Oggi è 19/07/2018

Politica

Guzzo: “La scuola materna di Pioppo non andava chiusa, si poteva salvare. L’amministrazione non ha intenzione di riaprirla”

“Non è compito della politica accertare le responsabilità penali, chiedo al Sindaco ed al Segretario Generale di avviare un’inchiesta disciplinare interna”

Pubblicato il 3 ottobre 2017

Guzzo: “La scuola materna di Pioppo non andava chiusa, si poteva salvare. L’amministrazione non ha intenzione di riaprirla”

Monreale, 3 ottobre 2017 – Una relazione che evidenzia palesemente le difficoltà nel reperire documenti (alcuni dei quali non sono mai stati inviati dagli uffici comunali alla Commissione), l’assenza di pericolosità della struttura, l’incongruenza di alcuni pareri tecnici espressi, le contraddizioni, i possibili vizi procedurali, le possibili violazioni procedimentali e l’illegittimità della procedura di chiusura.

La Commissione d’inchiesta sulla chiusura della scuola materna di via Polizzi arriva ad una sola conclusione: “La struttura di Pioppo non andava chiusa”.  “Le risultanze di questa commissione non sono un punto d’arrivo, bensì un punto di partenza da sottoporre alla Magistratura che ha gli strumenti per approfondire le indagini e far valere ogni responsabilità – dice il presidente della Commissione Giuseppe Guzzo -. Nonostante gli ostacoli e nonostante chi di dovere non sempre abbia fatto pervenire la documentazione richiesta, la Commissione ha raggiunto il proprio obiettivo che mi porta a dichiarare che la scuola non andava chiusa ma che si sarebbe potuto intervenire con lavori straordinari salvando l’immobile dal degrado in cui versa oggi”.

“Di certo le affermazioni di alcuni dirigenti e le prove documentali sembrano far emergere alcune grosse responsabilità che andranno ulteriormente accertate e approfondite – continua il consigliere di Forza Italia – per questa ragione chiedo al Sindaco ed al Segretario Generale di avviare un’inchiesta disciplinare interna”. “Visto quanto emerso ritengo doveroso per atto di trasparenza nei confronti della cittadinanza e di tutela del patrimonio comunale sottoporre le risultanze a chi ha il potere e la competenza per valutare eventuali ipotesi di reato e danni erariali”. Sono queste le conclusioni portate in consiglio comunale dal Presidente della Commissione d’inchiesta.

Se la conclusione, che la scuola non andava chiusa, in linea di massima è riuscita a mettere d’accordo tutti i membri, un esito diverso ha generato la relazione presentata in aula dal presidente Guzzo, e non approvata all’unanimità. La relazione affronta i nodi di una chiusura non necessaria, di una pericolosità non riscontrata nella struttura. Ma pone anche una serie di questioni per le quali non è compito della politica accertare eventuali responsabilità penali. 

Pericolosità della struttura non riscontrate 

Nel documento si legge che la pericolosità dichiarata non è stata riscontrata dai diversi architetti ascoltati durante l’inchiesta. “E la prova che non esistesse la necessità di chiudere l’edificio è la relazione della società GEOTEC – dice il consigliere Guzzo – incaricata dall’amministrazione Capizzi nell’anno 2015 di effettuare le verifiche statiche”. La società relazionava che nell’edificio scolastico non si sono individuate, dal punto di vista statico, criticità importanti da compromettere la fruizione dell’immobile. 

Probabili vizi procedurali e possibili violazioni procedimentali 

Durante le audizioni svolte dalla Commissione, un Dirigente comunale – si legge nella relazione –  dichiara di non essere stato coinvolto nella procedura che ha portato alla chiusura, ma ne è venuto a conoscenza solo quando il Sindaco gli ha inviato l’ordinanza. Sostenendo, inoltre, che l’amministrazione del tempo ha interloquito unicamente con i tecnici firmatari della nota 16016/2012. Sempre dal documento il dipendente comunale aggiunge che in alcun modo un dirigente non può non essere informato e sicuramente l’Ing. incaricato (della chiusura della scuola) ha agito su input dell’amministrazione protempore. Una dichiarazione che ha gettato delle ombre sulle indagini.

Ma sempre lo stesso Dirigente sottolinea che per questo immobile si è adottata una prassi non comune, in quanto – come si legge nel documento – non c’è stata una programmazione d’intervento a monte ma si è proceduto in modo drastico, al contrario di altri immobili scolastici che riscontravano le stesse problematiche di manutenzione.

Incongruenze e contraddizioni

A non convincere la Commissione però è il perché l’Ing. incaricato abbia ritenuto necessario chiudere la scuola materna di via Polizzi e sospendere le attività didattiche nonostante pochi anni prima dell’anno 2012 erano stati svolti dei lavori di consolidamento e di puntellamento. Sulla perplessità – si legge dalla relazione – l’Ing. rispondeva: “I lavori effettuati precedentemente fanno riferimento alla struttura portata, non sono state fatte le prove di carico”. Ed è su questa dichiarazione che il Presidente Guzzo ha evidenziato delle contraddizioni. A quanto sembrerebbe, l’Ing. in questione si contraddice con quanto da lui stesso riportato in una nota passata.

Pertanto nella relazione del Presidente Guzzo viene sottolineato come le criticità riscontrate nel 2012 non furono riscontrate durante il sopralluogo del 2016. Allora perché l’Ing. ha disposto l’allontanamento dei bambini dalla scuola? Contraddizioni che non hanno trovato una plausibile risposta. Ma solamente ulteriori domande come il perché non si sia proceduto prima alle verifiche statiche.

L’audizione del Comitato Pioppo Comune promotore dell’istituzione della Commissione d’inchiesta

I membri del Comitato Pioppo Comune sono stati tra i primi ad essere ascoltati dalla Commissione. “Il Comitato è stato attento sulla gestione dell’immobile di via Polizzi, sin dall’amministrazione Gullo, e ritiene che dietro gli atti vandalici che si sono susseguiti sull’immobile ci sono interessi di tipo speculativo”. Non usa mezzi termini il Comitato nel corso dell’audizione per raccontare gli accaduti. “Il Comitato è del parere che ci sono interessi economici per continuare a pagare l’immobile di proprietà dell’imprenditore Ciolino. Per ben 22 mesi da gennaio 2012 a settembre 2013 è stato pagato l’affitto senza essere fruito e di conseguenza anche le utenze ad esso collegate”. Ribadisce inoltre che “l’amministrazione Di Matteo ha perso troppo tempo nel ripristinare l’immobile in questione, tempo che ha causato un grave danno erariale”. “C’è stata negligenza da parte degli amministratori da quando, già nel 2006, le relazioni tecniche parlavano di criticità della struttura della scuola, all’insaputa dei genitori, i cui bambini frequentavano la struttura”.

Scuola di via Polizzi. Progetti futuri?

“Ho potuto capire – afferma Guzzo – e credo di poter affermare, senza paura di smentita, anche se mi auguro che questo avvenga, che in realtà questa amministrazione ad oggi non ha alcuna reale volontà di riaprire la scuola e che, come evidenziato nei verbali, a parte per un’azione di facciata non è stato dato alcun incarico agli uffici per l’avvio di un progetto completo di ripristino dei locali della scuola materna”.

Durante l’audizione di luglio è stato sentito anche il sindaco Capizzi, che in quell’occassione ha relazionato sull’attuale procedura per la riqualificazione della scuola materna di via Polizzi. “Così come da impegno preso dallo stesso in Consiglio comunale – si legge nella relazione – ho provveduto ad emettere  una direttiva per avviare l’elaborazione del progetto di recupero ad oggi in via di lavorazione da parte dell’architetto incaricato e che l’amministrazione ha previsto somme per circa 600 mila euro per le spese di ristrutturazione”. 

 

 

 

 

 

 

 

 

Ricevi tutte le news


Potrebbero interessarti anche:

  • Randagismo, spariti nel nulla i cani di via Pezzingoli. Dove sono finiti?

    Politica

    [gallery ids="71105,71104,71103,71102,71100,71098,71097,71099,71096,71093,71091,71090"] Monreale, 18 luglio 2018 - Di loro non si trovano neppure i corpi, spariti nel nulla. Era il 19 giugno scorso quando alcuni animalisti lanciarono l’allarme dell'avvelenamento di alcuni cani nella zona alta d..

    Continua a Leggere

  • Previsioni meteo, caldo africano in arrivo. Nel week end si toccheranno i 44 gradi

    Politica

    Monreale, 18 luglio 2018 - Il fine settimana avrà di nuovo come protagonista il caldo africano. Fino a venerdì mattino avremo caldo moderato mentre dalla sera il nuovo impulso africano porterà di nuovo il rovente alito sahariano sulle nostre terre. La giornata di sabato sarà infuocata con punte ..

    Continua a Leggere

  • Verso le elezioni del sindaco di Monreale. A Monreale nasce il gruppo di Diventerà Bellissima

    Politica

    Monreale, 18 luglio 2018 – Nasce all'interno del Consiglio comunale monrealese il gruppo consiliare “Diventerà bellissima”, il movimento del presidente della Regione, Nello Musumeci. Il neonato gruppo sarà tenuto a battesimo, oggi pomeriggio, nel corso della seduta in programma in aula co..

    Continua a Leggere

  • Pitbull stacca il braccio a ragazza. É il cane del convivente

    Politica

    Un pitbull ha aggredito una giovane di 23 anni in un’abitazione in via Agnetta a Villagrazia a Palermo. Il cane del convivente le ha staccato a morsi un braccio. I vicini hanno lanciato l’allarme sentendo le urla della donna. Sono intervenuti i sanitari ..

    Continua a Leggere

  • Cimitero di San Martino delle Scale bonificato. Cancelli di nuovo aperti

    Politica

    Monreale, 18 luglio 2018 - Dopo due settimane di chiusura forzata, il cimitero di San Martino delle Scale è stato riaperto. Dentro il camposanto al centro dell'inchiesta che vede coinvolti i membri della famiglia Messina, sono state effettuate le opere di bonifica e sanificazione necessarie per ..

    Continua a Leggere

  • Nessuna infiltrazione mafiosa. I terreni di Tagliavia tornano alla Curia monrealese

    Politica

    Monreale, 18 luglio 2018 - La Curia di Monreale torna in possesso dei beni di Tagliavia. In particolare dell’"Azienda agricola santuario Maria Santissima del Rosario di Tagliavia”, che, a luglio 2017, era stata sottoposta ad amministrazione giudiziaria, dopo che ne era stato dimostrato il contro..

    Continua a Leggere

  • Ricorso lavoratori precari del Comune: giovedì l’udienza in Corte d’appello

    Politica

    Monreale, 17 luglio 2018 - Dopo un’attesa durata ben cinque anni, giovedì mattina sarà finalmente definito l’esito del ricorso presentato da un consistente gruppo di lavoratori precari del Comune di Monreale, nell’ormai lontano 2013, per aver riconosciuto il diritto alla trasformazione a tem..

    Continua a Leggere

  • Godrano. Spara alla moglie e si suicida dopo qualche giorno

    Politica

    A Godrano, un uomo di 72 anni, originario di Marineo, si è ucciso dopo che lo scorso 9 luglio aveva sparato alla moglie.  Pasquale Orlando di 72 anni agli arresti domiciliari si è lanciato dal tetto di casa ed è morto. E’ successo ieri sera. Lo ha..

    Continua a Leggere

  • Scomparso Antonino Dragotto, ex segretario generale del comune di Monreale

    Politica

    Monreale, 17 luglio 2018 -È venuto a mancare venerdì scorso 14 luglio, all’età di 84 anni, il dottore Antonino Dragotto, già Segretario Generale del Comune di Monreale dal 1977 al 1991, durante le giunte guidate dai Sindaci Li Calsi, Sirchia, Giangreco, Demma, Giacopelli, Mortillaro, Marc..

    Continua a Leggere

  • Anniversario della strage di via D’Amelio, ecco gli appuntamenti della Questura di Palermo

    Politica

    In occasione della ricorrenza del 26° Anniversario della Strage di via D’Amelio, in cui persero la vita il giudice Paolo Borsellino ed i componenti  della scorta, Agostino Catalano, Eddie Walter Cosina, Claudio Traina, Vincenzo Li Muli ed Emanuela Loi, il prossimo 19 luglio, la Questura di P..

    Continua a Leggere

  • Rifiuti: raccolta carta in Sicilia cresce del 16,1%. Assopirec: “Siamo sulla giusta strada”

    Politica

    Palermo, 17 luglio 2018 – “L’incremento del 16.1% della raccolta di carta e cartone in Sicilia, registrato nel 2017, ci dice che siamo sulla giusta strada”. Lo dice Gaetano Rubino, presidente di Assopirec, l’associazione che raggruppa nume..

    Continua a Leggere

  • Monreale, si è insediata la Commissione straordinaria di liquidazione

    Politica

    Monreale, 17 luglio 2018 - Si sono insediati stamane al Comune di Monreale i tre componenti della Commissione straordinaria di liquidazione. I rappresentanti dell’organismo composto dalla dottoressa Michela Giusti, dal dottor Vincenzo Salvatore Albanese e dal dottor Antonino Oddo, sono stati ..

    Continua a Leggere

  • Aquino e Fiumelato, nei due centri di raccolta i rifiuti differenziati si potranno conferire in un’unica volta

    Politica

    Monreale, 17 luglio 2018 - Da domani 18 luglio esclusivamente presso i punti di raccolta in via Ponte Parco 12 e in contrada Fiumelato (ex casello ferroviario) sarà possibile conferire, dalle ore 6 alle ore 16 dal lunedì al sabato, tutte le tipologie di rifiuto opportunamente differenziate e confe..

    Continua a Leggere

  • Guasto al Pozzo Rinazzo: disagi per i residenti di San Martino Delle Scale, contrada Rinazzo,  via Regione Siciliana alta, contrada Caputo, contrada Caputello

    Politica

    Monreale, 17 luglio 2018 - Previsti disagi per i residenti di San Martino Delle Scale, contrada Rinazzo,  via Regione Siciliana alta, contrada Caputo, contrada Caputello. La pompa sommersa del pozzo Rinazzo di in san Martino Delle scale lunedì scorso si è bruciata; pertanto in attesa che gli ..

    Continua a Leggere

  • San Giuseppe Jato ricorda la strage di via D’Amelio con una seduta straordinaria di Consiglio comunale

    Politica

    San Giuseppe Jato, 17 luglio 2018 - Anche la cittadinanza jatina ricorda l'anniversario della stessa di via D'Amelio. E’ convocato per Giovedì 19 luglio, alle ore 19.00, presso l’Aula Consiliare del Comune di San Giuseppe Jato, un Consiglio Comunale in sessione Straordinaria in occasione del XX..

    Continua a Leggere

  • Monreale: Ecoincentivi, ispettori ambientali, orari di conferimento più flessibili. I cittadini scrivono una lettera al sindaco

    Politica

    Monreale, 17 luglio 2018 - Ancora troppe le difficoltà per conferire nei centri di raccolta, a causa degli orari poco flessibili o per motivi logistici, ma soprattutto per un’informazione sulle modalità di suddivisione dei rifiuti e sul loro conferimento che non ha ancora raggiunto tutta la citt..

    Continua a Leggere

  • Avviso di garanzia per l’arcivescovo Francesco Micciché

    Politica

    Monreale, 17 luglio 2018 - Emesso un avviso di garanzia nei confronti dell’ex arcivescovo Francesco Micciché a conclusione delle indagini preliminari condotte dal Pubblico Ministero, la dott.ssa Sara Morri del Tribunale di Trapani. Monsignor Micciché, originario di San Giuseppe Jato e residen..

    Continua a Leggere

  • Operazione antimafia Delirio, fermati gli uomini del dopo Riina. Riciclaggio in bar e scommesse

    Politica

    Palermo, 16 luglio 2018 - Operazione antimafia  questa mattina a Palermo. L'arrestato numero uno è Giuseppe Corona, personaggio chiave, finito nel mirino della Dda di Palermo che oggi  ha arrestato 24 persone tra mafiosi, prestanomi ed estortori di diversi clan della città. ..


  • Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com