Chiusura centro per l’impiego, CISL, CGIL, UILA: disagio per decine di lavoratori forestali

I lavoratori forestali residenti a Monreale, Santa Cristina Gela, Altofonte, Piana degli albanesi saranno costretti a recarsi a Palermo

Monreale, 21 aprile 2018 – Una forte preoccupazione è stata espressa dalle segreterie CISL, CGIL, UILA per l’assenza, ad oggi, di una soluzione adeguata al tema degli avvenimenti dei lavoratori forestali che fanno riferimento all’ufficio per l’impiego di Monreale. Con una nota del 12 marzo avevamo già manifestato la paura che, a causa della momentanea chiusura del suddetto ufficio, si arrivasse a questo appuntamento non preparati, rischiando di ingolfare la procedura, sovraccaricando gli uffici di Palermo. 

“Temiamo – dicono le segreterie provinciali – l’evidente disagio che questo comporterà per decine di lavoratori forestali residenti nei Comuni di Monreale, Santa Cristina Gela, Altofonte, Piana degli albanesi, nonché la numerosa comunità dei lavoratori di Pioppo, che dovranno spostarsi a Palermo. A tal fine – proseguono – l’allora direttore dell’Ufficio per l’impiego, da cui dipende il servizio, aveva dato ampie rassicurazioni sul fatto che sarebbero state trovate soluzioni idonee a scongiurare tali rischi e disagi, anche prevedendo di chiedere l’utilizzo, per questo specifico caso, dei locali dei comuni in cui risiedono i lavoratori interessati dalla procedura.

Anche se il 16 aprile durante il consiglio comunale il Sindaco Capizzi ha rassicurato il segretario del Pd monrealese, Manuela Quadrante, dicendo che la sede è stata individuata in via Venero ed entro metà maggio verrà aperta. (Leggi qui)

Le tre sigle sindacali chiedono di individuare, quanto più rapidamente possibile, soluzioni adeguate a scongiurare ogni possibile disagio o impedimento al regolare e composto svolgimento degli avviamenti dei lavoratori forestali.

 

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.