Oggi è 22/01/2018

Il blog di Scuzzarella, psicologo

Guarda l’ISIS e poi muori

Meglio l’otto per mille a Francesco

Pubblicato il 1 marzo 2015

Guarda l’ISIS e poi muori

Solo un paio di giorni fa ho letto che c’è il sospetto che in Sicilia potremmo subire un attacco dell’ISIS.

Assurdo, cioè potrei subire l’attacco di qualcuno o qualcosa e manco so come riconoscerlo in caso di pericolo?

Cioè, se ricevo una lettera intimidatoria da Totò Termini, basta andare su facebook e vedo che faccia ha. Se ricevo un sollecito di pagamento dall’ENEL e non so chi sono, cerco su Google e capisco di avere a che fare con un’organizzazione che si occupa di distribuzione energetica.

Ma se qualcuno mi dice che l’ISIS ce l’ha con me, che devo fare? Chi sono questi qui? Da quel poco che si capisce nessuno li conosce personalmente da vivo.

Chi mi può spiegare quindi chi sono? Sono una Religione? Uno stato? Un gruppo politico? Le definizioni che trovo su Internet non mi soddisfano perché sono di parte. Troppo facile definirli terroristi o fanatici. Per me possiamo definirli come preferite, evito di scrivere parolacce perché mi dispiacerebbe morire.

In ogni caso alcune parole non descrivono oggettivamente la loro essenza ma solo il nostro giudizio.

Sicuramente non sono persone che noi definiremmo per bene e sinceramente non mi interessa nemmeno tanto comprenderne le ragioni: per ora non ho molto tempo.

Credo però che sia importante riflettere sulla natura di questi fenomeni socio-culturali: politici o religiosi che siano.

Se partiamo dal presupposto che l’umanità condivide Istituzioni non storicamente definibili nel tempo e nello spazio: la religione, lo stato, l’economia, l’istruzione, ecc…,  ed ammettiamo che ad un certo punto l’umanità diventa popolo, ed ogni popolo traduce le istituzioni in forme un po’ più manipolabili che si chiamano organizzazioni: cristianesimo, democrazia Italiana, modello capitalista, scuola elementare, ecc…, comprendiamo che all’interno delle grandi organizzazioni strutturate, il cambiamento è inevitabile; altrimenti vivremmo ancora nella preistoria. Piccoli gruppi di minoranza, se sono portatori di bisogni condivisi, diventano col tempo grandi gruppi dominanti che solo la storia giudicherà.

Da quello che mi ricordo non c’è mai stato progresso storico senza sangue.

Prima di subire critiche da sedicenti intellettuali, ammetto di descrivere in modo grossolano per soddisfare gli spazi di testata giornalistica quotidiana. Non siamo qui per fare saggistica.

Se fossi però un antropologo, saprei e direi che ogni squilibrio sociale è determinato da come le comunità ed i gruppi decidono di regolare il potere e di trovare e distribuire le risorse necessarie. Quando non ci sono particolari problemi allora la tradizione la fa da padrona: “è sempre stato così, perché dovremmo cambiare”. Quando ad un certo punto il malumore ed il disagio producono difficoltà un po’ più serie, c’è sempre qualcuno “carismatico”, che descrive nuove possibilità di gestione e di distribuzione grazie alle sue affascinanti doti relazioni.

Per mettere un po’ d’accordo tutti è sempre positivo condire i nuovi slanci con pizzichi di spiritualità: “se ancora non ho le idee chiare è meglio se prendo quelle di qualcun altro e a che prendo quello di qualcun altro, a sto punto prendo direttamente quelle di Dio”. Che Marketing.

Perché l’ISIS sta funzionando?

Se fossi un Sociologo direi che l’ISIS sta funzionando perché gli individui oltre che acquisire la propria identità col proprio lavoro, l’acquisiscono e la costruiscono dal e sul territorio.

Se sono una persona importante dico che lavoro faccio, se sono meno importante dico dove abito o dove sono nato. Immagina, hai un incidente in macchina con una persona che si difende al meglio delle sue possibilità: “Senta io sono avvocato, non può prendermi in giro”; “Senta, io sono dello Zen, che dobbiamo fare”.

Sottolineo ancora che sto parlando a grandi linee, non mi interessano le eccezioni.

Allora, perché l’ISIS sta avendo tutto ‘sto successo?

Come fa a reclutare persone che in teoria vivono negli stati europei anche da 3 generazioni?

A mio avviso, l’identità c’entra parecchio.

Se fossi un Tunisino che lavora al semaforo, figlio di un tunisino che faceva lo stesso lavoro, cosa sono, uno che lava i vetri o un musulmano?

E se forte di questa mia identità, l’unica che mi permette di pensarmi come una persona che esiste, mi rendessi conto che l’ITALIA non è esattamente la mia patria perché non diffonde i valori in cui credo, la amo?

E se mi rendo conto, che c’è un movimento a grossi contenuti religiosi, che dice che sta preparando un nuovo territorio affinché io mi ci possa riconoscere al meglio e che finalmente potrei chiamare casa; perché non dovrei fare delle donazioni all’organizzazione per accelerare il processo?

Mi sembra ovvio che anziché pagare le tasse allo Stato che abito, comincerei a finanziare la costruzione della terra promessa.

L’ISIS ormai è un’organizzazione di questo secolo, e come per noi è facile fare pubblicità su facebook, per loro è facile fare propaganda allo stesso modo. Sanno il fatto loro.

Che dovremmo fare quindi? E’ colpa nostra se buona parte dei nostri immigrati non riesce ad integrarsi? Non lo so. Dobbiamo avere paura? Non credo.

Voi che fareste?

Ricevi tutte le news


Potrebbero interessarti anche:

  • Spezia Vs Palermo: 0-0 

    Il blog di Scuzzarella, psicologo

    Palermo, 21 gennaio 2018 - Il mister Tedino temeva la sosta per un eventuale calo di tensione che lui aveva accuratamente creato come una corda di violino. Ma la gara ha dimostrato che il Palermo c’era e ha trovato uno Spezia che ha costruito la salvezza proprio in casa con un ott..

    Continua a Leggere

  • Operazione antimafia, arrestato Giuseppe Biondino, il figlio dell’autista di Totò Riina

    Il blog di Scuzzarella, psicologo

    [gallery ids="49673,49674,49675,49676,49677"] Palermo, 21 gennaio 2018 - Nuova operazione antimafia nel mandamento di San Lorenzo. La Dda di Palermo ha disposto il fermo di cinque persone accusate di associazione mafiosa ed estorsione. Si è ricorsi al fermo perché i cinque si preparavano a fugg..

    Continua a Leggere

  • Un albero per ogni nuovo nascituro. A Monreale piantumato solo il 5% di piante rispetto a quanto previsto dalla legge

    Il blog di Scuzzarella, psicologo

    Monreale, 21 gennaio 2018 - Quante volte passeggiando per le strade ci siamo chiesti quanto sarebbe bella e accogliente un’area se solo fosse più verde? E quante altre dopo gli incendi devastanti abbiamo pensato al danno provocato e alle ricadute sull’ambiente? E pensare che og..

    Continua a Leggere

  • Tragedia a Palermo, giovane si lancia dal ponte Oreto: intervengono i vigili del fuoco

    Il blog di Scuzzarella, psicologo

    Palermo, 21 gennaio 2018 - Un giovane si è lanciato ieri sera dal ponte di via Oreto. Un ponte già tristemente noto per fatti del genere. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco e gli agenti di polizia. Al momento non si conoscono le generalità del giovane che è finito contro il cemen..

    Continua a Leggere

  • Palermo, in sostegno di Biagio Conte una delegazione belga

    Il blog di Scuzzarella, psicologo

    Palermo, 20 gennaio 2018 - In mattinata una delegazione Belga ha portato la ..


  • Bimbo folgorato a Palermo: restano gravi le sue condizioni

    Il blog di Scuzzarella, psicologo

    Palermo, 20 gennaio 2018 - Prognosi riservata per il bimbo di sette anni che ieri pomeriggio è rimasto ustionato al volto e alle mani da una scarica elettrica in via Gaspare Palermo. Il piccolo, secondo una prima ricostruzione per gioco avrebbe aperto una cassetta dell’Enel e giocando con un..

    Continua a Leggere

  • Partinico, nel bene confiscato a Cosa nostra sorge la nuova guardia medica

    Il blog di Scuzzarella, psicologo

    Partinico, 20 gennaio 2018 - «Un bene confiscato alla mafia  diventa un punto di riferimento per l’intera comunità che potrà usufruire di prestazioni mediche in locali efficienti e funzionali. Siamo orgogliosi di potere consegnare ai cittadini di Partinico una struttura che assume anche il..

    Continua a Leggere

  • Rientra (per ora) l’emergenza. I rifiuti trasportati a Lentini a 230 km da Monreale

    Il blog di Scuzzarella, psicologo

    Monreale, 20 gennaio 2018 - Rientra, almeno per ora, l’emergenza rifiuti nei 50 comuni interessati dalla chiusura di Bellolampo, tra cui Monreale, Altofonte, San Giuseppe Jato, San Cipirello, Corleone. Gli autocompattatori erano stati dirottati fino allo scorso 18 gennaio a Motta Sant’Anastasia,..

    Continua a Leggere

  • Elezioni politiche, gli attivisti M5s incontrano i cittadini. Gli appuntamenti

    Il blog di Scuzzarella, psicologo

    Monreale, 20 gennaio 2018 - Le elezioni politiche 2018 si avvicinano, la campagna elettorale è cominciata e sarà al centro dell'attenzione per due mesi.  Gli attivisti del Movimento 5 Stelle,  per pubblicizzare e diffondere i punti salienti del programma di lavoro che il Movimento si ..

    Continua a Leggere

  • «Pronti a occupare l’assessorato ai Rifiuti», sit-in dei sindaci a Palazzo d’Orleans

    Il blog di Scuzzarella, psicologo

    Palermo, 19 gennaio 2018 - «Diteci dove dobbiamo andare a gettare i rifiuti dei nostri comuni». Questo pomeriggio si è svolto il sit-in di una nutrita delegazione di sindaci dei comuni esclusi dal conferimento dei rifiuti a Bellolampo. Ieri è arrivato anche lo stop anche dalla discarica Oikos di..

    Continua a Leggere

  • Terreni da coltivare per i giovani. Un’opportunità di fare impresa per chi ha voglia di “sporcarsi le mani”

    Il blog di Scuzzarella, psicologo

    Monreale, 19 gennaio 2018 - Terreni incolti ai giovani grazie alla Banca della Terra, un’opportunità di fare impresa per tutti quei giovani di età compresa tra i 18 e i 40 che hanno voglia di “sporcarsi le mani”. L'iniziativa è gestita dall’ISMEA, entro il 3 feb..

    Continua a Leggere

  • Picco influenza 2018, arriva un virus poco atteso. Mezzo milione di siciliani a letto entro fine mese

    Il blog di Scuzzarella, psicologo

    Monreale, 19 gennaio 2018 - Saranno almeno mezzo milione i siciliani che fra la fine di gennaio e l'inizio di febbraio dovranno fare i conti con l'influenza stagionale. Le varie forme influenzali ivi comprese quelle meno aggressive colpiranno quasi metà della popolazione isolana. Le statistich..

    Continua a Leggere

  • Maxi sequestro di droga a Carini, 1500 chili di hashish e cocaina VIDEO

    Il blog di Scuzzarella, psicologo

    Carini, 19 gennaio 2018 - La Polizia di Stato ha sequestrato un ingentissimo carico di droga ed arrestato tre soggetti, un campano e due residenti a Carini. Gli Agenti della Squadra Mobile di Palermo, ieri sera, hanno bloccato, mentre accedeva nell’area ..

    Continua a Leggere

  • MONREALEXIT, la giunta di San Giuseppe Jato e Comitato insieme per il riordino dei confini

    Il blog di Scuzzarella, psicologo

    San Giuseppe Jato, 19 gennaio 2018 - Sono 160 i cittadini monrealesi che vogliono diventare jatini: «Vogliamo pagare le tasse a San giuseppe Jato». Intanto l'amministrazione jatina e il comitato per il riordino uniscono le forze. «Disponibilità da parte di tutti gli interessati nel processo di r..

    Continua a Leggere

  • Monreale. A giorni la firma del contratto per i 9 ausiliari del traffico in attesa dal 2 gennaio

    Il blog di Scuzzarella, psicologo

    Monreale, 19 gennaio 2018 - Potrebbe finire a breve l’attesa per i 9 lavoratori della ACS  (Automobile Club Servizi s.r.l.) di Palermo, il cui contratto di lavoro è scaduto il 31 dicembre, e che attendono la definizione di alcuni aspetti burocratici per firmare il nuovo cont..

    Continua a Leggere

  • Monreale, domani Ted Formazione a Casa Cultura presenta le opportunità per chi termina la terza media

    Il blog di Scuzzarella, psicologo

    Monreale, 19 gennaio 2018 - Ted, la scuola dei mestieri, presenta ai monrealesi i propri corsi di formazione professionale che saranno attivati anche per il prossimo anno scolastico a Monreale e presso le altre sedi della provincia di Palermo di Carini, Corleone, Misilmeri, Belmonte Mezzagno e Paler..

    Continua a Leggere

  • I carabinieri ispezionano numerose aziende, 39 irregolari e 119 lavoratori in nero

    Il blog di Scuzzarella, psicologo

    Palermo, 19 gennaio 2018 - Il nucleo operativo del gruppo carabinieri per la tutela del lavoro ed i nuclei carabinieri ispettorato del lavoro, hanno effettuato, su tutto il territorio siciliano, una serie di ispezioni nei confronti di aziende edili, a..

    Continua a Leggere

  • Circolare da soli su strada. Al P. Novelli simulato un percorso stradale con segnaletica, strisce pedonali, limiti e divieti

    Il blog di Scuzzarella, psicologo

    Monreale, 19 gennaio 2018 - La strada è di tutti… è il luogo dove convergono le vite, le esperienze, i bisogni e le necessità di ogni individuo. Lo "strumento prioritario" che ci permette di muoverci, di scoprire il mondo, di incontrarci, di intrecciare il cammino tra simili. R..

    Continua a Leggere

  • Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com
    Acquapark Monreale