Oggi è 23/07/2018

Cronaca

Incendi in Sicilia: un esposto del Si.F.U.S. chiama in causa gli assessori Cracolici e Croce

Un atto d’accusa contro il Governo dove, tra le altre cose, si parla – sembra incredibile – di operai della Forestale mandati a spegnere gli incendi senza i “necessari dispositivi di sicurezza”  

Pubblicato il 9 agosto 2017

Incendi in Sicilia: un esposto del Si.F.U.S. chiama in causa gli assessori Cracolici e Croce

Chi sono i responsabili degli incendi che hanno ridotto in cenere tantissime aree verdi della Sicilia? Il SI.F.U.S., sigla che sta per Sindacato Forestali Uniti per la Stabilizzazione passa al contrattacco e presenta un esposto alle Procure di tutt’e nove i capoluoghi di provincia dell’Isola. Un atto d’accusa contro il Governo dove, tra le altre cose, si parla – sembra incredibile – di operai della Forestale mandati a spegnere gli incendi senza i “necessari dispositivi di sicurezza”  

Palermo, 9 agosto 2017 – E’ un atto d’accusa pesante, quello presentato dal segretario generale delSi.F.U.S. (Sindacato Forestali Uniti per la StabilizzazioneMaurizio Grosso. Tema: gli incendi che in questi giorni hanno incenerito tante aree verdi della Sicilia. In un esposto presentato ai Tribunali di tutti i capoluoghi dell’Isola (alle Procure della Repubblica presso il Tribunale di Catania, Palermo,
Messina, Agrigento, Enna, Caltanissetta, Trapani, Ragusa, Siracusa), i vertici di tale organizzazione sindacale chiamano in causa il Governo della Regione e, in particolare, l’assessore all’Agricoltura,Antonello Cracolici, e l’assessore al Territorio e Ambiente, Maurizio Croce.

Premesso, si legge nell’esposto:

– che il Legislatore ha istituito il comparto agroforestale in Sicilia perché si occupasse sia dei lavori di manutenzione ordinaria del patrimonio boschivo e forestale, sia della sua difesa contro gli incendi;

– che affinché questa attività possa raggiungere le finalità e gli obiettivi sopra menzionati, è necessario che il Governo regionale e, specificatamente, l’Assessorato all’Agricoltura e Foreste, attivi una seria programmazione degli interventi che, in ogni caso, devono tenere conto del rispetto del ciclo biologico della natura;

– che qualora ciò non si registrasse, per ovvie ragioni (assenza di interventi di manutenzione del sottobosco e soprattutto, assenza della pulizia dei viali parafuoco), comprometterebbe la ‘campagna antincendio’ che deve essere attivata dall’Assessorato Territorio ed Ambiente, al massimo, entro il 15 giugno di ogni anno, e realizzata dagli addetti allo spegnimento incendi”.

A questo arrivano le verità che il Governo regionale ha fino ad oggi tenuto nascoste.

L’assessorato all’Agricoltura “da parecchi anni non esegue i lavori di manutenzione ordinaria secondo un piano di programmazione degli interventi legato alle esigenze dei boschi, ma interviene secondo le disponibilità di cassa”. Cosa, questa, che “ha determinato, nel 2014, un incremento degli incendi del 700% rispetto al 2013; nel 2015, il primato di Regione più incendiata d’Italia e nel 2016, il secondo posto nella classifica degli incendi secondo i dati ministeriali”.

Un passaggio che lascia di stucco riguarda la “registrazione dei lavori della Commissione Territorio ed Ambiente dell’Ars, del 28 giugno scorso”. Si parla “della Dirigente del Settore Sviluppo e Territorio, Ing. Di Trapani”, che avrebbe sminuito “la necessità delle opere di manutenzione preventiva legate alla pulizia dei viali parafuoco”; lavori “che pertanto, per l’anno in corso, al massimo, potranno raggiungere il 40% di essi”.

Nell’esposto si legge che “la campagna antincendio, pur iniziando il 15 giugno in alcune province, è diventata attiva, sostanzialmente, in tutte le province, verso il 20-23 giugno, ma con parecchie squadre di pronto intervento incomplete, tant’è che in data odierna si sta facendo ancora ricognizione per rimpinguarle con i 78isti riservisti provenienti dal settore manutenzione”.

Questo passaggio merita una breve digressione. Quest’anno la Regione, a metà giugno, ha disposto l’avvio al lavoro di circa 10 mila operai presi dai 151isti (operai che svolgono 151 giornate lavorative all’anno) e 101isti (operai che svolgono 101 giornate lavorative all’anno). sono stati sacrificati i 78isti (operai che svolgono 78 giornate lavorative all’anno), avviati al lavoro in numero molto esiguo.

Visto quello che è successo la Regione ha deciso di far lavorare una parte dei 78isti. Ci volevano gli incendi?

Altra accusa pesante, perché riguarda la funzionalità del Servizio antincendio e, soprattutto, la sicurezza nel lavoro:

I mezzi utilizzati dagli addetti antincendio, almeno per il 30%, necessitano di manutenzione ordinaria e spesso sono rimasti senza assicurazione e senza carburante. I lavoratori, dal canto loro, indossano tute vetuste e, spesso e volentieri, sono sprovvisti dei necessari dispositivi di sicurezza”.

Si spedisce il personale per spegnere gli incendi senza i “necessari dispositivi di sicurezza”?

A questo punto il ‘siluro’:

“Sono stati realizzati pochissimi lavori nel sottobosco (zappettatura, pulizia del sottobosco, dei sentieri, delle cunette, spalcatura, diradamento, muretti a secco, recinzioni). Dopo questi avviamenti, i successivi interventi di manutenzione, attraverso i 151isti e i 101isti, sono avvenuti intorno al 20 giugno. Ciò dimostra, se ce ne fosse di bisogno, come nei nostri boschi ad oggi, la pulizia dei viali parafuoco sia ancora allo stato embrionale”.

In pratica, quest’anno le opere di prevenzione degli incendi sono “ancora allo stato embrionale”: ce ne sono poche: e i risultati si sono visti.

“Con l’innalzarsi delle temperature – si legge nell’esposto – la presenza ingombrante di erbacce nei boschi sta determinando un vero e proprio disastro ambientale come dimostrano gli incendi che hanno investito il nostro patrimonio boschivo nel Ragusano (pineta di Chiaramonte in primis), nel Catanese (sull’Etna e nel Calatino), nel Messinese (attorno Messina e nella zona di Patti), nel Siracusano (Pantalica, Cava Grande, ecc), nell’Agrigentino, nel Palermitano, nel Nisseno, nel Trapanese, nell’Ennese”.

Insomma, fuoco e danni in tutta la Sicilia.

“Tutto ciò premesso – scrive Maurizio Grosso – il sottoscritto chiede che l’intestata Procura della Repubblica Voglia accertare e valutare se nei fatti, atti e comportamenti sopra riportati siano rinvenibili fattispecie penalmente rilevanti nei confronti dell’Assessore all’Agricoltura e Foreste pro tempore, On. Antonello Cracolici e dell’Assessore al Territorio ed Ambiente, pro tempore, Dott. Maurizio Croce. Con espressa riserva di costituirsi parte civile nell’eventuale successivo procedimento penale”.

Il segretario generale del Sindacato Forestali Uniti per la Stabilizzazione “chiede inoltre, ai sensi dell’art.406, comma 3 c.p.p, di essere informato dell’eventuale richiesta di proroga delle indagini preliminari, nonché ai sensi dell’art. 408, comma 2 c.p.p, circa la eventuale richiesta di archiviazione. Chiede infine, ai sensi dell’art 355 c.p.p. che vengano comunicati le iscrizioni previste dai primi due commi del medesimo articolo”.

Ricevi tutte le news


Potrebbero interessarti anche:

  • Spaccio, furti ed estorsioni. Quattro ragazzi in arresto tra Carini e Terrasini

    Cronaca

    I Carabinieri della Compagnia di Carini  nei comuni di Cinisi e Terrasini (PA), hanno dato esecuzione ad una ordinanza di applicazione della misura cautelare nei confronti di quattro soggetti (di cui 1 agli  arresti domiciliari, 2 destinatari di obbligo di ..


  • Altofonte, Festa di Sant’Anna. Lunedì la Notte Bianca

    Cronaca


  • Malta. Alla “The Chamber Of Fashion” sfilano le modelle della Vanity Models Management del monrealese Francesco Pampa (LE FOTO)

    Cronaca

    [gallery ids="71484,71485,71486,71487,71488,71489,71490,71491,71492"] Malta 22 luglio 2018 - Si è svolto giovedì 19 luglio nella stupenda cornice di Palazzo Verdala a Malta, "The Chamber Of Fashion", una serata internazionale della cultura attraverso la moda.  Tra le tante modelle hanno..


  • “Estate…Pirandello mio ti conosco”. Da lunedì a Casa Cultura Santa Caterina alcune opere dello scrittore siciliano

    Cronaca

    [gallery ids="71474,71475,71477,71478"] Monreale, 22 luglio 2018 - Anche durante l’estate Casa Cultura Santa Caterina continua con la sua offerta culturale alla città. Lunedì 23 luglio 2018 verrà inaugurata una piccola esposizione sulle opere di Pirandello (dopo quella su Ignazio Buttit..


  • Monreale. Parte l’incendio per i botti della festa del quartiere Carmine

    Cronaca

    Monreale, 22 luglio 2018 - I fuochi d'artificio si trasformano in un incendio. Tutto avviene quando già alle 7 del mattino la temperatura segna già 30 gradi e mentre soffia il vento di scirocco. Stamattina Monreale è stata svegliata dall'alborata per i festeggiamenti in onore della Madonna del..


  • Monreale, incendio minaccia villette a Giacalone. Sul posto i Forestali con pochi mezzi

    Cronaca

    Monreale, 21 luglio 2018 - Questo pomeriggio a Monreale un grosso incendio ha minacciato diverse abitazioni, a peggiorare la situazione è stato non solo il vento che ha alimentato le fiamme ma anche la grave carenza di mezzi in dotazione alle squadre antincendio. Il rogo si è sviluppato in loca..


  • Monreale. Applausi per il concerto di Silvia Vaglica e Stephen Vaglica (LE IMMAGINI)

    Cronaca

    [gallery ids="71429,71430,71431,71432,71433,71434,71435,71436,71437,71438,71439,71440,71441,71442,71443,71444,71445,71446,71447"] Monreale, 21 luglio 2018 - Un caloroso pubblico ha assistito ieri sera all’interno del duomo di Monreale al concerto dell’Orchestra Sinfonica Siciliana nel duomo d..


  • Monreale. Il belvedere riaperto a cittadini e visitatori. Oggi l’inaugurazione (LE FOTO)

    Cronaca

    [gallery ids="71407,71408,71409,71410,71411,71412,71413"] Monreale, 21 luglio 2018 - Dopo circa sette anni è stato ufficialmente riaperto questa mattina il belvedere della villa di Monreale. Un risultato ottenuto grazie alla collaborazione di tanti volontari che nel corso degli ultimi mesi ..


  • Vuoi visitare il Chiostro di Monreale? Devi pagare un sovrapprezzo per la mostra di Jan Fabre. Lo stop della Regione

    Cronaca

    Monreale, 21 luglio 2018 - I visitatori del Chiostro di Monreale obbligati a pagare un supplemento anche se non interessati a una mostra allestita al suo interno. La Regione stoppa il provvedimento dopo che all'interno del monumento monrealese si è è registrato un brusco calo di accessi. Le polemi..


  • “Non portate i vostri rifiuti a Palermo”. Orlando scrive anche a Monreale

    Cronaca

    Palermo  21 luglio 2018 - Il Sindaco Leoluca Orlando ha scritto una lettera, indirizzata ai sindaci dei Comuni limitrofi alla Città di Palermo e per conoscenza al Presidente della Regione siciliana e commissario ai rifiuti, al Prefetto di Palermo, all’Assessore Regionale ai Rifiuti ed al Dir..


  • Declassamento dell’ospedale di Corleone. Sindaci, sindacati e movimenti preoccupati

    Cronaca

    Corleone, 21 luglio 2018 - Il corleonese dice No al taglio all’Ospedale dei Bianchi di Corleone.  La Commissione Straordinaria del Comune di Corleone, i Sindaci di Bisacquino, Campofiorito, Chiusa Sclafani, Contessa Entellina, Giuliana, Marineo, Prizzi, Roccamena, i rappresentanti sindacal..


  • Cementificazione e consumo suolo, in Sicilia è allarme 

    Cronaca

    20 luglio 2018 - Continua la cementificazione in tutta Italia, e per la Sicilia si rinnova il rischio di dissesto idrogeologico a causa dell’erosione del terreno: la conferma arriva dall’ultimo rapporto Ispra, che evidenzia come un quarto del suolo naturale perduto a li..


  • Belvedere di Monreale, per domani prevista l’apertura alle 10,00

    Cronaca

    Monreale, 20 luglio 2018 - Dopo l’input dato dal sopralluogo e dalla conseguenziale relazione tecnica redatta dal Prof. Giuseppe Schicchi e dal Prof. Manlio speciale, rispettivamente Direttore e Curatore dell’Orto Botanico di Palermo, dopo aver aperto e ridato ai visitatori circa 40 m. di affacc..


  • Un impianto di gestione di rifiuti pericolosi scoperto a Palermo. Legami con il mercato nero dei metalli

    Cronaca

    [gallery ids="71299,71300"]

    I Carabinieri del Nucleo Investigativo di Polizia Ambientale, Agroalimentare e forestale del Centro Anticrimine Natura di Palermo, supportati dai colleghi della Compagnia Carabinieri di San Lorenzo, hanno sequestrato – all’interno di un p..


  • XXXI Festival Organistico San Martino delle Scale. Sabato 21 luglio iniziano i concerti

    Cronaca

    Monreale, 12 luglio 2018 - Il XXXI Festival Organistico di San Martino delle Scale, come tradizione, avrà inizio il giorno precedente la festa “esterna” di San Benedetto, che quest’anno coincide con sabato 21 luglio; anche quest’anno il programma avrà protagonista lo storico “organetto L..


  • La legalità non ha età

    Cronaca

    [gallery ids="71281,71279,71278,71277,71276,71275,71274,71269,71268,71267,71266,71264,71263,71262,71260,71259"] Palermo, 20 luglio 2018 - La manifestazione "Coloriamo via d'Amelio", che da ormai diversi anni ha luogo a Palermo giorno 19 Luglio per commemorare l'anniversario di morte di Paolo Bors..


  • Stephen e Silvia Vaglica con l’Orchestra Sinfonica in concerto al Duomo di Monreale

    Cronaca

    Monreale, 20 luglio 2018 - Arriva dall’America anche se ha origini monrealesi e viene a realizzare un suo grande desiderio, quello di esibirsi al Duomo di Monreale, uno dei siti più belli del mondo inserito nel patrimonio dell’Unesco. Questa sera, alle ore 21,00, Stephen Vaglica, uno dei musici..


  • Monreale, scatta la tagliola sui rifiuti. Telecamere nascoste, vigili e carabinieri contro gli incivili

    Cronaca

    Monreale, 19 luglio 2018 - Coloro che continuano a perseverare con il conferimento selvaggio di rifiuti indifferenziati nel territorio saranno beccati dalle telecamere nascoste disseminate nel territorio. Le immagini saranno trasmesse al comando dei vigili urbani che faranno scattare sanzioni salati..


  • Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com