Oggi è 18/07/2018

Cronaca

Sarina Ingrassia. Oggi avrebbe compiuto 94 anni

Per quello che ha saputo seminare nella società monrealese, la sua presenza è per tanti ancora tangibile

Pubblicato il 3 settembre 2017

Sarina Ingrassia. Oggi avrebbe compiuto 94 anni

Monreale, 3 settembre 2017 – Sarina Ingrassia oggi avrebbe compiuto 94 anni. Per la grande eredità che ha lasciato nelle coscienze di tanti, monrealesi e non, per il tanto bene che ha rivolto nei confronti degli ultimi, per quello che ha saputo seminare nella società monrealese, la sua presenza è per tanti ancora tangibile. 

Mi piace ricordarla riproponendo quanto scrissi il giorno della sua scomparsa, il 23 gennaio 2015.

 

“Se ami qualcuno dagli la libertà”
Sarina Ingrassia, per tutti Sarina, è andata via. Con lei scompare una madre, una sorella, un’amica, una rivoluzionaria, un politico, una combattente, un’educatrice.
E’ pressoché impossibile fare una descrizione esaustiva di Sarina, sarebbe comunque troppo riduttiva, per tutto quello che è stato e ha rappresentato per le centinaia di persone che hanno avuto la fortuna di incontrarla nel proprio cammino. Talmente varia e interessante è stata la sua esperienza di vita, che ne è stata scritta una biografia pochi anni fa.
Chi l’ha frequentata per anni, o anche per pochi giorni, è rimasto profondamente segnato. Folgorato da quella forza, quella volontà, quella fermezza di principi, quella sensibilità mostrata nei confronti degli ultimi, che emergevano con naturalezza da questa donna minuta, umile, ma dotata di un carisma profondo.
Sarina, che non aveva figli naturali, ha rappresentato la mamma per decine e decine di bambini che hanno trovato all’interno della sua abitazione di Via Baronio Manfredi una casa, un pasto giornaliero, un’istruzione. Ed è alle mamme che andava spesso il suo pensiero. Erano loro a darle la forza di continuare: “Quando sono stanca penso a loro e dico: Ma le mamme non vanno mai in ferie”.
Quella di Sarina è una storia che appartiene ad una comunità ampia, che ha attraversato diverse generazioni, e ha travalicato i confini dell’Italia. Centinaia e centinaia di persone hanno conosciuto e sperimentato questa piccola donna, sedute al tavolo con lei in quell’appartamento del quartiere “Balzi Callozzi”, dove Sarina aveva deciso di vivere, per condividere pasti, dolori, sofferenze, studio, lunghi dialoghi, con gli sfortunati del suo quartiere. Bambini, ragazzi, ragazze madri, donne maltrattate, poveri, sapevano di trovare sempre una porta aperta, a tutte le ore, una casa dove cercare risposte dinanzi alle loro necessità, ai loro problemi, dove condividere i propri drammi.
“Finché una sola persona, un solo bambino, resta indietro, noi non dobbiamo dormire la notte sonni tranquilli”, ripeteva.
Sarina ha incarnato l’essenza stessa del volontariato, quello gratuito, senza limiti. Chi ha avuto l’opportunità di imbattersi in lei ne è rimasto inevitabilmente coinvolto. Con lei è nata l’associazione di volontariato “Il Quartiere”, forse l’eredità più importante, o forse il fardello più gravoso, che Sarina ci ha trasmesso.
Tante generazioni hanno risalito quella rampa di scale di Via Baronio Manfredi che ti trasporta in un mondo fatto di ascolto, di impegno, di condivisione, di dialogo, di confronto, di programmazione. In quei pochi metri quadri sono passate persone provenienti da tutto il mondo, vi hanno lasciato la loro esperienza e ne sono andati via a loro volta arricchiti.
Tanti ragazzi oggi sono diventati adulti, sono sposati e hanno figli, e portano una visione della famiglia aperta all’altro, a chi è più sfortunato. È forse questo il dono più importante che Sarina ci ha trasmesso.
Nel 2006, all’età di 83 anni, aveva accettato la proposta di Rita Borsellino di candidarsi al Parlamento regionale siciliano. Aveva detto di si dinanzi ad un atto di responsabilità. Nella sua continua battaglia a favore di chi è privo di diritti, l’impegno politico rappresentava un must. Non mancava di partecipare ai consigli comunali per ascoltare le proposte politiche di una classe dirigenziale troppo spesso deludente. E per questo nel 1994 aveva contribuito a fondare a Monreale il “Movimento per Monreale”.
Ma il numero 12 di via Baronio Manfredi si trasformava all’occorrenza e quasi inevitabilmente, come dotato di una sua naturale capacità attrattiva, in un luogo di incontro per movimenti civici, associazioni, per chiunque volesse impegnarsi per un futuro migliore. Se non c’era a Monreale un posto dove riunirsi, si sapeva che casa di Sarina era aperta.
Anche Filo Diretto è nato tra le mura di quella casa, dove, intorno al lungo tavolo in legno, ci si confrontava e si studiavano le prime edizioni, assieme, mi piace ricordarlo, a Piera Autovino, cofondatrice del giornale, che dell’Associazione “Il Quartiere” è stata anche Presidente.
Il pugno allo stomaco di Sarina era costituito dall’ignoranza delle persone, che le avrebbe rese indifese e vulnerabili, facilmente calpestabili nei loro diritti. Per questo gridava sempre di dare un libro ai poveri piuttosto che il pane.
“Oggi chi non sa non conta. La cultura è potere”. Era il suo slogan, e lo aveva ripetuto a tutti gli italiani nel 2000, durante la trasmissione del sabato sera di Rai Uno condotta da Milly Carlucci, che l’aveva invitata per consegnarle il premio di “mamma dell’anno”.
E fino all’ultimo si era impegnata nel tenere attivo il doposcuola per i bambini del quartiere, troppo spesso emarginati da una istituzione scolastica poco incline a fornire formazione a tutte le fasce sociali. Ed era lei a recarsi dagli insegnanti dei suoi ragazzi per discutere del loro rendimento, per chiedere inclusione e non emarginazione.
Sarina è andata via prematuramente, se così si può dire di una persona che ancora, all’età di 91 anni, guardava al futuro, non il suo, ma quello di una società più giusta, per la quale valeva la pena continuare a battersi.
Aveva sempre sperato di potere cambiare, nel suo piccolo, il mondo. Chi l’ha accompagnata negli ultimi giorni ha visto una donna serena, lei molto credente, consapevole e forse appagata di avere vissuto una vita piena, di non essersi risparmiata per offrire ai più sfortunati un futuro migliore.
Sarina ha fatto della sua vita un dono per gli altri.
Per i suoi 90 anni ci rilasciò un’intervista. “Cosa non rifarebbe se potesse tornare indietro?”
“Rifarei tutto quello che ho fatto”, rispose.
Ciao Sarina

Ricevi tutte le news


Potrebbero interessarti anche:

  • Randagismo, spariti nel nulla i cani di via Pezzingoli. Dove sono finiti?

    Cronaca

    [gallery ids="71105,71104,71103,71102,71100,71098,71097,71099,71096,71093,71091,71090"] Monreale, 18 luglio 2018 - Di loro non si trovano neppure i corpi, spariti nel nulla. Era il 19 giugno scorso quando alcuni animalisti lanciarono l’allarme dell'avvelenamento di alcuni cani nella zona alta d..

    Continua a Leggere

  • Previsioni meteo, caldo africano in arrivo. Nel week end si toccheranno i 44 gradi

    Cronaca

    Monreale, 18 luglio 2018 - Il fine settimana avrà di nuovo come protagonista il caldo africano. Fino a venerdì mattino avremo caldo moderato mentre dalla sera il nuovo impulso africano porterà di nuovo il rovente alito sahariano sulle nostre terre. La giornata di sabato sarà infuocata con punte ..

    Continua a Leggere

  • Verso le elezioni del sindaco di Monreale. A Monreale nasce il gruppo di Diventerà Bellissima

    Cronaca

    Monreale, 18 luglio 2018 – Nasce all'interno del Consiglio comunale monrealese il gruppo consiliare “Diventerà bellissima”, il movimento del presidente della Regione, Nello Musumeci. Il neonato gruppo sarà tenuto a battesimo, oggi pomeriggio, nel corso della seduta in programma in aula co..

    Continua a Leggere

  • Pitbull stacca il braccio a ragazza. É il cane del convivente

    Cronaca

    Un pitbull ha aggredito una giovane di 23 anni in un’abitazione in via Agnetta a Villagrazia a Palermo. Il cane del convivente le ha staccato a morsi un braccio. I vicini hanno lanciato l’allarme sentendo le urla della donna. Sono intervenuti i sanitari ..

    Continua a Leggere

  • Cimitero di San Martino delle Scale bonificato. Cancelli di nuovo aperti

    Cronaca

    Monreale, 18 luglio 2018 - Dopo due settimane di chiusura forzata, il cimitero di San Martino delle Scale è stato riaperto. Dentro il camposanto al centro dell'inchiesta che vede coinvolti i membri della famiglia Messina, sono state effettuate le opere di bonifica e sanificazione necessarie per ..

    Continua a Leggere

  • Nessuna infiltrazione mafiosa. I terreni di Tagliavia tornano alla Curia monrealese

    Cronaca

    Monreale, 18 luglio 2018 - La Curia di Monreale torna in possesso dei beni di Tagliavia. In particolare dell’"Azienda agricola santuario Maria Santissima del Rosario di Tagliavia”, che, a luglio 2017, era stata sottoposta ad amministrazione giudiziaria, dopo che ne era stato dimostrato il contro..

    Continua a Leggere

  • Ricorso lavoratori precari del Comune: giovedì l’udienza in Corte d’appello

    Cronaca

    Monreale, 17 luglio 2018 - Dopo un’attesa durata ben cinque anni, giovedì mattina sarà finalmente definito l’esito del ricorso presentato da un consistente gruppo di lavoratori precari del Comune di Monreale, nell’ormai lontano 2013, per aver riconosciuto il diritto alla trasformazione a tem..

    Continua a Leggere

  • Godrano. Spara alla moglie e si suicida dopo qualche giorno

    Cronaca

    A Godrano, un uomo di 72 anni, originario di Marineo, si è ucciso dopo che lo scorso 9 luglio aveva sparato alla moglie.  Pasquale Orlando di 72 anni agli arresti domiciliari si è lanciato dal tetto di casa ed è morto. E’ successo ieri sera. Lo ha..

    Continua a Leggere

  • Scomparso Antonino Dragotto, ex segretario generale del comune di Monreale

    Cronaca

    Monreale, 17 luglio 2018 -È venuto a mancare venerdì scorso 14 luglio, all’età di 84 anni, il dottore Antonino Dragotto, già Segretario Generale del Comune di Monreale dal 1977 al 1991, durante le giunte guidate dai Sindaci Li Calsi, Sirchia, Giangreco, Demma, Giacopelli, Mortillaro, Marc..

    Continua a Leggere

  • Anniversario della strage di via D’Amelio, ecco gli appuntamenti della Questura di Palermo

    Cronaca

    In occasione della ricorrenza del 26° Anniversario della Strage di via D’Amelio, in cui persero la vita il giudice Paolo Borsellino ed i componenti  della scorta, Agostino Catalano, Eddie Walter Cosina, Claudio Traina, Vincenzo Li Muli ed Emanuela Loi, il prossimo 19 luglio, la Questura di P..

    Continua a Leggere

  • Rifiuti: raccolta carta in Sicilia cresce del 16,1%. Assopirec: “Siamo sulla giusta strada”

    Cronaca

    Palermo, 17 luglio 2018 – “L’incremento del 16.1% della raccolta di carta e cartone in Sicilia, registrato nel 2017, ci dice che siamo sulla giusta strada”. Lo dice Gaetano Rubino, presidente di Assopirec, l’associazione che raggruppa nume..

    Continua a Leggere

  • Monreale, si è insediata la Commissione straordinaria di liquidazione

    Cronaca

    Monreale, 17 luglio 2018 - Si sono insediati stamane al Comune di Monreale i tre componenti della Commissione straordinaria di liquidazione. I rappresentanti dell’organismo composto dalla dottoressa Michela Giusti, dal dottor Vincenzo Salvatore Albanese e dal dottor Antonino Oddo, sono stati ..

    Continua a Leggere

  • Aquino e Fiumelato, nei due centri di raccolta i rifiuti differenziati si potranno conferire in un’unica volta

    Cronaca

    Monreale, 17 luglio 2018 - Da domani 18 luglio esclusivamente presso i punti di raccolta in via Ponte Parco 12 e in contrada Fiumelato (ex casello ferroviario) sarà possibile conferire, dalle ore 6 alle ore 16 dal lunedì al sabato, tutte le tipologie di rifiuto opportunamente differenziate e confe..

    Continua a Leggere

  • Guasto al Pozzo Rinazzo: disagi per i residenti di San Martino Delle Scale, contrada Rinazzo,  via Regione Siciliana alta, contrada Caputo, contrada Caputello

    Cronaca

    Monreale, 17 luglio 2018 - Previsti disagi per i residenti di San Martino Delle Scale, contrada Rinazzo,  via Regione Siciliana alta, contrada Caputo, contrada Caputello. La pompa sommersa del pozzo Rinazzo di in san Martino Delle scale lunedì scorso si è bruciata; pertanto in attesa che gli ..

    Continua a Leggere

  • San Giuseppe Jato ricorda la strage di via D’Amelio con una seduta straordinaria di Consiglio comunale

    Cronaca

    San Giuseppe Jato, 17 luglio 2018 - Anche la cittadinanza jatina ricorda l'anniversario della stessa di via D'Amelio. E’ convocato per Giovedì 19 luglio, alle ore 19.00, presso l’Aula Consiliare del Comune di San Giuseppe Jato, un Consiglio Comunale in sessione Straordinaria in occasione del XX..

    Continua a Leggere

  • Monreale: Ecoincentivi, ispettori ambientali, orari di conferimento più flessibili. I cittadini scrivono una lettera al sindaco

    Cronaca

    Monreale, 17 luglio 2018 - Ancora troppe le difficoltà per conferire nei centri di raccolta, a causa degli orari poco flessibili o per motivi logistici, ma soprattutto per un’informazione sulle modalità di suddivisione dei rifiuti e sul loro conferimento che non ha ancora raggiunto tutta la citt..

    Continua a Leggere

  • Avviso di garanzia per l’arcivescovo Francesco Micciché

    Cronaca

    Monreale, 17 luglio 2018 - Emesso un avviso di garanzia nei confronti dell’ex arcivescovo Francesco Micciché a conclusione delle indagini preliminari condotte dal Pubblico Ministero, la dott.ssa Sara Morri del Tribunale di Trapani. Monsignor Micciché, originario di San Giuseppe Jato e residen..

    Continua a Leggere

  • Operazione antimafia Delirio, fermati gli uomini del dopo Riina. Riciclaggio in bar e scommesse

    Cronaca

    Palermo, 16 luglio 2018 - Operazione antimafia  questa mattina a Palermo. L'arrestato numero uno è Giuseppe Corona, personaggio chiave, finito nel mirino della Dda di Palermo che oggi  ha arrestato 24 persone tra mafiosi, prestanomi ed estortori di diversi clan della città. ..


  • Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com