Oggi è 14/10/2019

Cronaca
Operazione «Nuovo Papa» a Monreale. LE FOTO DEGLI ARRESTATI

Operazione “Nuovo Papa”. La scalata di Sergio Damiani, in carcere designato capo della famiglia di Monreale (VIDEO DELLA CONFERENZA STAMPA)

La famiglia di Monreale tra le più importanti del mandamento di San Giuseppe Jato

Pubblicato il 11 giugno 2018

Operazione “Nuovo Papa”. La scalata di Sergio Damiani, in carcere designato capo della famiglia di Monreale (VIDEO DELLA CONFERENZA STAMPA)

Palermo, 11 giugno 2019 – “Nonostante la continua azione di contrasto operata dalle forze dell’ordine e dalla magistratura, Cosa Nostra rimane una realtà complessa e strutturata, capace di incidere sul tessuto sociale ed economico della provincia”. È l’amaro incipit del colonnello Antonio Di Stasio, Comandante provinciale dei carabinieri di Palermo, che questa mattina ha preso parte alla conferenza stampa presso la Caserma “Carini” dei carabinieri sull’operazione “Nuovo Papa”.

Le attività investigative hanno individuato i vertici e il nuovo assetto della famiglia mafiosa di Monreale, all’interno del mandamento di San Giuseppe Jato. Una delle famiglie più importanti, per i rapporti più stretti tenuti, anche per motivi geografici, con le principali famiglie mafiose palermitane.

L’operazione “Nuovo Papa” scatta nel 2016 al termine della “Montereale 4.0”, con la quale erano stati disarticolati i vertici della famiglia monrealese. Dall’attività di indagine, e dalle numerose intercettazioni telefoniche, emergeva come il mandamento di San Giuseppe volesse garantire continuità all’interno della famiglia di Monreale, portandone al vertice Sergio, figlio di Salvatore Damiani e nipote di Settimo Damiani, precedenti capi della famiglia. Ma data l’impossibilità momentanea di assegnare l’incarico a Sergio perché in carcere, era stato nominato Salvatore Lupo quale reggente pro tempore. Sergio Damiani gli sarebbe succeduto appena uscito dal carcere.

A Damiani viene contestata l’associazione mafiosa con funzioni direttive. Nel 2014, in seguito alla sentenza di primo grado nell’operazione Nuovo Mandamento, era uscito dal carcere. Rimarrà fuori fino alla sentenza d’appello del novembre 2016, quando per lui si erano riaperti i cancelli del penitenziario. 

In un primo momento non sembrava interessato ad accettare l’incarico di capomafia. Salvatore Lupo aveva cercato inutilmente di convincerlo, gli riconosceva il carisma che lui non possedeva. Damiani accetterà quando la proposta gli arriverà direttamente da Antonino Alamia, che lo incontra sotto casa. Siamo tra fine 2015 e gennaio 2016.

Da allora il nuovo “Papa” mantiene una posizione defilata, e spinge gli altri sodali a mantenere questo comportamento.

Con Lupo si incontrava ad orari sempre diversi, spesso dinanzi ad un negozio di corso Calatafimi con la spesa in mano, in modo apparentemente casuale. Prima di discutere, Lupo veniva invitato a lasciarsi dietro tutti gli oggetti elettronici.

Dall’indagine emerge un capomafia interessato a mantenere l’attività estorsiva, ma anche alle problematiche del territorio. Emblematico è il caso di quando gli viene sottoposto il caso singolare di una serie di furti operati a Monreale da un soggetto non affiliato all’organizzazione. Ordina a Lupo di fare recapitare dei proiettili al ladro. Da allora i furti si ridurranno.

Dall’inchiesta emerge un quadro chiaro sui componenti della famiglia monrealese, dove avviene la nuova affiliazione di Antonino Sciortino, monrealese, su proposta di Salvatore Lupo e con l’avallo di Girolamo Spina e Antonino Alamia del mandamento di San Giuseppe Jato.

Spina, disoccupato, è una figura di vertice di San Giuseppe, a lui viene contestata la tentata estorsione aggravata con il metodo mafioso ai danni di imprenditori edili. Secondo gli investigatori è proprio lui il mandante. Viene tenuto al corrente dai suoi complici prima di commettere l’estorsione e successivamente sull’esito. Nelle intercettazioni si sentono i mafiosi complimentarsi sulla loro capacità dissuasiva, portata avanti con le giuste parole, senza l’utilizzo di metodi eccessivamente violenti. Alla tentata estorsione in pratica seguiva un briefing su come si fosse svolta.

Assume un ruolo di rilievo anche il parrucchiere di San Giuseppe Alamia, che dell’organizzazione era il tesoriere. Alamia gestiva una cassa dove confluiva regolarmente parte degli introiti riconducibili alle estorsioni.

Ricevi tutte le news


Potrebbero interessarti anche:

  • Premio Eccellenza Italiana, l’attrice Denise Sardisco conquista la sezione cinema

    Cronaca

    Giunto alla sua VI edizione, nella prestigiosa cornice del Café Milano il prossimo 19 ottobre si svolgerà la cerimonia di conferimento del Premio Eccellenza Italiana. Per la sezione cinema verrà premiata l'attrice monrealese Denise Sardisco. La giovane siciliana che, dopo diverse esperienze te..

    Continua a Leggere

  • Partinico, minacce ed estorsioni alla madre. Arrestato un giovane di 24 anni

    Cronaca

    PARTINICO - La Polizia di Stato ha tratto in arresto, a Partinico, un cittadino di 24 anni, responsabile dei reati di maltrattamenti in famiglia e tentata estorsione. Il giovane, qualche sera orsono, ha rivolto minacce e richieste estorsi..

    Continua a Leggere

  • Monreale, si è spento Mastro Nino La Mantia, muratore conosciuto in città

    Cronaca

    MONREALE - Sarebbe stato un infarto fulminante la causa della morte di Antonino La Mantia, muratore monrealese. L’uomo questa mattina si trovava presso l’abitazione di un cliente, in via Romeo, a Monreale, dove avrebbe dovuto cominciare un la..

    Continua a Leggere

  • Reddito di cittadinanza, scoperto un furbetto a San Martino delle Scale

    Cronaca

    SAN MARTINO DELLE SCALE - Percepiva il reddito di cittadinanza da ormai diversi mesi, il beneficio però era frutto di dichiarazioni mendaci. L’uomo, cl. 71 di Monreale, aveva infatti dichiarato di essere privo..

    Continua a Leggere

  • Monreale, lente d’ingrandimento sulla ditta Mirto ma anche sugli uffici del comune preposti al controllo

    Cronaca

    MONREALE - Il Tribunale Amministrativo della Sicilia non si è ancora pronunciato sull'interdittiva antimafia emessa dalla Prefettura di Palermo nei confronti della ditta Mirto SRL di San Cipirello. A fine agosto la Pr..


  • Monreale, TARI più bassa del 9% rispetto al 2018

    Cronaca

    MONREALE - Si attesta a 6.203.882,19 euro il costo complessivo del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti solidi urbani relativo al 2019 per il comune di Monreale. È stato appena approvato il piano dei costi da parte del segretario comunale, il dott. Francesco Maria Fragale..


  • Sabato l’assassinio di Hevrin Khalaf, paladina curda dei diritti delle donne

    Cronaca

    Nei luoghi martoriati del pianeta, dove ogni infinitesimale anelito di libertà ed equità sociale affoga miseramente nel sangue di coloro i quali, attraverso la lotta e il dialogo diplomatico, tentano di ribaltare le sorti di sistemi politici ingiusti e liberticidi, le donne si distinguono ..


  • Palermo, mostra collettiva di pittura: “Salvo D’Acquisto-Amò il suo prossimo più di se stesso”

    Cronaca

    PALERMO - L'associazione culturale senza scopo di lucro "Centro d'Arte e di Informazione Studio71" in occasione dell'imminente della stagione artistica, intende inserire tra i vari appuntamenti culturali ed espositivi, la realizzazione di una mos..


  • Palermo, il corteo: “Il governo italiano sospenda la vendita di armi alla Turchia” 

    Cronaca

    PALERMO - Palermo dice No all'invasione turca in Siria, si è svolto ieri il corteo di protesta in centro. La manifestazione è partita da piazza Verdi terminando in piazza Pretoria, di fronte al Palazzo delle Aquile. A sfilare per la ..


  • Sarebbero i piromani di San Martino, a processo Pietro e Angelo Cannarozzo

    Cronaca

    Secondo la Procura sono loro i responsabili di alcuni incendi che distrussero nell’estate del 2017 ettari di vegetazione, mettendo in pericolo anche la vita di numerosi residenti delle villette di San Martino delle Scale.


  • Filippo Tusa (ACM): “L’estate monrealese? Un gran successo, i risultati sono sotto gli occhi di tutti”

    Cronaca

    MONREALE - "La stagione dei buoni propositi" è stata definita dall'Associazione Commercianti  l'"E...state a Monreale". A distanza di pochi giorni dalla conclusione degli eventi organizzati dal comune normanno il presidente Filippo Tusa si ..


  • Regione, oltre 1000 nuove assunzioni di giovani nel prossimo triennio

    Cronaca

    PALERMO - Oltre mille nuove assunzioni di giovani, nel prossimo triennio, per rafforzare l’organico del dipartimento regionale del Lavoro e i Centri per l’impiego in Sicilia. Lo prevede il Piano del fabbisogno del personale per l’ampli..


  • La Coppa degli Assi torna in Sicilia, concorso equestre internazionale di salto a ostacoli

    Cronaca

    PALERMO - Ritorna in Sicilia - dopo l'ultima edizione svoltasi a Verona nel 2016 - la storica Coppa degli Assi, il concorso equestre internazionale di salto a ostacoli. A ospitare l’evento, dopo le trentadue edizioni svoltesi a partire dal 1976..


  • Rifiuti, la Regione proroga il bando per finanziare i centri comunali di raccolta

    Cronaca

    PALERMO - Il dipartimento regionale Acque e rifiuti, su input del presidente Musumeci, ha prorogato al 30 ottobre la scadenza del bando per realizzare o ampliare i centri comunali di raccolta dei rifiuti. Il termine ultimo era fissato per il 15 o..


  • A Palermo Notte di zucchero: festa di morti, pupi e grattugie

    Cronaca

    PALERMO - Non esiste un popolo al mondo che non li commemori. Che sia nel segno della tradizione o meno poco cambia. Perché ogni paese che si rispetti, sin dalle sue origini, commemora i suoi morti con una festa. E la Sicilia, così com..


  • Cascate e laghetti a Monreale, il tesoro dimenticato ora svelato dai Forestali (FOTO)

    Cronaca

    [gallery ids="121197,121198,121199,121200,121201,121202,121203,121204,121205,121206,121207,121208,121209,121210,121211,121212,121213,121214"] A Monreale abbiamo il tesoro e non lo sappiamo. Eppure è lì, nascosto, a tratti impenetrabile, in mezzo ad alberi e vegetazione. È il fiume Sant’Elia...


  • Monreale, gioca 3 € al gratta e vinci e ne vince 200.000

    Cronaca

    MONREALE - Gioca un gratta e vinci da tre euro e vince un premio da 200.000 €. Ad essere stato baciato dalla fortuna un cliente di Mirto, il bar che si trova nella centralissima piazza Vittorio Emanuele di Monreale. Il gratta e vinci, della ..


  • Monreale, la Sicily Music Academy apre le iscrizioni al nuovo anno accademico

    Cronaca

    MONREALE - L’accademia “Sicily Music Academy”, diretta dal Maestro Davide Cutrona, riapre le iscrizioni ai corsi accademici per l’anno 2019-2020. I corsi musicali ad indirizzo strumentale quali violino, violoncello, chitarra, pianofort..