Partinico, serra di Cannabis con 100 piante. I finanziari arrestano un anziano

Denunciato un anziano di Partinico per coltivazione e detenzione di sostanze stupefacenti e di furto aggravato di energia elettrica. Nei guai anche la moglie

Denunciato un anziano di Partinico per coltivazione e detenzione di sostanze stupefacenti e di furto aggravato di energia elettrica. Nei guai anche la moglie

Partinico, 31 maggio 2017 – La guardia di Finanza di Partinico ha sequestrato circa 100 piante di canapa indiana scoperte all’interno di un’abitazione di un anziano che è stato arrestato.

I finanziari hanno perquisito un immobile a Partinico e la circostante corte pertinenziale scoprendo la presenza di una una serra che era utilizzata per la coltivazione di circa 100 piante di canapa indiana adulte, in stato vegetativo e di altezza di circa 170 centimetri. La struttura, costruita in maniera rudimentale, era ben nascosta dalla vegetazione circostante che ne rendeva impossibile l’individuazione da una prospettiva esterna nonchè da eventuali ricognizioni aree.

Gli uomini della Guardia di Finanza di Partinico hanno notato all’interno della serra la presenza di fili elettrici, parte dei quali erano stati interrati. Insospettiti dal collegamento dei fili ad un traliccio dell’Enel, distante dal contatore, gli investigatori hanno attivato una squadra di verificatori della società elettrica ed è stato accertato che sia la piantagione che l’abitazione risultavano allacciati abusivamente all’impianto pubblico dell’Enel, prelevando furtivamente la corrente elettrica. La piantagione, una volta portata a termine, piazzata sul mercato, avrebbe fruttato 100 mila euro.

Il proprietario dell’immobile, un anziano incensurato, è stato sottoposto agli arresti domiciliari, con l’accusa di coltivazione e detenzione di sostanze stupefacenti e di furto aggravato di energia elettrica. Anche la moglie è stata denunciata per il concorso nel reato di furto aggravato di energia elettrica.

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.