Oggi è 23/04/2018

Cronaca

Villa Sofia e la Coop. Sintesi: la storia del processo e la sentenza finale

Assolti anche i direttori amministrativo e sanitario Carlo Sitzia e Salvatore Requirez

Pubblicato il 24 novembre 2016

Villa Sofia e la Coop. Sintesi: la storia del processo e la sentenza finale

Monreale, 24 novembre 2016 – Con sentenza emessa questo pomeriggio il Tribunale di Palermo ha dichiarato di non doversi procedere “per ostacoli di precedente giudicato” nei confronti di Carlo Sitzia, Salvatore Requirez, Aurelia Di Benedetto e Sandro Russo, ed ha inoltre assolto Giuseppe Intravaia perché il fatto non sussiste. Il giudice, dopo quattro ore di camera di consiglio, ha così posto fine ad una lunga vicenda, cominciata il 6 giugno 2012, quando gli imputati Requirez, Sitzia, Di Benedetto e Russo erano stati chiamati in giudizio, in seguito ad una denuncia presentata da Antonino Frisina, sindacalista del comparto sanità della CGIL, che lamentava presunte irregolarità nella convenzione stipulata tra l’azienda ospedaliera Villa Sofia – CTO e la Cooperativa “Sintesi”.

15109450_10207735498001893_5466300798886995855_nRusso e Di Benedetto, oggi consiglieri comunali del Partito Democratico nel comune di Monreale, erano stati accusati dal Pubblico Ministero per avere somministrato fraudolentemente prestazioni lavorative all’azienda ospedaliera Villa Sofia CTO, mascherandole per rapporti di “tirocinio formativo”, in qualità di Presidenti del CDA della “Sintesi Cooperativa Sociale”, Russo fino al 20/03/2007 e Di Benedetto dal 20/03/2007. In pratica avrebbero fatto assumere persone utilizzando il meccanismo del tirocinio, eludendo i criteri di evidenza pubblica.

Entrando nello specifico, la Di Benedetto, sosteneva l’accusa, non avrebbe rispettato le norme in materia di diritto del lavoro. Non avrebbe versato in tutto o in parte i contributi e i premi obbligatori previsti dalle leggi sulla previdenza e assistenza, omettendo di presentare la denuncia obbligatoria (modello dm/10), dal mese di aprile 2007 sino ad aprile 2008.

Russo era stato invece chiamato a rispondere per avere somministrato lavoro all’Azienda Ospedaliera “Villa Sofia” – CTO”, con la finalità, sosteneva il PM, di eludere norme inderogabili di legge o di contratto collettivo applicato al somministratore. In pratica i tirocinanti, soci della Sintesi, avrebbero dovuto conseguire l’attestato di “qualificazione per i servizi di sanificazione ambientale e domestico alberghiero in ambito ospedaliero”, ed invece di fatto venivano utilizzati per sopperire alle carenze di personale nello specifico settore all’interno dell’ospedale Villa Sofia, che così si sottraeva all’obbligo di sostenere gli effettivi costi del personale (retribuito con modalità difformi dal CCNL) e di osservare le disposizioni in materia di assicurazioni sociali obbligatorie, omettendo di versare i relativi importi.

L’inchiesta aveva quindi coinvolto anche Sitzia e Requirez, rispettivamente direttore amministrativo e direttore sanitario di Villa Sofia, chiamati a rispondere dello stesso reato in quanto utilizzatori dell’attività lavorativa somministrata in frode di legge.

Il 30 settembre 2013 il giudice assolveva gli imputati, specificando come i reati fossero ormai prescritti, essendo decorsi più di cinque anni dalla data della delibera dell’Azienda ospedaliera, risalente al 2007, di accoglimento della richiesta di convenzione per il corso di tirocinio. Ciò nonostante, il giudice motivava l’assoluzione spiegando come le risultanze probatorie non consentivano di giungere ad una sentenza di condanna degli imputati. Non si poteva dimostrare infatti che i tirocini mascheravano veri e propri rapporti di somministrazione di manodopera retribuita.

Successivamente alla sentenza del 2013 i quattro imputati sono stati sottoposti nuovamente a processo, per gli stessi fatti, ma qualificati in materia diversa. L’imputazione, da violazione della normativa in materia di lavoro, era stata riqualificata in peculato. E nel nuovo procedimento era stato chiamato in giudizio anche Giuseppe Intravaia, in qualità di tutor della cooperativa, imputato per violenza privata.

Nel pomeriggio è arrivata per tutti gli imputati l’assoluzione piena.

Carlo Sitzia e Salvatore Requirez sono stati difesi dall’avv. Marcello Montalbano: “Abbiamo invocato una sentenza della Corte Europea dei diritti dell’uomo, recepita dalla Corte Costituzionale, che riconosce il principio del “ne bis in idem”. Gli imputati non potevano essere nuovamente giudicati per i fatti per i quali erano stati già assolti dal Giudice Monocratico Erika Di Carlo nel 2013. Il Tribunale ci ha dato ragione”.

La difesa di Di Benedetto, Russo e Intravaia è stata condotta dall’avv. Piero Capizzi:

“La preclusione del precedente giudicato – spiega Capizzi – è stata considerata prioritaria rispetto al merito. Quindi per i quattro imputati già giudicati per gli stessi fatti, quantunque qualificati in altra maniera, i giudici hanno ritenuto di non dovere procedere”. Non si può entrare più nel merito.

Intravaia, che nel primo processo non c’era, è stato assolto perché il fatto non sussiste. “Questo dimostra che il peculato non c’è stato, diversamente avrebbero dovuto assolverlo o per non avere commesso il fatto, sul presupposto che il fatto c’era, o perché il fatto non costituisce reato, cioè non c’era l’intenzionalità a commettere il reato. Ritengo che sia stata fatta giustizia. Si è chiusa una vicenda particolarmente sofferta da parte degli imputati, nella consapevolezza di avere sempre operato nel rispetto delle regole della legge”.

Giunta la notizia dell’assoluzione arrivano, per i consiglieri, le congratulazioni dei compagni di partito.

Il capogruppo Ignazio Davì: “Personalmente e da capogruppo del Partito Democratico apprendo con  grande soddisfazione della piena assoluzione dei colleghi consiglieri Sandro Russo e Aurelia Di Benedetto. Assoluzione che fuga ogni nube e consente agli stessi di partecipare alla vita politica di questo comune con la stessa serenità e con lo stesso entusiasmo che Sandro e Aurelia hanno profuso da sempre”.

Antonio Rubino, responsabile regionale organizzazione del PD: “L’assoluzione dei consiglieri del PD Sandro Russo e Aurelia Di Benedetto è una bella notizia per il PD di Monreale che mostra ancora una volta la trasparenza della sua classe dirigente. Si tratta di una notizia che mi riempie di gioia per il rapporto personale oltre che politico che mi lega ad entrambi. Auguro a Sandro e Aurelia di proseguire nel migliore dei modi il loro lavoro, da oggi certamente più sereno”.

Ricevi tutte le news


Potrebbero interessarti anche:

  • Contro il bullismo necessaria una didattica formale, severa, o è la credibilità dell’insegnante la chiave educativa?

    Cronaca

    Monreale, 22 aprile 2018 - La scuola pubblica è stata sempre connotata, per la sua imprescindibile valenza formativa, tra quelle Istituzioni costantemente nell'occhio del ciclone, in quanto "trave maestra" di ogni struttura sociale che, malgrado i secoli, i rivolgimenti sociali, l'evoluzione antrop..

    Continua a Leggere

  • Palermo vs Avellino  3-0. I rosanero tornano a correre

    Cronaca

    Stadio Renzo Barbera (Palermo), 22 aprile 2018 - Il Palermo fa di necessità virtù, e in una situazione di emergenza, con l’infermeria affollata e alcune squalifiche di peso, riesce ad ottenere una vittoria  importante e convincente imponendosi per tre reti a zero, contro un Avellino &n..

    Continua a Leggere

  • Parcheggio selvaggio, concerto di clacson e cittadini inferociti. È fondo Cangemi a Monreale (VIDEO E FOTO)

    Cronaca

    [video width="368" height="656" mp4="https://www.filodirettomonreale.it/wp-content/uploads/2018/04/video-cangemi-1524383251-1.mp4"][/video] [gallery ids="59765,59764,59763,59762"] Monreale, 22 aprile 2018 - Parcheggio selvaggio, concerto di clacson e cittadini inferociti. È fondo Cangemi a Mo..

    Continua a Leggere

  • Partinico. Bracciante accoltellato per motivi di vicinato. Operato al polmone

    Cronaca

    Partinico, 22 aprile 2018 - Sembra che ad accoltellare il bracciante di 59 anni sia stato F. C., 75 anni, pensionato, che adesso è stato accusato di tentato omicidio. I Carabinieri della compagnia di Partinico sono arrivati alla conclusione dopo le indagini avviate in seguito all’allertamento ..

    Continua a Leggere

  • Monreale. Festa della Liberazione organizzata dall’AUSER

    Cronaca

    Monreale, 22 aprile 2018 - Anche quest’anno, come di consueto, il Circolo AUSER “Biagio Giordano”di Monreale organizza la celebrazione della Festa della Liberazione. Il concentramento è previsto per le ore 09,30 a Piazza Canale da dove il corteo sfilerà per via Venero, via Aldo Moro, via ..

    Continua a Leggere

  • Monreale. Presentazione del libro su Placido Rizzotto

    Cronaca

    Monreale, 22 aprile 2018 - Si è tenuta ieri pomeriggio, al Circolo AUSER “Biagio Giordano” di Monreale, presieduto da Luigi Mazzola, assieme all’Associazione Antiracket “Liberi di Lavorare” presieduta da Biagio Cigno e all’ARCILINK di Monreale presieduta da Toni Renda, la presentazione ..

    Continua a Leggere

  • Cgil e Cisl esultano per elezione Rsu. Silvio Russo: «Ora pagare performance dei dipendenti»

    Cronaca

    Monreale, 21 aprile 2018 - Ieri I dipendenti del comune di Monreale hanno eletto i 12 rappresentati sindacali che avranno il compito di farsi carico per i prossimi tre anni delle esigenze e del rapporto contrattuale con l’amministrazione cittadina. La Cgil FP ha ottenuto 8 seggi, 3 sono andati all..

    Continua a Leggere

  • Piana degli Albanesi. Taglia centinaia di alberi. Corpo Forestale denuncia allevatore

    Cronaca

    Piana degli Albanesi, 21 aprile 2018 - Gli uomini del Corpo Forestale del distaccamento di Piana degli Albanesi e i Carabinieri hanno denunciato un allevatore, B.F. di anni 40, per il reato di taglio abusivo e danneggiamento aggravato di alberi e sequestrato un’area di 3 ettari circa.

    Continua a Leggere

  • Lucca, tutte le domande che farei al prof bullizzato

    Cronaca

    Lucca, 21 aprile 2018 - “Prof, non mi faccia incazzare, non mi faccia incazzare”. A urlare davanti alla cattedra è un ragazzo di un istituto tecnico di Lucca. Davanti a lui c’è il suo insegnante 64enne di italiano e storia. Il primo urla, il secondo sta zitto. Il primo ..

    Continua a Leggere

  • La via dei librai, la città che legge al via stamattina sul Cassaro Alto

    Cronaca

    Palermo, 21 aprile 2018 - Sono iniziate le 72 ore più divertenti e stimolanti dell’anno. La III edizione de LA VIA DEI LIBRAI, La città che legge – ha preso il via questa mattina sul Cassaro Alto. Da oggi e fino a lunedì 23 aprile, dalle 8 alle 24, tre giorni di festa, attività culturali, vi..

    Continua a Leggere

  • Chiusura centro per l’impiego, CISL, CGIL, UILA: disagio per decine di lavoratori forestali

    Cronaca

    Monreale, 21 aprile 2018 - Una forte preoccupazione è stata espressa dalle segreterie CISL, CGIL, UILA per l'assenza, ad oggi, di una soluzione adeguata al tema degli avvenimenti dei lavoratori forestali che fanno riferimento all’ufficio per l'impiego di Monreale. Con una nota del 12 marzo a..

    Continua a Leggere

  • Chiusa la discarica di Bellolampo, sospesa la raccolta rifiuti a Corleone

    Cronaca

    Corleone, 20 aprile 2018 - Sono stati chiusi nuovamente i cancelli della discarica di Bellolampo. Con la chiusura si ferma anche la raccolta nel comune di Corleone. A darne comunicazione è stato il Responsabile del III Settore Ing. Giuseppe Gennaro. ..

    Continua a Leggere

  • Coriandoli, musica e maschere per la parata di Primavera: “Monreale in Fiaba” – FOTO

    Cronaca

    Monreale, 20 aprile 2018 - Per le vie del centro storico coriandoli, maschere, musica ma anche messaggi importanti. Oggi pomeriggio si è svolta la parata di Primavera organizzata dagli assessorati comunali alla Cultura e alla Pubblica Istruzione in sinergia con le scuole del Territorio e con l..

    Continua a Leggere

  • Guzzo e Giuliano: “I risultati della raccolta differenziata sono fallimentari”. Cangemi ha una visione personalistica

    Cronaca

    Monreale, 20 aprile 2018 - La lunga nota dell'Assessore all'Igiene urbana ha fatto saltare dalla sedia i consiglieri di Forza Italia, Guzz..


  • Salvino e Mario Caputo tornano in libertà. Accolto il ricorso al tribunale del Riesame

    Cronaca

    Monreale, 20 aprile 2018 - Salvino Caputo e il fratello Mario Caputo tornano in libertà dopo essere stati posti agli arresti domiciliari il 4 aprile scorso su richiesta della Procura di Termini Imerese nell’ambito di presunti illeciti elettorali. Il tribunale del Riesame di Palermo ha proceduto a..

    Continua a Leggere

  • Il 25 aprile 60° Festa di Primavera a San Martino delle Scale

    Cronaca

    Monreale, 20 aprile 2018 - La Proloco di San Martino delle Scale con il patrocinio del comune di Monreale ha organi..

    Continua a Leggere

  • Cerimonia di premiazione del XIII Concorso nazionale “Tricolore Vivo” in piazza Guglielmo II

    Cronaca

    Monreale, 20 aprile 2018 - Grande successo ha ottenuto stamane la Cerimonia di premiazione del XIII Concorso nazionale “Tricolore Vivo”. Una manifestazione solenne che ha visto la partecipazione di numerose autorità civili, militari e religiose. Protagonisti veri sono stati gli alunni delle scu..

    Continua a Leggere

  • Salvo Vitale, amico e compagno di Peppino Impastato, lo racconta in un libro. Presentato oggi a Monreale

    Cronaca

    [gallery ids="59580,59581"] Monreale, 20 aprile 2018 - Stamattina presso la Casa Cultura Santa Cateria di Monreale (ex Ospedale Santa Caterina), il professore Salvo Vitale, ha presentato il suo ultimo libro “Era di Passaggio..

    Continua a Leggere

  • Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com