Monreale, non si è trattato di incendio doloso per l’auto del boss Madonia

0
Araba Fenice desk

Monreale, 23 maggio – Durante le prime ore del mattino di giorno 21 maggio, la Smart Fortwo, di proprietà della figlia di Vincenzo Madonia, il boss monrealese arrestato lo scorso 8 aprile 2013, è stata distrutta da un incendio. L’automobile si trovava vicino l’abitazione della famiglia Madonia in vicolo Trapani a Monreale.

L’incendio si è sviluppato attorno alle ore 5 del mattino ed ha svegliato i residenti dell’abitazione di Madonia i quali hanno subito allertato le forze dell’ordine e i Vigili del Fuoco. In pochi minuti i Pompieri hanno raggiunto il posto e hanno estinto l’incendio che aveva già distrutto la smart. 
Secondo i Vigili del Fuoco, che hanno eseguito le dovute verifiche sull’accaduto, l’incendio non sarebbe da attribuire a dolo. L’auto di Madonia avrebbe preso fuoco per cause accidentali. 
Sarebbe da escludere, quindi, l’interpretazione dell’incendio come un avvertimento al Madonia il quale, come è emerso dalle dichiarazioni del pentito Giuseppe Micalizzi, doveva essere ucciso mesi addietro su ordine di Giuseppe Lucido Libranti.

Ricevi tutte le news
Potrebbe piacerti anche

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com