Oggi è 24/06/2019

Cronaca

Tommaso Gullo (ARCI): “Non è bloccando i flussi migratori che si acquisiranno diritti”

“Italia sicura come non mai. Sui diritti si deve svolgere la battaglia più importante. In questa perenne ricerca del nemico, a pagarne le spese sono sempre e comunque i più deboli”

Pubblicato il 30 agosto 2018

Tommaso Gullo (ARCI): “Non è bloccando i flussi migratori che si acquisiranno diritti”

Monreale, 30 agosto 2018 – Fa specie, nel 2018, sentire riaffiorare parole come razza, muri, confini, identità, sovranità, parole lanciate come brandelli di carne in mezzo a branchi di cani rabbiosi. 

Ma, in fondo, il detto homo homini lupus (l’uomo è lupo per l’altro uomo) è sempre attuale, e gli antichi sapevano bene come scatenare i peggiori istinti umani e non hanno mai perso l’occasione di farlo.

Ad amplificare la cosa, i social network, mezzi nati per svago oggi sono veri organi di stampa, e non a caso i partiti al governo sono anche i più abili nel diffondere i propri contenuti attraverso questi. 

Orde di utenti pronti a sbranarsi con chi non condivide la propria idea, una vera e propria macchina da guerra per radicalizzare le proprie opinioni senza un briciolo di analisi critica. Ogni argomento, dalla politica alla chimica nucleare, diventa quindi, campo di battaglia per acuire dicotomie e odio sociale. Una lenta opera di auto-convincimento dalla quale non tutti però hanno i mezzi per uscirne.

Prendiamo ad esempio il tema dell’immigrazione. 

A nulla servono i numeri ufficiali che rappresentano un’Italia sicura come non mai e smentiscono ogni teoria sull’invasione, gran parte degli italiani è fermamente convinta che questo stia accadendo. Lo dimostra uno studio dell’Istituto Cattaneo, secondo il quale il 70% degli italiani è convinto che ci siano il 25% di cittadini stranieri, in realtà sono il 9% – compresi quelli comunitari.

Malgrado ciò, su di questi si è aperto un dibattito talmente aspro da sfociare in molti casi in razzismo e xenofobia. 

Ma le ragioni di questo rancore sono tutt’altro che virtuali e hanno delle ragioni ben precise. 

Abbiamo vissuto una crisi economica importante, che ha aperto una competizione al ribasso a danno dei diritti dei lavoratori appannaggio delle aziende e se a questa aggiungiamo esternalizzazioni e blocco del turn over (ricambio aziendale privato e pubblico), per i lavoratori il destino è segnato. 

Tutti i pilastri del mercato globale sono stati messi in discussione e aperto una vera e propria guerra commerciale che vede coinvolti gran parte dei continenti. Una frattura che ha fatto riemergere concetti che avevamo in qualche modo archiviato, come l’autarchia e il sovranismo. 

C’è anche un lato culturale del nostro paese che forse non andrebbe sottovalutato. Al contrario dei più noti paesi colonizzatori (Francia, Inghilterra, Portogallo e Spagna), che hanno avuto dei precisi obblighi con i paesi colonizzati, l’Italia non ha mai avuto flussi importanti di migranti, per noi è un fenomeno relativamente recente e si scontra con una società probabilmente poco pronta, e in questo ci verranno in soccorso le seconde generazioni. 

In questa perenne ricerca del nemico, a pagarne le spese sono sempre e comunque i più deboli. I nostri giovani (specie laureati) riescono raramente a trovare uno sbocco lavorativo e sono costretti ad andare all’estero, quelli che rimangono vedono ogni giorno ridursi diritti e dignità ponendosi in netta contrapposizione con quelli ancora più deboli, come per l’appunto i migranti. 

In questa lotta impari assistiamo impassibili ad aziende italiane che esternalizzano verso l’Est Europa (vedi FIAT); agli enti pubblici come ospedali e scuole che non assumono da decenni, anzi, perennemente tagliati se non chiusi; ad un tessuto produttivo nella stragrande maggioranza dei casi ottocentesco; allo sfruttamento (fino alla schiavitù) dei lavoratori e alla corruzione. 

Io faccio parte dell’arci, un’associazione che ha come missione l’affermazione dei diritti, perché è sui diritti che si deve svolgere la battaglia più importante e che dovrebbe vederci tutti protagonisti. Una nazione dove esiste una parte di popolo senza cittadinanza è una nazione senza giustizia. E per cittadinanza non intendo certo lo status giuridico, per cittadinanza intendo il riconoscimento della dignità delle persone. Oggi sono senza cittadinanza i disoccupati, le coppie di fatto, i senza casa, alcune donne, le vittime di discriminazioni, chi non può curarsi nella propria città; tutti quelli a cui lo Stato non ha ancora dato delle risposte. 

Perché non è certo bloccando i flussi migratori che si acquisiranno diritti, gli esseri umani migrano da millenni e noi che viviamo in una terra circondata dal mare sappiamo bene quanto ci abbia donato la contaminazione dei popoli e delle culture. Noi che siamo stati un popolo di migranti, e lo siamo tutt’ora, sappiamo le ragioni che spingono una persona a lasciare la propria terra. 

Lasciamo parlare la nostra storia, non la paura, quella è inconfutabile. Il futuro dobbiamo costruirlo noi, su quello abbiamo le responsabilità più grandi e ricadere negli stessi errori del passato non è mai stata una buona ricetta. 

(Tommaso Gullo, presidente ARCI Palermo)

Ricevi tutte le news


Potrebbero interessarti anche:

  • L’Infiorata del Corpus Domini a Piana Degli Albanesi

    Cronaca

    [gallery ids="108083,108084,108085,108086,108087,108088"] PIANA DEGLI ALBANESI- Una distese di petali lascia a bocca aperti i visitatori. Meravigliosi tappeti di fiori sono stati realizzati a Piana Degli Albanesi.  "Sì è conclus..

    Continua a Leggere

  • Pullman dell’AST prende fuoco all’altezza di Giacalone. Passeggeri in salvo

    Cronaca

    MONREALE - Un incendio ha mandato in fumo un pullman dell’Ast sulla Palermo Sciacca. Stanno intervenendo i vigili del fuoco e i carabinieri.

    Continua a Leggere

  • San Giuseppe Jato, confiscati beni per 1,6 milioni di euro a Pullarà Ignazio

    Cronaca

    PALERMO - Sequestrati questa mattina dai Carabinieri del ROS beni per 1,6 milioni di euro a Ignazio Pullarà, ex reggente della famiglia mafiosa di Palermo - Santa Maria di Gesù, di cui in passato è stato anche reggente. Pullarà, nato a San Giuseppe Jato il 13.04.1946, oggi è detenuto ..

    Continua a Leggere

  • Incendi, scatta il divieto di dar fuoco ai residui vegetali

    Cronaca

    Stop dal 15 giugno fino al 15 ottobre a fuochi di sterpaglie, a stabilirlo l'ordinanza sindacale.  Continua a salire la colonna di mercurio, nei prossimi giorni sono attese infatti temperature con valori sopra la media.  Per limitare gli incendi estivi e garantire l’incol..

    Continua a Leggere

  • Applausi e commozione per il saggio de “La Maison de la Danse”

    Cronaca

    [gallery ids="108037,108038,108039,108040,108041,108042,108043,108044,108045,108046,108047,108048"] PALERMO - Una vera e propria ovazione per "La meravigliosa storia di Alice". In un teatro gremito, ripetuti applausi, ovazione finale e un po'..

    Continua a Leggere

  • L’Infiorata del Corpus Domini ricopre di petali, bellezza e armonia Monreale

    Cronaca

    [gallery ids="107978,107977,107976,107975,107974,107972,107971,107970,107969,107968,107967,107966,107965,107964,107927,107926,107922,107921,107920,107919,107918,107917,107916,107915,107914,107913,107912,107911,107910,107909,107908,108030"] MONREALE -..

    Continua a Leggere

  • Musica e balli non autorizzati, la polizia sequestra un locale a Partinico

    Cronaca

    La Polizia di Stato ha sequestrato un locale di Partinico. Si tratta dell'Antica Enoteca Sfizio Misto.  Il Decreto di sequestro notificato dai poliziotti del Commissariato di

    Continua a Leggere

  • A Lorenzo Abbate e Serena Zeferino il «Trofeo Città di Monreale» (FOTO)

    Cronaca

    [gallery ids="108011,108010,108009,108008,108007,108006,108005"] MONREALE - Sono Lorenzo Abbate e Serena Zeferino i vincitori della settima edizione del “Trofeo Città di Monreale – 3° Memorial Michele Guzzo”, che si è disputato stamane a Monreale. Entrambi portacolori de..

    Continua a Leggere

  • Monreale, notte di fuoco al Caputo: roghi in tutta la provincia

    Cronaca

    MONREALE - Notte intensa quella appena trascorsa per i vigili del fuoco, impegnati su vari fronti nella lotta agli incendi. Complice il grande caldo e il vento di scirocco, il lavoro dei pompieri è stato impegnativo per arginare le fiamme. A Monreale i vigili del fuoco di Palermo hanno spento u..

    Continua a Leggere

  • Monreale si colora, le foto della giornata di oggi. Filippo Tusa: “Ci aspettavamo partecipazione, ma non così tanta”

    Cronaca

    https://www.youtube.com/watch?v=r023TPAJFWU&feature=youtu.be [gallery ids="107964,107965,107966,107967,107968,107969,107970,107971,107972,107974,107975,107976,107977,107978"] MONREALE - Prosegue la manifestazione che ha colorato la città; infatti oggi corso Pietro Novelli e Piazza Gugliel..

    Continua a Leggere

  • A Piana degli Albanesi la prima gara Triathlon d’Italia

    Cronaca

    PIANA DEGLI ALBANESI -Si tratta della prima gara di triathlon fuori strada di Long distance in Italia, la seconda nel mondo dopo quella francese. Gar..

    Continua a Leggere

  • Durante l’allestimento dell’infiorata ha vinto la cooperazione. Le migliori foto di ieri notte

    Cronaca

    [gallery ids="107878,107879,107880,107881,107882,107883,107884,107885,107886,107887,107888,107889,107890,107891,107892,107893,107894,107895,107896,107897,107898,107899,107900,107901,107902,107903,107904,107905,107906,107907,107908,107909,107910,107911,107912,107913,107914,107915,107916,107917,107918..

    Continua a Leggere

  • San Cipirello, tre donne guideranno il comune: ecco la Commissione straordinaria

    Cronaca

    SAN CIPIRELLO - Guideranno il comune di San Cipirello, sciolto per infiltrazioni mafiose, per i prossimi 18 mesi. Sono il viceprefetto Esther Mammano, il viceprefetto aggiunto Federica Nicolosi e Concetta Maria Musca, funzionaria economico-finanz..

    Continua a Leggere

  • Mondello, Balestrate e Trappeto le spiagge scelte da chi resta in vacanza in città

    Cronaca

    PALERMO - Le “5 Vele” Legambiente premiano il mare della Sicilia che si aggiudica il titolo di regina dell'estate. Da tempo l'Isola è meta indiscussa da parte dei turisti, ma anche da parte dei siciliani che scelgono di rimanerci per trascor..

    Continua a Leggere

  • “Tennis in piazza”. A Monreale gli atleti del Kalta, Circolo Tennis Palermo, TC3 Palermo/Tennis Libero, Country Club, TC2 Palermo, TC Bagheria, Sporting Club, Kalaja, Lions e Bari Centro

    Cronaca

    MONREALE - Ancora sport in piazza, all’ombra del Duomo di Monreale. Oggi è la giornata dedicata al tennis, e la cattedrale farà da scenario ad un torneo che rientra nella seconda tappa stagionale del "Tennis in Piazza", l'iniziativa promossa ..

    Continua a Leggere

  • Monreale, la pallavolo all’ombra del Duomo

    Cronaca

    [gallery ids="107839,107840,107841,107842,107843,107844,107845,107846,107847,107848,107849,107850,107851,107852,107853"] MONREALE - Ancora sport, ed ancora all’ombra del Duomo. Anche ieri pomeriggio piazza Guglielmo si è trasformata in..

    Continua a Leggere

  • Rifiuti, chiusa discarica di Bellolampo. Raccolta a rilento

    Cronaca

    MONREALE- Chiuso da cinque giorni l'impianto per il trattamento meccanico-biologico di Bellolampo ed è eme..


  • Potenziamento centri di raccolta, pubblicato bando da 21 milioni per i comuni siciliani

    Cronaca

     
    MONREALE- <..