Oggi è 20/02/2019

Politica

Guzzo: “La scuola materna di Pioppo non andava chiusa, si poteva salvare. L’amministrazione non ha intenzione di riaprirla”

“Non è compito della politica accertare le responsabilità penali, chiedo al Sindaco ed al Segretario Generale di avviare un’inchiesta disciplinare interna”

Pubblicato il 3 ottobre 2017

Guzzo: “La scuola materna di Pioppo non andava chiusa, si poteva salvare. L’amministrazione non ha intenzione di riaprirla”

Monreale, 3 ottobre 2017 – Una relazione che evidenzia palesemente le difficoltà nel reperire documenti (alcuni dei quali non sono mai stati inviati dagli uffici comunali alla Commissione), l’assenza di pericolosità della struttura, l’incongruenza di alcuni pareri tecnici espressi, le contraddizioni, i possibili vizi procedurali, le possibili violazioni procedimentali e l’illegittimità della procedura di chiusura.

La Commissione d’inchiesta sulla chiusura della scuola materna di via Polizzi arriva ad una sola conclusione: “La struttura di Pioppo non andava chiusa”.  “Le risultanze di questa commissione non sono un punto d’arrivo, bensì un punto di partenza da sottoporre alla Magistratura che ha gli strumenti per approfondire le indagini e far valere ogni responsabilità – dice il presidente della Commissione Giuseppe Guzzo -. Nonostante gli ostacoli e nonostante chi di dovere non sempre abbia fatto pervenire la documentazione richiesta, la Commissione ha raggiunto il proprio obiettivo che mi porta a dichiarare che la scuola non andava chiusa ma che si sarebbe potuto intervenire con lavori straordinari salvando l’immobile dal degrado in cui versa oggi”.

“Di certo le affermazioni di alcuni dirigenti e le prove documentali sembrano far emergere alcune grosse responsabilità che andranno ulteriormente accertate e approfondite – continua il consigliere di Forza Italia – per questa ragione chiedo al Sindaco ed al Segretario Generale di avviare un’inchiesta disciplinare interna”. “Visto quanto emerso ritengo doveroso per atto di trasparenza nei confronti della cittadinanza e di tutela del patrimonio comunale sottoporre le risultanze a chi ha il potere e la competenza per valutare eventuali ipotesi di reato e danni erariali”. Sono queste le conclusioni portate in consiglio comunale dal Presidente della Commissione d’inchiesta.

Se la conclusione, che la scuola non andava chiusa, in linea di massima è riuscita a mettere d’accordo tutti i membri, un esito diverso ha generato la relazione presentata in aula dal presidente Guzzo, e non approvata all’unanimità. La relazione affronta i nodi di una chiusura non necessaria, di una pericolosità non riscontrata nella struttura. Ma pone anche una serie di questioni per le quali non è compito della politica accertare eventuali responsabilità penali. 

Pericolosità della struttura non riscontrate 

Nel documento si legge che la pericolosità dichiarata non è stata riscontrata dai diversi architetti ascoltati durante l’inchiesta. “E la prova che non esistesse la necessità di chiudere l’edificio è la relazione della società GEOTEC – dice il consigliere Guzzo – incaricata dall’amministrazione Capizzi nell’anno 2015 di effettuare le verifiche statiche”. La società relazionava che nell’edificio scolastico non si sono individuate, dal punto di vista statico, criticità importanti da compromettere la fruizione dell’immobile. 

Probabili vizi procedurali e possibili violazioni procedimentali 

Durante le audizioni svolte dalla Commissione, un Dirigente comunale – si legge nella relazione –  dichiara di non essere stato coinvolto nella procedura che ha portato alla chiusura, ma ne è venuto a conoscenza solo quando il Sindaco gli ha inviato l’ordinanza. Sostenendo, inoltre, che l’amministrazione del tempo ha interloquito unicamente con i tecnici firmatari della nota 16016/2012. Sempre dal documento il dipendente comunale aggiunge che in alcun modo un dirigente non può non essere informato e sicuramente l’Ing. incaricato (della chiusura della scuola) ha agito su input dell’amministrazione protempore. Una dichiarazione che ha gettato delle ombre sulle indagini.

Ma sempre lo stesso Dirigente sottolinea che per questo immobile si è adottata una prassi non comune, in quanto – come si legge nel documento – non c’è stata una programmazione d’intervento a monte ma si è proceduto in modo drastico, al contrario di altri immobili scolastici che riscontravano le stesse problematiche di manutenzione.

Incongruenze e contraddizioni

A non convincere la Commissione però è il perché l’Ing. incaricato abbia ritenuto necessario chiudere la scuola materna di via Polizzi e sospendere le attività didattiche nonostante pochi anni prima dell’anno 2012 erano stati svolti dei lavori di consolidamento e di puntellamento. Sulla perplessità – si legge dalla relazione – l’Ing. rispondeva: “I lavori effettuati precedentemente fanno riferimento alla struttura portata, non sono state fatte le prove di carico”. Ed è su questa dichiarazione che il Presidente Guzzo ha evidenziato delle contraddizioni. A quanto sembrerebbe, l’Ing. in questione si contraddice con quanto da lui stesso riportato in una nota passata.

Pertanto nella relazione del Presidente Guzzo viene sottolineato come le criticità riscontrate nel 2012 non furono riscontrate durante il sopralluogo del 2016. Allora perché l’Ing. ha disposto l’allontanamento dei bambini dalla scuola? Contraddizioni che non hanno trovato una plausibile risposta. Ma solamente ulteriori domande come il perché non si sia proceduto prima alle verifiche statiche.

L’audizione del Comitato Pioppo Comune promotore dell’istituzione della Commissione d’inchiesta

I membri del Comitato Pioppo Comune sono stati tra i primi ad essere ascoltati dalla Commissione. “Il Comitato è stato attento sulla gestione dell’immobile di via Polizzi, sin dall’amministrazione Gullo, e ritiene che dietro gli atti vandalici che si sono susseguiti sull’immobile ci sono interessi di tipo speculativo”. Non usa mezzi termini il Comitato nel corso dell’audizione per raccontare gli accaduti. “Il Comitato è del parere che ci sono interessi economici per continuare a pagare l’immobile di proprietà dell’imprenditore Ciolino. Per ben 22 mesi da gennaio 2012 a settembre 2013 è stato pagato l’affitto senza essere fruito e di conseguenza anche le utenze ad esso collegate”. Ribadisce inoltre che “l’amministrazione Di Matteo ha perso troppo tempo nel ripristinare l’immobile in questione, tempo che ha causato un grave danno erariale”. “C’è stata negligenza da parte degli amministratori da quando, già nel 2006, le relazioni tecniche parlavano di criticità della struttura della scuola, all’insaputa dei genitori, i cui bambini frequentavano la struttura”.

Scuola di via Polizzi. Progetti futuri?

“Ho potuto capire – afferma Guzzo – e credo di poter affermare, senza paura di smentita, anche se mi auguro che questo avvenga, che in realtà questa amministrazione ad oggi non ha alcuna reale volontà di riaprire la scuola e che, come evidenziato nei verbali, a parte per un’azione di facciata non è stato dato alcun incarico agli uffici per l’avvio di un progetto completo di ripristino dei locali della scuola materna”.

Durante l’audizione di luglio è stato sentito anche il sindaco Capizzi, che in quell’occassione ha relazionato sull’attuale procedura per la riqualificazione della scuola materna di via Polizzi. “Così come da impegno preso dallo stesso in Consiglio comunale – si legge nella relazione – ho provveduto ad emettere  una direttiva per avviare l’elaborazione del progetto di recupero ad oggi in via di lavorazione da parte dell’architetto incaricato e che l’amministrazione ha previsto somme per circa 600 mila euro per le spese di ristrutturazione”. 

 

 

 

 

 

 

 

 

Ricevi tutte le news


Potrebbero interessarti anche:

  • Indennità CDA Biviere. Romanotto: “L’imminente corsa alle urne del 28 Aprile ha posto le condizioni per una risposta mediatica così repentina”

    Politica

    Monreale, 20 febbraio 2019 - Riceviamo e pubblichiamo una nota inviata dai consiglieri comunali Giuseppe Romanotto e Giuseppe La Corte (Lega), in relazione all'articolo pubblicato ieri sulla questione delle indennità del CDA dell'Acquedotto Consortile del Biviere. Apprezziamo la celerità de..


  • Monreale. Forza Italia verso l’opzione Caputo. “Diventerà Bellissima” spaccata tra Capizzi e Arcidiacono

    Politica

    Monreale, 20 febbraio 2019 - Forza Italia guarda ad una coalizione di centro destra, in cerca di un candidato, “Diventerà Bellissima” si spacca tra Capizzi e Arcidiacono con posizioni interne inconciliabili, Arcidiacono rischia di prendere il PD ma di tenere fuori l’area di centro destra. ..


  • Verde pubblico, dopo 60 anni Monreale affida una porzione di terreno a Santa Maria La Reale per la bonifica dello spazio

    Politica

    Monreale, 20 febbraio 2019 - Dopo 60 anni di diatribe sembra finalmente essere stata risolta la questione che vedeva coinvolti il Comune di Monreale, il Comune di Palermo e la Parrocchia di Santa Maria La Reale, sita poco sopra la Rocca, all’inizio della salita del c..


  • Moscarelli (Lega): Roccamena si sta spopolando, vanno via i giovani e il paese invecchia. Errori e inerzia dell’attuale amministrazione

    Politica

    Roccamena, 20 febbraio 2019 - Nello scorso consiglio comunale a Roccamena si è costituito il gruppo consiliare della Lega, capogruppo Angelo Moscarelli. Il consigliere, durante i lavori d’aula, aveva lamentato di essere stato lasciato solo ad un certo punto dell’esperienza svolta dal 2014 nei b..


  • Pioggia di contributi regionali per l’illuminazione pubblica. Monreale è fuori. Caputo: “Interi quartieri al buio, San Martino senza luce, la circonvallazione più pericolosa della Sicilia”

    Politica

    Monreale, 20 febbraio 2019 - Montelepre, Giardinello, Marineo, Bolognetta, Terrasini, San Giuseppe Jato, Piana degli Albanesi, Caccamo, Belmonte Mezzagno, Roccamena, Corleone, Carini, Palermo. Sono questi comuni della provincia di Palermo che potrebbero ricevere un congruo finanziamento dalla Region..


  • Caso Salvini/Diciotti. Costantini (M5S): “Quello di Capizzi un becero tentativo di gettare nell’agone politico l’avversario politico più accreditato”

    Politica

    Monreale, 20 febbraio 2019 - “Ho espresso la mia opinione come libero cittadino e come iscritto ad un Movimento politico che, attraverso strumenti di democrazia diretta, consente a chiunque di poter esprimere il proprio pensiero, trasferendo ai portavoce eletti il compito di farlo proprio e rappre..


  • Capizzi: “La giustizia non va a peso o a misura. La considerazione di Costantini inaccettabile. Non è nessuno per dire se Salvini ha commesso o meno un reato”

    Politica

    Monreale, 19 febbraio 2019 - “Mi permetto di dissentire dal punto di vista e dalla considerazione espressa dal consigliere Fabio Costantini. Non lo dico solo da sindaco o da cittadino, ma soprattutto da avvocato penalista. La giustizia non va a peso o a misura”. Il sindaco di Monreale, Piero ..


  • L’assessore regionale Roberto Lagalla incontra gli studenti al Basile-D’Aleo. “Disponibile per progetto pilota di valorizzazione del mosaico”

    Politica

    Monreale, 19 febbraio 2019 - Si è tenuto questa mattina, presso l’Aula Magna dell’..


  • Giovanni Ferro (Presidente Biviere): “Tutto regolare. Massaro sta restituendo tutte le indennità ricevute, come deliberato nel 2016”

    Politica

    [caption id="attachment_84475" align="alignleft" width="394"] I consiglieri della Lega, Giuseppe Romanotto e Giuseppe La Co..


  • «Si i Murriali?». «No, sugnu Chiuppitanu». Ecco il comune di Pioppo. Storia e disservizi alla base del progetto

    Politica

    - «Si i Murriali?» - «No, sugnu Chiuppitanu».  In una semplice domanda e dentro una semplice risposta risiedono le numerose ragioni che stanno spingendo una comunità, ormai da molti anni, a rivendicare la non appartenenza ad un territorio e la propria identifi..


  • Acquedotto Consortile Biviere. Lega: “L’ex presidente Massaro, prima di candidarsi al consiglio comunale, restituisca le somme percepite indebitamente”

    Politica

    Monreale, 19 febbraio 2019 - “Il Presidente ed i consiglieri dell’Acquedotto Consortile Biviere se non lo hanno già fatto devono restituire le indennità percepite durante il loro mandato”. È questa la finalità dell’interrogazione al Sindaco che hanno presentato ieri i consiglieri dell..


  • Prorogate le indagini preliminari per i fratelli Caputo. Si allarga l’inchiesta. Coinvolti l’assessore regionale Totò Cordaro e il capogruppo all’ARS di “Diventerà Bellissima” Alessandro Aricò

    Politica

    [caption id="attachment_57890" align="alignleft" width="334"]Salvino Caputo e Mario Caputo Salvino Caputo e Mario Caputo[/caption] Termini Imere..


  • Caso Diciotti. Fabio Costantini: “Ho votato contro l’autorizzazione a procedere nei confronti del Ministro Salvini”. E ci ha spiegato il perché

    Politica

    Monreale, 18 febbraio 2019 - Questa mattina, alle 11,00, il Movimento Cinque Stelle ha dato il via alle operazioni di voto aperte agli iscritti sul caso Salvini. Attraverso l’urna virtuale della piattaforma Rousseau, i sostenitori dei Cinque Stelle sono stati chiamati ad esprimersi sulla decisione..


  • Convocato Consiglio Comunale il 25/02, ultima sessione ordinaria prima della campagna elettorale

    Politica

    Monreale, 18 febbraio 2019 - Questa mattina il Presidente del Consiglio Comunale, Giuseppe Verde, ha convocato, per il 25 febbraio, una sessione ordinaria del Consiglio. Se la seduta dovesse, come spesso accade, andare deserta, ci sarà tempo solo entro il 28 aprile per riconvocare la seduta. Suc..


  • Ancora nessun intervento per ripristinare il tratto franato della via “Corpo di Guardia”.

    Politica

    [gallery ids="92505,92504,92503,92502"] Monreale, 18 febbraio 2019 - Ancora nessun intervento per ripristinare il tratto della via “Corpo di Guardia” franato in seguito alla furia delle acque del torrente Vadduneddu.  Era il novembre 2018 qua..


  • Blitz dei Carabinieri al palazzo di ferro, sbancata piazza di spaccio. Fermati in 8, tra cui 3 minori (FOTO)

    Politica

    [gallery ids="92476,92477,92478,92479,92480,92481"]

    Palermo, 18 febbraio 2019 - Oggi, nelle prime ore dal mattino, i Carabinieri della Compagnia di San Lorenzo hanno arrestato 5 persone in seguito all’indagine denominata “Pellicano”, indagine iniziata nel gennai..


  • Autocompattatori a Piazzale Candido. Sono autorizzati? Romanotto (Lega) presenta una interrogazione

    Politica

    Monreale, 18 febbraio 2019 - Il consigliere comunale Giuseppe Romanotto, candidato sindaco della Lega, ha presentato un’interrogazione consiliare per dare voce ai numerosi residenti di Via C.P. esasperati per la presenza in prossimità delle loro abitazioni degli autocompattatori della Ditta Mirto..


  • Conferisce rifiuti di domenica. Beccato dai vigili. Multa di 600 €

    Politica

    Monreale, 18 febbraio 2019 - È stato sanzionato, intorno alle 9 del mattino, nei pressi di via San Nicola, un indisciplinato colto nell’atto di conferire rifiuti fuori orario e in una giornata non idonea. L’ordinanza sindacale, infatti, prevede il conferimento dei..


  • Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com