Oggi è 19/12/2018

Cronaca
Operazione «Nuovo Papa» a Monreale. LE FOTO DEGLI ARRESTATI

Operazione “Nuovo Papa”. La scalata di Sergio Damiani, in carcere designato capo della famiglia di Monreale (VIDEO DELLA CONFERENZA STAMPA)

La famiglia di Monreale tra le più importanti del mandamento di San Giuseppe Jato

Pubblicato il 11 giugno 2018

Operazione “Nuovo Papa”. La scalata di Sergio Damiani, in carcere designato capo della famiglia di Monreale (VIDEO DELLA CONFERENZA STAMPA)

Palermo, 11 giugno 2019 – “Nonostante la continua azione di contrasto operata dalle forze dell’ordine e dalla magistratura, Cosa Nostra rimane una realtà complessa e strutturata, capace di incidere sul tessuto sociale ed economico della provincia”. È l’amaro incipit del colonnello Antonio Di Stasio, Comandante provinciale dei carabinieri di Palermo, che questa mattina ha preso parte alla conferenza stampa presso la Caserma “Carini” dei carabinieri sull’operazione “Nuovo Papa”.

Le attività investigative hanno individuato i vertici e il nuovo assetto della famiglia mafiosa di Monreale, all’interno del mandamento di San Giuseppe Jato. Una delle famiglie più importanti, per i rapporti più stretti tenuti, anche per motivi geografici, con le principali famiglie mafiose palermitane.

L’operazione “Nuovo Papa” scatta nel 2016 al termine della “Montereale 4.0”, con la quale erano stati disarticolati i vertici della famiglia monrealese. Dall’attività di indagine, e dalle numerose intercettazioni telefoniche, emergeva come il mandamento di San Giuseppe volesse garantire continuità all’interno della famiglia di Monreale, portandone al vertice Sergio, figlio di Salvatore Damiani e nipote di Settimo Damiani, precedenti capi della famiglia. Ma data l’impossibilità momentanea di assegnare l’incarico a Sergio perché in carcere, era stato nominato Salvatore Lupo quale reggente pro tempore. Sergio Damiani gli sarebbe succeduto appena uscito dal carcere.

A Damiani viene contestata l’associazione mafiosa con funzioni direttive. Nel 2014, in seguito alla sentenza di primo grado nell’operazione Nuovo Mandamento, era uscito dal carcere. Rimarrà fuori fino alla sentenza d’appello del novembre 2016, quando per lui si erano riaperti i cancelli del penitenziario. 

In un primo momento non sembrava interessato ad accettare l’incarico di capomafia. Salvatore Lupo aveva cercato inutilmente di convincerlo, gli riconosceva il carisma che lui non possedeva. Damiani accetterà quando la proposta gli arriverà direttamente da Antonino Alamia, che lo incontra sotto casa. Siamo tra fine 2015 e gennaio 2016.

Da allora il nuovo “Papa” mantiene una posizione defilata, e spinge gli altri sodali a mantenere questo comportamento.

Con Lupo si incontrava ad orari sempre diversi, spesso dinanzi ad un negozio di corso Calatafimi con la spesa in mano, in modo apparentemente casuale. Prima di discutere, Lupo veniva invitato a lasciarsi dietro tutti gli oggetti elettronici.

Dall’indagine emerge un capomafia interessato a mantenere l’attività estorsiva, ma anche alle problematiche del territorio. Emblematico è il caso di quando gli viene sottoposto il caso singolare di una serie di furti operati a Monreale da un soggetto non affiliato all’organizzazione. Ordina a Lupo di fare recapitare dei proiettili al ladro. Da allora i furti si ridurranno.

Dall’inchiesta emerge un quadro chiaro sui componenti della famiglia monrealese, dove avviene la nuova affiliazione di Antonino Sciortino, monrealese, su proposta di Salvatore Lupo e con l’avallo di Girolamo Spina e Antonino Alamia del mandamento di San Giuseppe Jato.

Spina, disoccupato, è una figura di vertice di San Giuseppe, a lui viene contestata la tentata estorsione aggravata con il metodo mafioso ai danni di imprenditori edili. Secondo gli investigatori è proprio lui il mandante. Viene tenuto al corrente dai suoi complici prima di commettere l’estorsione e successivamente sull’esito. Nelle intercettazioni si sentono i mafiosi complimentarsi sulla loro capacità dissuasiva, portata avanti con le giuste parole, senza l’utilizzo di metodi eccessivamente violenti. Alla tentata estorsione in pratica seguiva un briefing su come si fosse svolta.

Assume un ruolo di rilievo anche il parrucchiere di San Giuseppe Alamia, che dell’organizzazione era il tesoriere. Alamia gestiva una cassa dove confluiva regolarmente parte degli introiti riconducibili alle estorsioni.

Ricevi tutte le news


Potrebbero interessarti anche:

  • Statue sacre al posto dei rifiuti. L’idea sembra funzionare

    Cronaca

    Monreale, 19 dicembre 2018 - Nei giorni scorsi alcuni cittadini hanno posizionato al bivio Caculla una statua della Madonna fornita da padre Elisee, parroco della Chiesa di Fiumelato. Un cittadino ha anche donato un rosario che è stato aggiunto all'immagine sacra. Si è conclusa questa prima fase c..

    Continua a Leggere

  • Approvati dal consiglio comunale i cantieri di lavoro

    Cronaca

    Monreale, 18 dicembre 2018 - A distanza di un mese, dopo quattro consigli comunali chiusi per assenza di numero legale, oggi è arrivata la ratifica del punto all'ordine del giorno che prevede l'avvio dei cantieri di lavoro. Previsti interventi per rendere più fruibile una strada comunale, via..

    Continua a Leggere

  • Numerose case svaligiate a Monreale. Presa di mira dai ladri via Regione Siciliana

    Cronaca

    Monreale, 18 dicembre 2018 - Case di villeggiatura svaligiate, danneggiamenti, intrusioni notturne e talvolta anche alla luce del sole. E' allarme furti nelle periferie di Monreale. In questi giorni ad essere prese di mira da alcuni furfanti sono le villette che si trovano nelle contrade del mo..

    Continua a Leggere

  • Monreale. Per 9 precari del comune dal primo gennaio contratto a tempo indeterminato

    Cronaca

    Monreale, 18 dicembre 2018 - È stata approvata questa mattina la graduatoria che permetterà a 9 dipendenti del comune di Monreale, assunti a tempo determinato e parziale, di passare entro il 31 dicembre ad un contratto a tempo indeterminato e parziale. Sono state 27 le domande pervenite al comu..

    Continua a Leggere

  • Serena Potenza è il nuovo assessore. Si ricostituisce la giunta

    Cronaca

    Monreale, 18 dicembre 2018 - È Serena Potenza, 40 anni, palermitana, il nuovo assessore comunale alla Pubblica Istruzione, ai Beni culturali, alla Trasparenza e alla Comunicazione. 

    Laureata in Scienze Politiche, indirizzo in Relazioni e Politiche Internaziona..

    Continua a Leggere

  • “Domus Dei et Ianua Coeli”, giovedì alle 10:30 la conferenza stampa presso la Sala Rossa

    Cronaca

    Monreale, 18 dicembre 2018 - In vista del concerto che, come detto in un altro articolo, si terrà giovedì 20 dicembr..

    Continua a Leggere

  • Intervento sugli alloggi di Aquino. Caputo: “Le parole valgono zero. Servono atti concreti”. Monreale Bene Comune: “Cosa c’entra Salvino Caputo con questi lavori?”

    Cronaca

    Monreale, 18 dicembre 2018 - Questa mattina sono già al lavoro gli operai inviati dallo Iacp di Palermo per risolvere il problema legato alla mancata erogazione idrica all'interno degli immobili. 

    Continua a Leggere

  • “Un dolce di solidarietà”, domenica vendita di beneficenza al Collegio di Maria

    Cronaca

    Monreale, 18 dicembre 2018 - Domenica dalle 9 le Confraternite del SS. Crocifisso e di San Castrense, come ormai consuetudine, danno vita alla VIII edizione della fiera del dolce con il titolo..


  • Nell’ospedale Ingrassia “Ti curo leggendo”: un’iniziativa per pazienti e familiari

    Cronaca

    Monreale, 18 dicembre 2018 - Dal 17 al 21 dicembre verrà allestita una piccola biblioteca in Ospedale attraverso la donazione di un libro. Un percorso di umanizzazione intrapreso dal Presidio Ospedaliero “Ingrassia” di Palermo, si chiama “Ti curo leggendo”. La consegna dei..

    Continua a Leggere

  • Pubblicato il “calendario delle manifestazioni di grande richiamo turistico”, ma Monreale non è in lista

    Cronaca

    Monreale, 17 dicembre 2018 - È stato reso pubblico il decreto, rilasciato dall'Assessorato Regionale al Turismo, con cui vengono calendarizzati gli eventi "di grande richiamo turistico". Si tratta di eventi eccellenti che vanno dalle feste di carnevale fino alle rappresentazioni classiche. Le ma..

    Continua a Leggere

  • Famiglie bisognose, mercoledì la distribuzione delle derrate alimentari in contrada Grotte- Favara

    Cronaca

    Monreale, 17 dicembre 2018 - Nella sede dell’associazione “Asfa Sicilia” (Associazione di sostegno alla famiglia) nella villa confiscata alla mafia in contrada Grotte Favara verranno distribuite delle derrate alimentari a favore delle famiglie bisognose del territorio comunale.  L..

    Continua a Leggere

  • Il coro della scuola P. Novelli si esibisce per gli anziani della casa di riposo Benedetto Balsamo

    Cronaca

    Monreale, 17 dicembre 2018 - Questa mattina i bambini del coro della Direzione Didattica Pietro N..

    Continua a Leggere

  • Era conosciuto come Aldo il pittore. Accanto al corpo del clochard vegliava il suo gatto

    Cronaca

    Palermo, 17 dicembre 2018 - Aid Abdellah, conosciuto come Aldo, è il nome dell’uomo 56enne di origine musulmana che è stato freddato mentre dormiva sotto i portici di piazzale Ungheria. Il clochard è stato trovato agonizzante con una profonda ferita alla testa intorno alle 7,30. A lanciare l’..

    Continua a Leggere

  • Aquino, case popolari di nuovo senza acqua. Inutile l’intervento dei giorni scorsi

    Cronaca

    Monreale, 17 dicembre 2018 - Siamo di nuovo alle prese con le case popolari di via Santa Liberata..

    Continua a Leggere

  • Corsa contro il tempo. SOS cuccioli cercano casa

    Cronaca

    Monreale, 17 dicembre 2018 - Questa mattina tre cuccioli sono stati trovati all'interno di una sc..

    Continua a Leggere

  • La Parrocchia di San Giuseppe al Malpasso inaugura il suo presepe

    Cronaca

    Monreale, 17 dicembre 2018 - Tra i tanti presepi che in questo periodo abbelliscono chiese e luoghi..

    Continua a Leggere

  • “Un uomo perbene”. A Piazzale Ungheria trovato il corpo senza vita di un senza tetto

    Cronaca

    Palermo, 17 dicembre 2018 - È stato trovato questa mattina senza vita, all’interno di piazzale Ungheria, a Palermo. A pancia sotto. Dalle prime notizie sembra che abbia un foro sulla testa. Intorno un cordolo di Carabinieri, che non permette a nessuno di avvicinarsi.  [gallery ids="8..

    Continua a Leggere

  • Lotta al randagismo, i volontari impegnati nel controllo del territorio. Zingales: “Accolte tutte le domande pervenute dalle associazioni”

    Cronaca

    Monreale, 17 dicembre 2018 -L’intenzione di affidare l’ex Centro Civico Villaggio Montano alle associazioni volontarie di Guardie Ambientali ..

    Continua a Leggere

  • Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com