Valentina Termini la “Guerriera”: il sorriso del coraggio

Alla notizia della scomparsa di Valentina la città di Monreale ha ricevuto un violentissimo colpo

Monreale, 4 settembre – “Ciao Valentina, battagliera senza eguali mamma come poche moglie preziosa, te ne sei andata ma Daniele e le tue principessine non possono avere rimpianti perché hai lottato come una leonessa, hai sorriso al male bastardo che non ha vinto perché questo sorriso resterà a futura memoria e sarà di sprono per chi ogni tanto si lamenta senza avere problemi seri- Resterai per sempre nel mio cuore e nel cuore di ha conosciuto te e la tua magica famigli. Oggi perdo una sorella di più una mamma un’amica e sono incazzato e non mi vergogno perché piango e perché non sarò mai forte come te. Arrivederci altrove Vale”. Con queste parole, in mezzo ad un mare di altri commenti e ricordi, la voce dei Tinturia, Lello Analfino, saluta Valentina Termini. Giovane donna monrealese, di soli 42 anni, descritta dagli amici come una donna “forte e coraggiosa, che ha sfidato e combattuto a viso aperto una guerra che purtroppo non ti ha dato scampo”.

Alla notizia della scomparsa di Valentina la città di Monreale ha ricevuto un violentissimo colpo. Ieri per la comunità Monrealese è stato un giorno di dolore. Tantissimi erano infatti i conoscenti di Valentina, che ha fatto della lotta al cancro motivo di lotta, di battaglia. Tutti la descrivono come una grandissima donna, esempio di vita per tutti. Una donna che ha saputo affrontare “le giornate, anche le più grigie, con il suo sorriso smagliante”.

Valentina lascia il marito Daniele e tre bambine e il ricordo di una donna forte che ha combattuto fino alla fine. Valentina era una guerriera e nel 2014 scriveva:

“Ed eccomi qua!!!!!!!! Valentina,40 anni, un marito splendido e 3 bimbe meravigliose!!!! Ho scoperto questa “brutta bestia” per caso. Mai fatta prevenzione. […] Io metto la mia faccia per dire a tutte le donne: prevenite, prevenite, prevenite! Per molti il cancro è spesso un tabù, invece è proprio parlandone che lo si sdrammatizza. Oggi ci sono tante buone armi per sconfiggerlo. La prima è lo stato d’animo. La voglia di vivere aiuta parecchio. Vivere ogni giorno con il sorriso, viverlo per te stessa e per le persone che ti amano. Certo, se poi la Bestia se ne va…tanto meglio!!!! Diversamente continuiamo a combatterlo con i denti e le unghie con la speranza che prima o poi se ne vada!!! La mia strada è ancora in salita, pronta ad affrontare tutto, ma sono sicura che prima o poi si scenderà!!!! I LOVE LIFE….DEVO VINCERE IOOOOOO!!!”

Alla famiglia di Valentina Termini la vicinanza della redazione di Filodiretto

 

1 Commento
  1. […] questa occasione per ricordare Valentina, che per tanti anni ha condotto la sua personale battaglia e favore di tantissime donne. Lei è stata la principale artefice di questa iniziativa che ancora oggi, dopo la sua prematura […]

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.