Oggi è 15/10/2018

Politica

Guzzo: “La scuola materna di Pioppo non andava chiusa, si poteva salvare. L’amministrazione non ha intenzione di riaprirla”

“Non è compito della politica accertare le responsabilità penali, chiedo al Sindaco ed al Segretario Generale di avviare un’inchiesta disciplinare interna”

Pubblicato il 3 ottobre 2017

Guzzo: “La scuola materna di Pioppo non andava chiusa, si poteva salvare. L’amministrazione non ha intenzione di riaprirla”

Monreale, 3 ottobre 2017 – Una relazione che evidenzia palesemente le difficoltà nel reperire documenti (alcuni dei quali non sono mai stati inviati dagli uffici comunali alla Commissione), l’assenza di pericolosità della struttura, l’incongruenza di alcuni pareri tecnici espressi, le contraddizioni, i possibili vizi procedurali, le possibili violazioni procedimentali e l’illegittimità della procedura di chiusura.

La Commissione d’inchiesta sulla chiusura della scuola materna di via Polizzi arriva ad una sola conclusione: “La struttura di Pioppo non andava chiusa”.  “Le risultanze di questa commissione non sono un punto d’arrivo, bensì un punto di partenza da sottoporre alla Magistratura che ha gli strumenti per approfondire le indagini e far valere ogni responsabilità – dice il presidente della Commissione Giuseppe Guzzo -. Nonostante gli ostacoli e nonostante chi di dovere non sempre abbia fatto pervenire la documentazione richiesta, la Commissione ha raggiunto il proprio obiettivo che mi porta a dichiarare che la scuola non andava chiusa ma che si sarebbe potuto intervenire con lavori straordinari salvando l’immobile dal degrado in cui versa oggi”.

“Di certo le affermazioni di alcuni dirigenti e le prove documentali sembrano far emergere alcune grosse responsabilità che andranno ulteriormente accertate e approfondite – continua il consigliere di Forza Italia – per questa ragione chiedo al Sindaco ed al Segretario Generale di avviare un’inchiesta disciplinare interna”. “Visto quanto emerso ritengo doveroso per atto di trasparenza nei confronti della cittadinanza e di tutela del patrimonio comunale sottoporre le risultanze a chi ha il potere e la competenza per valutare eventuali ipotesi di reato e danni erariali”. Sono queste le conclusioni portate in consiglio comunale dal Presidente della Commissione d’inchiesta.

Se la conclusione, che la scuola non andava chiusa, in linea di massima è riuscita a mettere d’accordo tutti i membri, un esito diverso ha generato la relazione presentata in aula dal presidente Guzzo, e non approvata all’unanimità. La relazione affronta i nodi di una chiusura non necessaria, di una pericolosità non riscontrata nella struttura. Ma pone anche una serie di questioni per le quali non è compito della politica accertare eventuali responsabilità penali. 

Pericolosità della struttura non riscontrate 

Nel documento si legge che la pericolosità dichiarata non è stata riscontrata dai diversi architetti ascoltati durante l’inchiesta. “E la prova che non esistesse la necessità di chiudere l’edificio è la relazione della società GEOTEC – dice il consigliere Guzzo – incaricata dall’amministrazione Capizzi nell’anno 2015 di effettuare le verifiche statiche”. La società relazionava che nell’edificio scolastico non si sono individuate, dal punto di vista statico, criticità importanti da compromettere la fruizione dell’immobile. 

Probabili vizi procedurali e possibili violazioni procedimentali 

Durante le audizioni svolte dalla Commissione, un Dirigente comunale – si legge nella relazione –  dichiara di non essere stato coinvolto nella procedura che ha portato alla chiusura, ma ne è venuto a conoscenza solo quando il Sindaco gli ha inviato l’ordinanza. Sostenendo, inoltre, che l’amministrazione del tempo ha interloquito unicamente con i tecnici firmatari della nota 16016/2012. Sempre dal documento il dipendente comunale aggiunge che in alcun modo un dirigente non può non essere informato e sicuramente l’Ing. incaricato (della chiusura della scuola) ha agito su input dell’amministrazione protempore. Una dichiarazione che ha gettato delle ombre sulle indagini.

Ma sempre lo stesso Dirigente sottolinea che per questo immobile si è adottata una prassi non comune, in quanto – come si legge nel documento – non c’è stata una programmazione d’intervento a monte ma si è proceduto in modo drastico, al contrario di altri immobili scolastici che riscontravano le stesse problematiche di manutenzione.

Incongruenze e contraddizioni

A non convincere la Commissione però è il perché l’Ing. incaricato abbia ritenuto necessario chiudere la scuola materna di via Polizzi e sospendere le attività didattiche nonostante pochi anni prima dell’anno 2012 erano stati svolti dei lavori di consolidamento e di puntellamento. Sulla perplessità – si legge dalla relazione – l’Ing. rispondeva: “I lavori effettuati precedentemente fanno riferimento alla struttura portata, non sono state fatte le prove di carico”. Ed è su questa dichiarazione che il Presidente Guzzo ha evidenziato delle contraddizioni. A quanto sembrerebbe, l’Ing. in questione si contraddice con quanto da lui stesso riportato in una nota passata.

Pertanto nella relazione del Presidente Guzzo viene sottolineato come le criticità riscontrate nel 2012 non furono riscontrate durante il sopralluogo del 2016. Allora perché l’Ing. ha disposto l’allontanamento dei bambini dalla scuola? Contraddizioni che non hanno trovato una plausibile risposta. Ma solamente ulteriori domande come il perché non si sia proceduto prima alle verifiche statiche.

L’audizione del Comitato Pioppo Comune promotore dell’istituzione della Commissione d’inchiesta

I membri del Comitato Pioppo Comune sono stati tra i primi ad essere ascoltati dalla Commissione. “Il Comitato è stato attento sulla gestione dell’immobile di via Polizzi, sin dall’amministrazione Gullo, e ritiene che dietro gli atti vandalici che si sono susseguiti sull’immobile ci sono interessi di tipo speculativo”. Non usa mezzi termini il Comitato nel corso dell’audizione per raccontare gli accaduti. “Il Comitato è del parere che ci sono interessi economici per continuare a pagare l’immobile di proprietà dell’imprenditore Ciolino. Per ben 22 mesi da gennaio 2012 a settembre 2013 è stato pagato l’affitto senza essere fruito e di conseguenza anche le utenze ad esso collegate”. Ribadisce inoltre che “l’amministrazione Di Matteo ha perso troppo tempo nel ripristinare l’immobile in questione, tempo che ha causato un grave danno erariale”. “C’è stata negligenza da parte degli amministratori da quando, già nel 2006, le relazioni tecniche parlavano di criticità della struttura della scuola, all’insaputa dei genitori, i cui bambini frequentavano la struttura”.

Scuola di via Polizzi. Progetti futuri?

“Ho potuto capire – afferma Guzzo – e credo di poter affermare, senza paura di smentita, anche se mi auguro che questo avvenga, che in realtà questa amministrazione ad oggi non ha alcuna reale volontà di riaprire la scuola e che, come evidenziato nei verbali, a parte per un’azione di facciata non è stato dato alcun incarico agli uffici per l’avvio di un progetto completo di ripristino dei locali della scuola materna”.

Durante l’audizione di luglio è stato sentito anche il sindaco Capizzi, che in quell’occassione ha relazionato sull’attuale procedura per la riqualificazione della scuola materna di via Polizzi. “Così come da impegno preso dallo stesso in Consiglio comunale – si legge nella relazione – ho provveduto ad emettere  una direttiva per avviare l’elaborazione del progetto di recupero ad oggi in via di lavorazione da parte dell’architetto incaricato e che l’amministrazione ha previsto somme per circa 600 mila euro per le spese di ristrutturazione”. 

 

 

 

 

 

 

 

 

Ricevi tutte le news


Potrebbero interessarti anche:

  • A Monreale si parla di Mafia e dei suoi rapporti con le istituzioni

    Politica

    Monreale, 15 ottobre 2019 - A Monreale per parlare di mafia, ed in particolare modo dei rapporti tra mafia e istituzioni. Il libro scritto da Fabio Giallombardo, dal titolo “Cosa Vostra - Mafia e istituzioni in Italia”, editrice “Autodafé”, è un’antologi..

    Continua a Leggere

  • Tutti i nomi del “Mosaico”. Ma è presto per parlare di candidature e di alleanze

    Politica

    [gallery ids="79261,79260,79259,79258,79257,79256,79255,79254,79253,79252,79251,79250,79185"] Monreale, 14 ottobre 2018 - Urbanistica, rifiuti, disabilità, associazionismo, progettazione turistica, gestione delle risorse umane del comune. Ed ancora gestione dell’ufficio legale, rapporti istitu..

    Continua a Leggere

  • Droga all’interno della carta per le caramelle

    Politica

    Palermo, 14 ottobre 2018 - Ancora droga allo ZEN 2. Ma stavolta avvolta all’interno di carta di caramelle. Era questo l’escamotage adottato dai pusher per distogliere l’attenzione degli inquirenti. Una trovata geniale, ma che non è servita a Dario Piazza, trentenne residente allo ZEN 2, pe..

    Continua a Leggere

  • Monreale, madre e figlia arrestate per spaccio di droga

    Politica

    Monreale, 14 ottobre 2018 - Sono finite agli arresti domiciliari per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Si tratta di due donne monrealesi, una cinquantenne, L. M., e la figlia, N. L. di venti anni. Son stati i Carabinieri della Compagnia di Monreale a trarle in arresto dopo u..

    Continua a Leggere

  • “Il Mosaico”: Chi sono, quanti sono, chi li sostiene, quali idee, e le alleanze? Le risposte domani alla presentazione ufficiale del Movimento

    Politica

    Monreale, 13 ottobre 2018 - C‘è molta curiosità intorno alla presentazione ufficiale del Movimento “Il Mosaico” che avverrà domani pomeriggio presso i locali di Villa Savoia alle ore 17,00. Chi sono i veri attori di questa nuova realtà politica? Quanti sono, chi..


  • Palermo – Amsterdam e Palermo – Capo Nord in gommone. Il sindaco consegna un encomio allo skipper Sergio Davì

    Politica

    [gallery ids="79174,79175,79176"] Monreale, 13 ottobre 2018 - Palermo - Amsterdam e Palermo - Capo Nord in gommone. Ma anche l’attraversamento dell’Atlantico a bordo del piccolo natante di 10 metri. La storia dello skipper monrealese Sergio Davì ha fatto il giro del mondo, e questa mattina i..


  • Obiettivi raggiunti al 100%. 6.500 € liquidati al segretario generale del comune di Monreale

    Politica

    Monreale, 12 ottobre 2018 - Obiettivi pienamente raggiunti, massimo punteggio assegnato, e quindi liquidazione del massimo premio di risultato previsto.


  • “Il Ben…essere attraverso il Movimento”: incontro domani a Monreale

    Politica

    Monreale, 12 ottobre 2018 -“Il Ben…essere attraverso il Movimento” è il titolo del convegno che si terrà domattina nella Sala Consiliare del Complesso Monumentale Guglielmo II, inserito nell’ambito dell’’Assemblea Nazionale dei soci UNC del territorio Nazionale e prevede la presenza de..


  • Sp57 nuova perdita di liquami. D’Alcamo: “Sostituiti i primi 100 metri di tubazione ma continueremo”

    Politica

    San Martino delle Scale, 12 ottobre 2018 - Alle prime piogge, sulla Sp57 è fuoriuscita di liquami dai pozzetti d’ispezione della rete fognaria. Sull'annoso problema proprio ieri si è concluso l'intervento del comune di Monreale sulla strada che porta a San Martino delle Scale. Ma 200 metri ..


  • Il Basile di Monreale aderisce alla protesta degli studenti: “Stop allo sfruttamento, alternanza è formazione” (FOTO E VIDEO)

    Politica

    [gallery ids="79100,79095,79094,79093,79092,79091,79090,79089,79088,79087,79086,79085,79084,79083,79082,79081,79080,79079,79078"] Palermo, 12 ottobre 2018 - Anche i licei monrealesi hanno partecipato questa mattina alla manifestazione indetta in tutt’Italia dalla Rete degli Studenti Medi e da U..


  • Grisì. Cedimenti, frane, pessime condizioni del manto stradale. Arriva all’ARS la pessima condizione della SP30

    Politica

    Palermo, 12 ottobre 2018 - Cedimenti, frane, pessime condizioni del manto stradale, assenza di canali di raccolta delle acque. La pessima situazione della SP30, la strada provinciale che collega Partinico, San Cipirello e Grisì approda all’ARS. Ieri è stata depositata..


  • Rifiuti. Pubblicato il bando per il 2019. Inserita la clausola sociale a favore degli ex dipendenti dell’ATO

    Politica

    Monreale, 12 ottobre 2018 - Pubblicato il bando relativo alla gara di appalto del servizio di spazzamento, raccolta e smaltimento dei rifiuti solidi urbani prodotti nell'intero territorio del Comune di Monreale per il 2019.  L’appalto avrà la durata di 12 mesi. Nel bando è stata inser..


  • Monreale, rinvio a giudizio dei 32 ex dipendenti dell’ATO. Il comune si costituisce parte civile

    Politica

    Monreale, 12 ottobre 2018 - L’amministrazione comunale ha deciso di costituirsi parte civile nel processo contro i 32 ex dipendenti dell’ATO Alto Belice Ambiente, accusati di essersi assentati dal servizio, senza alcuna autorizzazione, durante le festività del Natale 2013. “I reati contest..


  • Secondo pareggio per l’Atletico Monreale contro il Redentino

    Politica

    12 ottobre 2018 - Finisce 6-6 l’amichevole giocata nei giorni scorsi al campo Archimede contro il Team Redentino mai domo che rimonta in 5 minuti il risultato. Partita divisa in 3 tempi da 20 minuti, che vedono i primi l’Atletico sempre in vantaggio. Ma nei 5 minuti dell’ultimo tempo cam..


  • Partinico, sequestrate 6 tonnellate di marijuana. Arrestate 4 persone (IL VIDEO DELL’OPERAZIONE)

    Politica

    [embed]https://www.youtube.com/watch?v=JuMnWr4ASIo&feature=youtu.be[/embed] Partinico, 12 ottobre 2018 - Sono Michele Vitale di Partinico, Salvatore Leggio di Palermo, Marco Antonio Emma di Sanremo e Vincenzo Cusumano di Partinico i 4 uomini arrestati a Partinico in seguito a..


  • Stop a trasferimento cani da ex mattatoio, Ferrandelli: “Portato a casa prima vittoria”

    Politica

    "Oggi abbiamo portato a casa una prima vittoria: i cani resteranno a Palermo”. Così il leader dell’opposizione al Comune, Fabrizio Ferrandelli.


  • Allerta meteo in Sicilia, forti piogge e raffiche di vento

    Politica

    La Protezione Civile Regionale ha diffuso un avviso per rischio meteo-idrogeologico e idraulico, valido dalle ore 16.00 di oggi, 11 ottobre, alle ore 24 di domani, 12 ottobre. Per la giornata di domani è previsto un livello di allerta arancione su tutta la Regione. In ..


  • Vuoi una villa come 007? Ecco dove trovarla

    Politica

    Era l'autunno del 1962 quando nei cinema inglesi comparve il primo film dedicato a James Bond: si chiamava "Dr. No", e rappresentava il primo capitolo di una saga che, a distanza di più di mezzo secolo, si conferma ancora molto fortunata e apprezzata dal pubblico. Ecco perché..


  • Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com