Aurelio Angelini (UNESCO): “Dobbiamo fare di più. Manca una regia per un progetto unitario Palermo e Monreale”

Filippo Tusa, Presidente Associazione Commercianti: "Car Sharing a Monreale? Si, ma per il turista è più importante potenziare il servizio AMAT"

Filippo Tusa, Presidente Associazione Commercianti: “Car Sharing a Monreale? Si, ma per il turista è più importante potenziare il servizio AMAT”

Monreale, 21 novembre 2017 – “Dobbiamo fare di più. Manca una regia per congiungere in un progetto unitario Palermo e Monreale, quest’ultima deve essere aiutata ad essere più fruibile e attrattiva di com’è adesso. Dobbiamo costruire un percorso che duri tutto l’anno e che coinvolga coloro che hanno la capacità di promuovere il territorio”. 

Manca una regia.  Dobbiamo costruire un percorso che duri tutto l’anno 

Aurelio Angelini, Direttore in Sicilia della Fondazione Patrimonio UNESCO, durante la presentazione del programma della manifestazione “Una storia di libri tra Palermo e Monreale”, tenutasi lunedì scorso alla Sala Gialla dell’ARS, non ha dissimulato la sua delusione per un cantiere che ancora stenta a decollare. 

Si rivolge al sindaco di Monreale, Piero Capizzi: “Non basta il riconoscimento UNESCO per accrescere l’attrattiva turistica del sito monrealese, sebbene abbia un valore elevatissimo per la comunità, dobbiamo fare di più.

Non basta il riconoscimento UNESCO per accrescere l’attrattiva turistica del sito monrealese

Dobbiamo rendere consapevole il territorio che attraverso la valorizzazione del patrimonio materiale e immateriale è possibile costruire un futuro per le nuove generazioni. Le iniziative che vanno in questa direzione sono benvenute. Dobbiamo lavorare affinché questi eventi divengano permanenti”.

Quello del professor Angelini vuole essere uno stimolo a fare di più, ma che non riesce a celare una nota di biasimo per la lentezza con la quale si procede.

“Si deve puntare anche sul percorso di valorizzazione delle fontane. Se riusciamo a incrementare l’offerta turistica riusciremo a fare un buon lavoro e a utilizzare appieno il riconoscimento Unesco.E poi dobbiamo rendere più vicina Palermo con Monreale, che deve essere facilmente raggiungibile dai visitatori. Per questo si deve migliorare la viabilità, e non basta la pista ciclabile”.

Si deve migliorare la viabilità, e non basta la pista ciclabile

 

Monreale, una città a vocazione turistica ma che non riesce ad offrire ai visitatori servizi adeguati. Sull’inesistenza dei bagni pubblici si era già soffermato Angelini in una nota precedente intervista. Ma la città sconta anche una segnaletica stradale ambigua che non agevole il turista in auto a raggiungere la cittadina normanna, e un eccessivo traffico automobilistico che rende non adeguati i collegamenti con Palermo e con i principali centri di snodo turistico, quali il porto e l’aeroporto.

Filippo Tusa, Presidente ACM

Un aspetto sul quale si è soffermato anche Filippo Tusa, Presidente dell’ACM, l’associazione dei commercianti monrealesi, in occasione dell’inaugurazione del nuovo servizio di Car Sharing, avvenuta ieri mattina a Monreale.

Il nuovo servizio presentato come un’opportunità per il turista – spiega Tusa – non costituisce la panacea ai problemi della mobilità, la cui soluzione deve passare innanzitutto dal potenziamento del servizio di trasporto pubblico.

Filippo Tusa: potenziamento della linea Amat

E’ l’insufficienze numero di corse dell’AMAT a causare un forte disagio per il turista, costretto troppo spesso a lunghe attese alla pensilina dell’autobus.

Orari del servizio AMAT

«Continuiamo a insistere nel sottolineare l’importanza che ricoprirebbe il potenziamento della linea Amat che giunge a Monreale». 

Un servizio pubblico per tanti anni sospeso, in seguito al contenzioso nato tra la municipalizzata palermitana e Monreale.

In seguito ripreso ma con corse limitate. «Chiediamo da sempre un maggiore impegno da parte delle amministrazioni di Monreale e Palermo – afferma il rappresentate dei negozianti monrealesi – affinché venga aumentato il numero delle corse e affinché l’autobus possa raggiungere Monreale anche durante le ore notturne».

Anche da questo passa la qualità del servizio al turista.

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.