Oggi è 22/07/2019

Cronaca

A Monreale la raccolta differenziata porta a porta è cominciata (male). Cumuli di rifiuti a pochi passi dalla Cattedrale (FOTO)

I dubbi e le perplessità degli utenti che, poco informati, chiedono chiarimenti all’amministrazione

Pubblicato il 13 marzo 2017

A Monreale la raccolta differenziata porta a porta è cominciata (male). Cumuli di rifiuti a pochi passi dalla Cattedrale (FOTO)

Monreale, 13 marzo 2017 – Cumuli e cumuli di sacchetti di rifiuti indifferenziati lasciati per terra dove prima c’erano i cassonetti per il loro conferimento. E’ questo il triste scenario che si presentava stanotte nella maggior parte degli ex punti di raccolta dei rifiuti, soprattutto nella parte alta del paese, ma anche vicino il rinomato Duomo, nonostante fossero stati inibiti con tanto di divieto, dato che rientrano nelle aree A e B dove è operativo il “porta a porta”.

Tanti cittadini hanno continuato con le loro vecchie abitudini senza adeguarsi alla nuova ordinanza comunale che li obbliga a depositare dinanzi casa i sacchetti con i rifiuti differenziati, dalle 22,00 alle 05,00, e distinguendo i giorni di conferimento in base alla tipologia di rifiuto.

Una cattiva partenza certamente prevista, annunciata, data la insufficiente informazione tra l’utenza, e per le numerose perplessità e i tanti dubbi sulle modalità di conferimento rimasti nella testa di quei cittadini raggiunti dai volantini, ancora a poche ore prima dell’applicazione delle nuove procedure.

Se è vero che l’inizio di una riforma del servizio comporta inevitabilmente una prima fase di assestamento, e che con molta probabilità tra una settimana già il servizio potrà andare a pieno regime, è anche vero che l’amministrazione ha peccato in termini di informazione, limitandosi ad un parziale volantinaggio che, nonostante le buone intenzioni, non ha raggiunto tutti i destinatari ma, soprattutto, non ha fugato tutti i dubbi.

Raccogliamo una serie di domande inviate in redazione dai lettori, alle quali invitiamo l’assessore al ramo, Giuseppe Cangemi, a fornire una tempestiva e puntuale risposta:

  • Il comune fornisce i contenitori per depositarvi i rifiuti o devono essere lasciati nei sacchetti, in balia di cani, gatti, topi?
  • Il comune fornisce appositi e distinti sacchetti, o possono essere utilizzati quelli della spesa?
  • Un solo giorno per la raccolta dell’indifferenziato a settimana non è poco? Dobbiamo tenere i pannolini dei bambini e i pannoloni delle persone anziane per sette giorni nei balconi, trasformando questi ultimi in una piccola discarica?
  • Chi ha un negozio deve restare aperto fino alle 22,00 per rispettare l’ordinanza o la mattina aprire alle 04,00 per lo stesso motivo?
  • Dato che l’ordinanza non è stata avviata in tutto il paese non c’è il rischio che i cittadini lascino i rifiuti nei cassonetti esterni alle zone A e B, creandovi piccole discariche?
  • Perché non distribuire un opuscolo semplificativo, soprattutto per le persone anziane?
  • Come faranno le persone anziane e le persone sofferenti, sole in casa, a conferire i rifiuti dopo le 22,00 e prima delle 05,00?
  • Non sarebbe più comodo per tutti i cittadini ampliare la fascia oraria del conferimento?
  • Perché, a differenza dei due giorni di semplice volantinaggio svolto, non fare una campagna informativa adeguata, più lunga e coinvolgendo le scuole o le parrocchie, e cominciare il servizio successivamente, invece di fare rischiare ai cittadini poco informati di incorrere nelle contravvenzioni?
  • I negozianti accumulano molta carta e cartone. Devono tenerseli per una settimana come avviene per le utenze domestiche? Lo stesso problema si verifica per gli ortolani con l’umido.
  • Le stesse regole varranno per gli ambulanti?
  • Le stesse regole varranno per gli ambulanti del mercatino del giovedì?
  • I sacchetti riempiti in modo sbagliato verranno lasciati lì dagli operatori ecologici?
  • I vigili urbani interrompono il servizio alle ore 20,00. Chi controllerà il corretto conferimento dopo quell’orario?

Inoltre sono tanti i cittadini che riportano ad esempio le procedure adottate in tanti altri comuni italiani già attivi da anni sul porta a porta: contenitori e sacchetti colorati e forniti dal comune per ciascuna tipologia di rifiuti; fascia oraria per il conferimento più ampia, spesso a partire dalle 19,00; tassa sui rifiuti sensibilmente inferiore a quella monrealese. Comportamenti che, auspicano, il comune potrebbe provare ad imitare.

Ricevi tutte le news


Potrebbero interessarti anche:

  • Capizzi: “La vicenda del dissesto ha visto come protagonista l’attuale assessore Sandro Russo, mio ex assessore al bilancio per due anni”

    Cronaca

    MONREALE - “Credo che le alte temperature di questi giorni alimentino la voglia di qualcuno (e nello specifico mi riferisco al sig. Silvio Russo) di presentarsi come protagonista della politica Monrealese, con il consapevole rammarico d..


  • Giuseppe Morello, dolore al funerale del giovane monrealese (FOTO)

    Cronaca

    [gallery ids="111514,111515,111516,111517,111518,111519"] MONREALE - Una chiesa gremita ha accolto questo pomeriggio il feretro di Giuseppe Morello. Il giovane monrealese morto nel corso della notte del 20 luglio a Macari, frazione di San Vito lo Capo dopo essere caduto da un’altezza di 10 metr..


  • Monreale, continuano gli interventi degli operai dell’ESA impegnati nella cura del territorio

    Cronaca

    [gallery ids="111495,111496,111497,111498,111499"] MONREALE - Continuano gli interventi sul territorio monrealese degli operai dell’ESA (Ente Sviluppo Agricolo). Dopo la pulizia dei bordi della circonvallazione invasi dalle canne, così come..


  • I monrealesi possono “fare pace” con il comune, via al ravvedimento delle tasse

    Cronaca

    MONREALE - Il Comune dà il via al Ravvedimento operoso. I cittadini morosi potranno mettersi in regola con le tasse Imu, Tasi, Tari, Cosap e Pubblicità.  Grazie al Regolamento per l’applicazione del ravvedimento operoso approvato dal ..


  • Dichiarazione dei redditi, entro domani possibile inviare il 730 precompilato

    Cronaca

    C'è tempo fino al 24 luglio per presentare la dichiarazione dei redditi 2019. Due giorni di tempo per completare la  precompilata ed inviarla al Fisco. Entro domani, infatti, sarà possibile accettare la dichiarazione dei redditi così come messa a punto dall’Agenzia delle Entrate o int..


  • Riqualificazione del quartiere Carrubella, il comune avvia la gara per la progettazione

    Cronaca

    MONREALE - Il Comune di Monreale avvia la procedura per affidare la fase numero 3 dei lavori di riqualificazione dello storco quartiere Carrubella. Nel 2016 la Regione Siciliana ha ammesso al finanziamento delle spese relative alla progettazione definita dei lavori di riqualificazione urbana dello s..


  • Giuseppe, il ragazzo dagli occhi di mare: domani l’ultimo saluto a Santa Teresa

    Cronaca

    MONREALE - Domani nella Chiesa di Santa Teresa alle 15.30 familiari, parenti e i tanti amici di Giuseppe si riuniranno per dare l'ultimo saluto al ragazzo dagli occhi del mare. Quello stesso mare che se lo è portato via. Giuseppe se ne è andato cadendo dalla scogliera di Macari, frazione di San Vi..


  • Partinico, maxi coltivazione di marijuana: arrestati padre e figlio con pollice verde

    Cronaca

    PARTINICO - Il padre e il figlio hanno costruito una serra di marijuana che avrebbe fruttato almeno 100mila euro. La scoperta è stata fatta dai carabinieri di Partinico in contrada Tammì. Erano 112 le piante coltivate nel terreno di famiglia. Come riporta il Giornale di Sicilia, a finire in man..


  • «Monrealexit», verso il referendum per dire addio al comune di Monreale

    Cronaca

    SAN GIUSEPPE JATO - Continua l’operazione «Monrealexit» delle contrade monrealesi vicine al comune di San Giuseppe Jato. Il progetto prevede che 180 cittadini monrealesi, ma solo nella carta, passino sotto l’egida del Comune di San Giuseppe..


  • Un murale per Danilo Dolci, il Gandhi di Sicilia guarda il mare di Trappeto

    Cronaca

    TRAPPETO - Il volto del Gandhi siciliano rivive a Trappeto in un grande murale realizzato davanti al mare del paese in provincia di Palermo. L’immagine di


  • Ha pagato il pizzo per diciassette anni. Libero grazie all’associazione Addiopizzo l’imprenditore di Altofonte Giovanni Sala

    Cronaca

    ALTOFONTE - La Corte d'Appello ha confermato ieri le condanne in primo grado con rito abbreviato ai tre presunti taglieggiatori che da diciassette anni costringevano Giovanni Sala, proprietario di una cava ad Altofonte, a pagare il pizzo: si tratta del boss Salvatore Raccuglia, condannato a 17 anni ..


  • La nuova rubrica «Leggi le Leggi», Decreto crescita 2019: novità fiscali, imprese e terzo settore

    Cronaca

    Leggi, decreti, sentenze, circolari e delibere. Com’è difficile districarsi nell’infinito mondo della burocrazia italiana! Da oggi Filodiretto apre una nuova rubrica, curata da Massimiliano Lo Biondo, che cercherà di spiegare e descrivere alcune delle più importanti leggi e dei più significa..


  • Riorganizzazione macchina comunale, Giacopelli: Situazione difficile, ma non bisogna “appagnarsi”

    Cronaca

    MONREALE - In questi giorni, uno dei temi su cui maggiormente si discute è senza dubbio quello che riguarda la riorganizzazione della cosiddetta “macchina amministrativa” del Comune. Sull’argomento interviene il segretario aziendale della Cisl-Funzi..


  • Dissesto finanziario, Russo: “La Ficano è complice insieme a Capizzi, lo dice la Corte dei Conti”

    Cronaca

    Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa del Segretario Aziendale Cgil Monreale, Silvio Russo. 

    In riferimento all’articolo dell’ex sindaco di Monreale Avv. Capizzi pubblicato ieri dalla testata giornal..


  • Contro “l’inverno dello spirito”. Riflessioni su Andrea Camilleri

    Cronaca

    Riflessioni su Andrea Camilleri Scrivere su Andrea Camilleri? Pallido tentativo, certamente banale, incompleto, riduttivo “riddiculu". Ci si può limitare a scrivere un aspetto della sua vita, uno dei tanti geniali pensieri, quello che magari più di tutti gli altri ha aiutato la vita di ciascu..


  • Monreale a lutto per Giuseppe Morello, aveva una vita davanti

    Cronaca

    MONREALE - Dolore e lacrime a Monreale per la morte di Giuseppe Morello. Un ragazzo che si trovava nel pieno della sua giovinezza. Aveva appena 20 anni Giuseppe e la comunità di Monreale è sotto choc per la sua scomparsa.

    Una giornata al mare con gli amici si è t..


  • Il boss di San Giuseppe Jato è malato, prosciolto dal processo Nuovo Mandamento

    Cronaca

    SAN GIUSEPPE JATO - Il boss mafioso di San Giuseppe Jato sta troppo male per sostenere il processo e la Corte d'appello lo proscioglie e ordina la sua scarcerazione. Gregorio Agrigento ha così ottenuto la libertà grazie a delle perizie che hanno stabilito la sua “incapacità irreversibile di ..


  • Giuseppe Morello, 20enne monrealese precipitato da oltre 10 metri sugli scogli a Macari. Indagini aperte

    Cronaca

    SAN VITO LO CAPO - Una giovane vita stroncata quella di Giuseppe Morello, 20enne monrealese morto ie..