scorso consiglio comunale a Roccamena si è costituito il gruppo consiliare della Lega, capogruppo Angelo Moscarelli. Il consigliere, durante i lavori d’aula, aveva lamentato di essere stato lasciato solo ad un certo punto dell’esperienza svolta dal 2014 nei b..


  • Pioggia di contributi regionali per l’illuminazione pubblica. Monreale è fuori. Caputo: “Interi quartieri al buio, San Martino senza luce, la circonvallazione più pericolosa della Sicilia”

    Cronaca

    Monreale, 20 febbraio 2019 - Montelepre, Giardinello, Marineo, Bolognetta, Terrasini, San Giuseppe Jato, Piana degli Albanesi, Caccamo, Belmonte Mezzagno, Roccamena, Corleone, Carini, Palermo. Sono questi comuni della provincia di Palermo che potrebbero ricevere un congruo finanziamento dalla Region..


  • Caso Salvini/Diciotti. Costantini (M5S): “Quello di Capizzi un becero tentativo di gettare nell’agone politico l’avversario politico più accreditato”

    Cronaca

    Monreale, 20 febbraio 2019 - “Ho espresso la mia opinione come libero cittadino e come iscritto ad un Movimento politico che, attraverso strumenti di democrazia diretta, consente a chiunque di poter esprimere il proprio pensiero, trasferendo ai portavoce eletti il compito di farlo proprio e rappre..


  • Capizzi: “La giustizia non va a peso o a misura. La considerazione di Costantini inaccettabile. Non è nessuno per dire se Salvini ha commesso o meno un reato”

    Cronaca

    Monreale, 19 febbraio 2019 - “Mi permetto di dissentire dal punto di vista e dalla considerazione espressa dal consigliere Fabio Costantini. Non lo dico solo da sindaco o da cittadino, ma soprattutto da avvocato penalista. La giustizia non va a peso o a misura”. Il sindaco di Monreale, Piero ..


  • L’assessore regionale Roberto Lagalla incontra gli studenti al Basile-D’Aleo. “Disponibile per progetto pilota di valorizzazione del mosaico”

    Cronaca

    Monreale, 19 febbraio 2019 - Si è tenuto questa mattina, presso l’Aula Magna dell’..


  • Giovanni Ferro (Presidente Biviere): “Tutto regolare. Massaro sta restituendo tutte le indennità ricevute, come deliberato nel 2016”

    Cronaca

    [caption id="attachment_84475" align="alignleft" width="394"] I consiglieri della Lega, Giuseppe Romanotto e Giuseppe La Co..


  • «Si i Murriali?». «No, sugnu Chiuppitanu». Ecco il comune di Pioppo. Storia e disservizi alla base del progetto

    Cronaca

    - «Si i Murriali?» - «No, sugnu Chiuppitanu».  In una semplice domanda e dentro una semplice risposta risiedono le numerose ragioni che stanno spingendo una comunità, ormai da molti anni, a rivendicare la non appartenenza ad un territorio e la propria identifi..


  • Acquedotto Consortile Biviere. Lega: “L’ex presidente Massaro, prima di candidarsi al consiglio comunale, restituisca le somme percepite indebitamente”

    Cronaca

    Monreale, 19 febbraio 2019 - “Il Presidente ed i consiglieri dell’Acquedotto Consortile Biviere se non lo hanno già fatto devono restituire le indennità percepite durante il loro mandato”. È questa la finalità dell’interrogazione al Sindaco che hanno presentato ieri i consiglieri dell..


  • Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com