Il blog di Scuzzarella, psicologo

Mi viene da piangere. Un Monrealese in Florida

Mi viene da piangere. Un Monrealese in Florida

Ho visto la Florida e mi viene da piangere.  Sono tornato da un paio di giorni e tutti mi chiedono com’è.

Sinceramente non riesco a descriverla perché anch’io la immaginavo ma appena sono arrivato li, il mio cervello limitato non si era nemmeno avvicinato alla realtà.

Tutti dovremmo andarci almeno una volta nella vita per legge. Due settimane in Florida valgono un diploma. E’ un corso di formazione intensivo.

Appena si arriva sembra di essere su un altro pianeta.

La Florida funziona e potrebbe funzionare la Sicilia allo stesso modo e  con la stessa formula.

Sinteticamente la Florida non ha un’economia industriale ma agricola e turistica: con questi settori, gli americani hanno trasformato, supportati da una visione collettiva e dal clima, una palude in un paradiso.

Per deformazione preferivo parlare con le persone piuttosto che guardare chiese.

Praticamente tutti erano d’accordo nell’affermare la loro soddisfazione per la gestione della spesa pubblica e burocratica. Ho scoperto che il paradiso si può costruire con il 6 percento di tasse sul reddito e il 6 percento di IVA. Fantascienza? No. La benzina è praticamente gratis e le cose costano molto meno che da noi, panini a parte.  Ora non ditemi che gli ospedali si pagano e l’università pure.  A loro non interessa perché il pensiero di pagare il 50 percento in tasse disturba il loro senso di libertà. Ospedali e Università ci sono per tutte le tasche e state tranquilli che il servizio più scarso in confronto ai nostri è d’eccellenza. Pagare l’assicurazione sanitaria per loro è normale come per noi pagare il bollo auto, il canone rai, la revisione, l’assicurazione carissima delle nostre macchine, le tasse sulla benzina, i vitalizi ai politici, l’imu, la tarsu e le prostitute.

In Florida si trasferiscono buona parte dei pensionati americani per godersi il meritato riposo e le celebrità per status. In Florida investono tutti gli Stati Uniti e l’hanno reso lo stato più attrattivo in assoluto con un turismo che le nostre cattedrali non avevano neanche nel medioevo. Cattedrali 0 euro a persona, universal studio 180 dollari a persona (praticamente il PIL della Sicilia).  Le persone in Florida sono persone e non negri, cinesi, arabi  spagnoli o Italiani. Se abiti in  Florida e paghi le tasse in Florida sei Americano. Come la Sicilia, anche la Florida è stata terra di conquista  in fase coloniale, tutti la volevano e tutti ci sono rimasti. Per essere Americano basta migliorare quello che si è trovato. Questa è multiculturalità, no la nostra. Dove un negro è un turco però lo facciamo rimanere perché siamo buoni. In Florida per entrare devi lasciare impronte digitali, fotografia, intervista d’intenti, ecc… però tutti mi hanno detto che se lavori con un buon “bisiness” nessuno ti butta fuori. Il rispetto tra i cittadini è assoluto e la solidarietà sincera. Il volontariato è volontariato e non un futuro posto di lavoro sottopagato. 

In una piccola cittadina ho conosciuto un Palermitano di 50 anni che lavora li da 20. Non posso nominarlo perché qualcuno potrebbe offendersi a cominciare dai suoi parenti.  Ma vi assicuro che era il Siciliano più felice che abbia mai conosciuto e soprattutto eccessivamente cazzuto.

Mi ha raccontato che dalla Sicilia era dovuto andare via a vent’anni perché con la quinta elementare e senza lavoro. Non poteva campare. Si era trasferito al nord a fare il cameriere. Dopo qualche anno e con qualche soldo da parte aveva fatto un viaggio a New York. A New York ha pensato di avere trovato il paradiso e clandestino è rimasto li a fare il cameriere. Con le mance  si è fatto una vacanza in Florida. Dalla Florida non si è più spostato perché con un piccolo prestito e un mese di scartoffie ha aperto un ristorantino che ogni anno gli fa guadagnare un milione di dollari. Adesso con le sue Parole  spero di farvi venire i brividi come lui li ha fatti venire a me: “ Angelo, tu unnu capisti, mannali tutti a fari in culu. A me casa è ca. Ca sugnu Ciccio, ho fatto quello che volevo, non mi ha cacato la minchia nessuno e sono felice. Sono felice di pagare le tasse e sono contento quando mi sento utile di contribuire a quello che vedi. Si pigghiano in automatico ru me conto corrente ogni anno. Mancu aiu u commercialista. Ogni anno Tà, si pigghiano i tasse. Non evado niente perché mi sentirei una merda. Me frati mpalieimmu si lamenta ca ci runano ru scientu euro i pensioni o misi. Ma picchì, tu va riccillu, na paatu mai tasse? Ci rissi i vieniri ca, maun buoli vieniri e Uora na minamo”.

Io lo so che la Sicilia potrebbe essere la Florida d’Europa però per farla diventare così  dobbiamo saperlo tutti.

E’ facile. Potremmo fare arrivare tutti i pensionati d’Europa qui anzichè mandarli in Romania o Bulgaria. Potremmo attrarre grossi investitori per fare diventare la Sicilia un grande parco divertimenti con migliaia di nuovi posti di lavoro e milioni di turisti che spendono seriamente. Euro Disney l’avrebbero fatto qui, non a Parigi se solo avessimo un minimo di credibilità. Potremmo diventare davvero multiculturali se riuscissimo a condividere delle regole sociali di base con i nostri immigrati. Potremmo fare tantissime cose… ma prima di tutto dovremmo essere attraenti e seducenti.  Le  regole di base sono sempre le stesse: per essere corteggiati dobbiamo essere puliti e non eccessivamente esigenti.  Voi investireste i vostri risparmi in un posto che non vi garantisce sicurezza di nessun tipo e per giunta puzzolente? Vi ci trasferireste? Firmereste mille carte? La Sicilia sarà un paese turistico quando qualcuno verrà per le sue vacanze e non se ne vorrà più andare. Solo allora.

Me ne frego dell’Italia, noi siamo diversi, lo sappiamo. Però per sopravvivere da soli dovremmo prima diventare grandi. E allora con responsabilità potremmo avere la nostra benzina senza accise, la nostra energia rinnovabile, le nostre attrazioni nella modernità, i nostri posti di lavoro, i nostri investitori, poche tasse, strade pulite, differenziata, ospedali che funzionano ed essere tutti Siciliani invidiati per il nostro sole. Fino ad allora possiamo continuare a dire No Euro, dare fuoco ai nostri boschi e guardare qualche film Americano.

Ricevi tutte le news
Scritto da: Redazione
Pubblicato il 4 dicembre 2014

Potrebbero interessarti anche:


  • Monreale. Rendiconto 2016. Fumata nera in consiglio: l’opposizione fa mancare il numero legale

    Il blog di Scuzzarella, psicologo

    Monreale, 23 novembre 2017 - Ennesima fumata nera in consiglio comunale. Rinviata a domani pomeriggio, per mancanza del numero legale, la seduta convocata per procedere all’approvazione del rendiconto finanziario 2016. Il consiglio comunale, dopo il rinvio delle prime sedute, era stato convocat..

    Continua a Leggere

  • Precari nella P.A. dal 1 gennaio 2018 parte il piano straordinario di assunzioni

    Il blog di Scuzzarella, psicologo

    Al via all'assunzione di 50 mila precari storici della pubblica amministrazione. La circolare firmata dalla ministra della PA Marianna Madia dà indicazioni alle amministrazioni pubbliche che potranno partire subito con le assunzioni, a partire da gennaio 2018, per ..

    Continua a Leggere

  • Nelle scuole P. Novelli e Guglielmo “Nessun parli”: Suoni, movimenti, linee e colori

    Il blog di Scuzzarella, psicologo

    Monreale, 23 novembre 2017 - "Vale la pena che un bambino impari piangendo quello che può imparare ridendo?" Questo è l'interrogativo che si poneva il grande Gianni Rodari, rispetto alle più rigide, ripetitive e, spesso, persino punitive modalità di un certo modo, tradizionale, o..


  • Corleone, condannati e assolti al processo Grande Passo 4. Imprese denunciano il pizzo

    Il blog di Scuzzarella, psicologo

    [ngg_images source="galleries" container_ids="248" display_type="photocrati-nextgen_basic_imagebrowser" ajax_pagination="0" order_by="sortorder" order_direction="ASC" returns="included" maximum_entity_count="500"] Corleone, 23 novembre 2017 - La procura antimafia aveva richiesto in tutto, per le ..

    Continua a Leggere

  • “Spunti di cambia-Menti”: un cine-convegno al Pagliarelli per i detenuti uomini maltrattanti

    Il blog di Scuzzarella, psicologo

    Palermo, 23 novembre 2017 -In occasione della giornata mondiale contro la violenza sulle Donne, l'Associazione “Un Nuovo Giorno”, con il patrocinio del Comune di Palermo promuove e organizza, all’interno della casa Circondariale Pagliarelli il cine-convegno “Spunti di cambia-Menti”. L'even..

    Continua a Leggere

  • A Monreale la prima sagra del Buccellato. Il 9 e 10 dicembre cultura, scienza e tecnologie alimentari

    Il blog di Scuzzarella, psicologo

    Monreale, 23 novembre 2017 - Monreale si prepara al Natale con un dolce evento dal sapore siciliano. Il Collegio di Maria, il 9 e 10 dicembre, ospiterà la prima sagra del buccellato, il biscotto tipico della ricorrenza natalizia. La manifestazione è organizzata dall'Associazione dei Commercianti d..

    Continua a Leggere

  • Monreale, Sandro Russo (PD): “Capizzi riferisca in aula sui responsabili del dissesto finanziario”

    Il blog di Scuzzarella, psicologo

    Monreale, 23 novembre 2017 - Oggi pomeriggio con molta probabilità il sindaco Capizzi dovrebbe trovare tra i consiglieri presenti in aula almeno quelli necessari per approvare il rendiconto finanziario per l’esercizio 2016. Martedì il numero legale era venuto a mancar..


  • ARS: Marco Intravaia in corsa per il ruolo di capo del cerimoniale

    Il blog di Scuzzarella, psicologo

    Monreale, 23 novembre 2017 - Si prospetta un ruolo in prima fila per Marco Intravaia all’interno del nuovo organigramma dell’Assemblea Regionale Siciliana. Intravaia, consigliere comunale di Monreale (gruppo misto), è un fedelissimo del Presidente della Regione Nello Mu..


  • Monreale. Rubino (PD): “Pronti al congresso”. Ma le divergenze permangono

    Il blog di Scuzzarella, psicologo

    Monreale, 23 novembre 2017 - Si è svolta ieri pomeriggio presso il Collegio di Maria, in una sala poco partecipata, un incontro della sezione monrealese del PD. Invitati a partecipare dal commissario Antonio Rubino i dirigenti e i militanti del partito per discutere, anche alla luce dell’ultimo d..


  • “La signora delle pomelie”. Il racconto di Filippa Gracioppo

    Il blog di Scuzzarella, psicologo

    Monreale, 19 novembre 2017 – Continua, con la rubrica "Iltuolibro", il nostro impegno e il nostro contributo a favore di nuovi scrittori che, attraverso uno spazio messo a loro disposizione sul nostro quotidiano, vogliano farsi conoscere ad un pubblico più vasto. "Iltuolibro"  Vostro qu..


  • I Carabinieri celebrano a Monreale “Virgo Fidelis”

    Il blog di Scuzzarella, psicologo

    Monreale, 22 novembre 2017 - Ieri 21 novembre 2017, alle ore 18:00, presso il Duomo di Monreale, è stata celebrata la “Virgo Fidelis”, Patrona dell’Arma dei Carabinieri, il 76° anniversario della Battaglia di Culqualber e la “Giornata dell’Orfa..


  • Monreale. Sul rendiconto di gestione 2016 salta per la terza volta il Consiglio comunale. La maggioranza non c’è

    Il blog di Scuzzarella, psicologo

    Monreale, 22 novembre 2017 - Flop per il terzo Consiglio comunale rinviato a giovedì 23 novembre per assenza del numero legale. Di fatto tra le file resta una maggioranza scarsa, nove consiglieri. Russo e Di Benedetto escono lasciando l'ago della bilancia in mano all’opposizione, ma quest’ultim..


  • Acquapark Monreale