Oggi è 19/11/2018

Antimafia e legalità

Monreale, città mafiosa (seconda parte): la situazione agli inizi del processo “Nuovo Mandamento”

La situazione attuale della mafia di Monreale e provincia, i protagonisti del processo e il pentito pericoloso

Pubblicato il 2 aprile 2014

Monreale, città mafiosa (seconda parte): la situazione agli inizi del processo “Nuovo Mandamento”

Nell’articolo “Monreale città mafiosa”, pubblicato da FiloDiretto nel Luglio dell’anno scorso, erano state messe in evidenza le difficoltà che l’organizzazione mafiosa stava attraversando dopo l’operazione “Nuovo Mandamento”. In quell’operazione erano stati arrestati tutti coloro che, dietro la regia di un “mafioso di prestigio” come Antonino Sciortino, stavano tentando di riunire tutte le famiglie della provincia di Palermo in un unico mandamento, riprendendo anche i rapporti con la mafia del capoluogo siciliano.

Negli ultimi anni, però, le numerose operazioni antimafia ed i sequestri dei beni, hanno messo in ginocchio la mafia provinciale, che comunque rimane legata economicamente ad attività tipiche come estorsioni, droga, abigeato, appalti e truffe ad enti pubblici.
A causa di ciò, tra gli addetti ai lavori vi sono due correnti di pensiero: se da una parte c’è chi pensa ci sia il rischio che l’organizzazione mafiosa riprenda una nuova stagione di attentati paragonabile a quella del 1994 (anno in cui Giovanni Brusca, in attesa di capire su quale parte politica puntare per portare avanti le proprie “istanze”, diede ordine alla mafia provinciale di attaccare le contro-parti che non sarebbero mai state affini ai poteri mafiosi); dall’altra parte c’è chi invece sembra escludere tutto ciò, ritenendo che gli attentati che si verificano oggi sono solo singoli episodi dovuti al rifiuto, da parte di alcuni esponenti politici, di prestarsi a logiche mafiose.

Se si scende poi un po’ più nel particolare, inoltre, si capisce come la mafia di Monreale, considerando il tessuto sociale fortemente compromesso, sia quella che si rigenera con più facilità. A distanza di un anno, infatti, essa sembra aver ripreso ad agire nel territorio normanno anche se con qualche piccola defezione dovuta alla perdita di “qualità” che, a causa del susseguirsi delle operazioni antimafia, le rendono sempre più difficile il compito di reclutare personaggi di spessore, costringendola così a lasciare spazio alle leve più giovani. Ciò non l’ha comunque indebolita più di tanto, in quanto i soggetti che oggi sono ai vertici, seppur giovani, devono per forza operare una funzione di raccordo con gli esponenti che sono in carcere, molti dei quali (gli arrestati nell’operazione Perseo del 2008), tra l’altro, potrebbero tornare a breve in libertà.

Il futuro della mafia monrealese sarà, in ogni caso, legato anche al processo “Nuovo Mandamento” che dopo l’8 aprile, al termine della decisione sulle eccezioni preliminari, verrà discusso nel merito.
Protagonisti del processo, oltre a quasi tutti gli arrestati nelle ultime operazioni antimafia (in tutto risultano 61 rinviati a giudizio, di cui 56 con rito abbreviato), saranno anche, in qualità di parti civili, il Comune di Monreale, l’associazione “Liberi di lavorare” e l’ex sindaco di Monreale Toti Gullo (vittima di estorsione insieme al figlio imprenditore Ninni).

A creare ulteriori problemi a tutto ciò che gravità nell’orbita della criminalità organizzata potrebbero essere anche le dichiarazioni di Giuseppe Micalizzi, ex braccio armato del capomafia di Pioppo Giuseppe Lucido Libranti.
Il pentito monrealese, oltre ad aver fatto luce sull’incendio doloso di una casa di campagna a Pioppo avvenuto nel 2010 ai danni di un esponente del Comitato Pioppo Comune (secondo gli inquirenti non sembra comunque esserci stato un movente politico, bensì solo la paura, da parte dei mafiosi della frazione e soprattutto di Libranti, che il Comitato potesse sempre più “creare movimento” e smuovere le coscienze degli abitanti della frazione), aver confessato l’omicidio del 70enne venditore ambulante “dissidente” Giuseppe Billitteri e aver fatto emergere le faide interne tra Libranti e Madonia, rischia di svelare altri particolari interessanti sull’organizzazione mafiosa monrealese.

Ricevi tutte le news


Potrebbero interessarti anche:

  • Rendiconto di Gestione 2017. Il consigliere Giorgio Rincione va in soccorso della maggioranza

    Antimafia e legalità

    Monreale, 19 novembre 2018 - È stata approvata questa mattina in consiglio comunale la relazione dei revisori dei conti sul rendiconto di gestione 2017. Con 11 voti favorevoli e 10 astenuti è passato il documento che aveva tenuto con il fiato sospeso diversi dipendenti comunali. Solo vener..

    Continua a Leggere

  • Pioggia di soldi per impianti di videosorveglianza. 400.000 € a San Giuseppe, 250.000 a San Cipirello, 273.000 a Piana degli Albanesi. Finanziati anche Camporeale, Partinico, Roccamena, Corleone. Monreale assente (L’elenco completo)

    Antimafia e legalità

    Palermo, 19 novembre 2018 - Una pioggia di soldi arriverà ai comuni dal Ministero dell’Interno per finanziare l’installazione di sistemi di videosorveglianza nell’ambito dei “Patti per l’attuazione della sicurezza urbana”. Il decreto è stato firmato il..

    Continua a Leggere

  • Roccamena. L’ing. Fiorentino replica al sindaco Ciaccio: “Il capo UTC non può essere revocato né sostituito con reclutamento fiduciario”

    Antimafia e legalità

    Roccamena, 19 novembre 2018 - Riceviamo e pubblichiamo integralmente una nota inviata dall'ing. Salvatore Fiorentino in relazione all’articolo pubblicato su questa testata ieri, 18 novembre 2018, riguardante il Comune di Roccamena, dal titolo:

    Continua a Leggere

  • Vittoria schiacciante per il Monreale contro il Finale. Comincia a prendere corpo l’impronta di Sorrentino

    Antimafia e legalità

    Monreale, 18 novembre 2018 - Ieri la prima trasferta per l'Atletico Monreale, e non tardano ad arrivare i primi tre punti ai danni del Finale a Pollina. I ragazzi rossoblu di mister Davide Sorrentino hanno piegato una squadra tosta con una doppietta di Ferraro, una di Lo Giudice e i goal di Costanti..

    Continua a Leggere

  • Roccamena, il sindaco nomina esperto a 1.800 € al mese. L’opposizione insorge: “Ennesimo spreco”. Ciaccio difende la sua scelta: “Il comune risparmia”

    Antimafia e legalità

    Roccamena, 18 novembre 2018 - Il 7 novembre il sindaco del comune di Roccamena, Tommaso Ciaccio, ha nominato un consulente in qualità di “esperto del Sindaco”, in materia di protezione civile, ambiente e servizio idrico integrato. Si tratta del dott. Onofrio Maurizio Todaro, che come si legge d..

    Continua a Leggere

  • Il Mosaico, ancora nessuna coalizione ma tanti interlocutori. “Buon dialogo con Monreale Bene Comune, ma rimangono ancora le distanze”

    Antimafia e legalità

    Monreale, 17 novembre 2018 - Si è tenuto oggi pomeriggio, alle 17.30 presso i locali del Collegio di Maria, l'Assemblea degli iscritti e dei simpatizzanti de "Il Mosaico". Il Movimento, presentato il

    Continua a Leggere

  • “I Beni Culturali Ecclesiastici Tutela e protezione tra presente e futuro”, se ne parlerà martedì nel Palazzo Arcivescovile di Monreale

    Antimafia e legalità

    Martedì 27 novembre, alle ore 9.00, presso il Palazzo Arcivescovile di Monreale, si svolgerà il convegno su “Beni culturali ecclesiastici: tutela e protezione tra presente e futuro", organizzato dall'Arcidiocesi di Monreale con il Nucleo Tutela Patrimonio Culturale di Palermo. Il fine è quello ..

    Continua a Leggere

  • Caputo: “Project Financing con privati e istituti bancari per creare un parcheggio multipiano in contrada Cirba”

    Antimafia e legalità

    Monreale, 17 novembre 2018 -  Un parcheggio multipiano a valle di contrada Cirba attraverso un sistema di Project Financing coinvolgendo imprenditori privati e istituti bancari nella sua costruzione e gestione. È questa la proposta av..

    Continua a Leggere

  • Assistenza igienico-sanitaria disabili, dalla Regione oltre sei milioni di nuove risorse

    Antimafia e legalità

    Palermo, 17 novembre 2018 - L’assessore regionale della Famiglia e delle Politiche Sociali Mariella Ippolito ha provveduto a reperire somme aggiuntive per 6 milioni e quattrocentoseimila euro, per dare un ulteriore contributo alle Città Metropolitane ed ai Liberi Consorzi di Comuni per l’assis..

    Continua a Leggere

  • Elezioni a Corleone, Saporito sceglie la sua squadra di assessori e vicesindaco

    Antimafia e legalità

    Corleone, 17 novembre 2018 - Il candidato Sindaco Salvatore Saporito scioglie le riserve indicando come assessori la dottoressa Francesca Benigno, psicologa, e Mario Orlando, animatore dello sport corleonese. Il dottor Giuseppe Crapisi e l’imprenditore Antonio Navarra erano già stati designati al..

    Continua a Leggere

  • Scatta l’arresto a Partinico, trovati 25 grammi di cocaina in un deposito

    Antimafia e legalità

    Partinico, 17 novembre 2018 - È stato arrestato questa mattina Giuseppe Pellitteri, di anni 61, con l'accusa di detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio. Presso un deposito del Pellitteri sono stati trovati 25 grammi di cocaina suddivisi in 25 dosi e 10 grammi non confezionati e 70 eu..

    Continua a Leggere

  • Monreale. Commemorazione del Carabiniere Rosario Pietro Giaccone, ucciso dalla mafia

    Antimafia e legalità

    Monreale, 17 novembre 2018 - Si è svolta oggi, presso il cimitero di Monreale, la cerimonia di commemorazione dell'omicidio del Car. Aus. – in congedo – Rosario Pietro Giaccone, Medaglia d’oro al valor civile. L'omicidio era avvenuto il 17 novembre 1986 ad opera della mafia per rappresagli..

    Continua a Leggere

  • Aquino, negozi allagati. L’edicolante: 2000 € di danni. La rabbia degli esercenti FOTO E VIDEO

    Antimafia e legalità

    [gallery ids="83112,83098,83091,83088,83087,83085,83083,83073,83069,83067,83065,83068"] Monreale, 17 novembre 2018 - Aquino conta i danni causati dal forte temporale di questa notte. La frazione monrealese è tra le aree più colpite dalle forti acque che sono entrate nei locali della piazza. Dan..

    Continua a Leggere

  • Esonda il torrente “Vadduneddu”. Un’auto trascinata in acqua. Via Corpo di Guardia interdetta. Fango nelle abitazioni

    Antimafia e legalità

    [gallery ids="83058,83059,83060,83062,83064,83066,83070,83074,83075,83076,83077,83078,83080,83081,83089,83092,83093,83094,83095,83096,83097,83079"] Monreale, 17 novembre 2018 - Un altro temporale e inizia la conta dei danni subiti. Questa notte le forti piogge hanno danneggiato abitazioni e st..

    Continua a Leggere

  • Maltempo, Monreale gravemente colpita. Locali allagati e danni in via Circonvallazione

    Antimafia e legalità

    [embed]https://www.youtube.com/watch?v=ooOK7U3yFCE&feature=youtu.be[/embed] Monreale, 17 novembre 2018 - Continua il maltempo in Sicilia. Nella notte tra venerdì e sabato le forti piogge hanno creato disagi non indifferenti a Monreale. Verso le 22.00 l'acqua ha cominciato a entrare nel risto..

    Continua a Leggere

  • “Basta poco per renderli felici”: nasce l’associazione per il recupero e la valorizzazione delle risorse del territorio

    Antimafia e legalità

    Nasce "Basta Poco per Renderli Felici", la neo associazione culturale ha sede a San Martino delle Scale. Uno dei suoi obiettivi principali è il recupero e la valorizzazione delle risorse del territorio. Prevista per domenica 25 novembre la Fiera di Natale, il primo evento dell'Associazione si te..

    Continua a Leggere

  • Temporale a Monreale, strade allagate e voragini anche a Borgo Molara

    Antimafia e legalità

    Monreale, 17 novembre 2018 - Circonvallazione e via Ponte Parco si sono allagate, così anche delle case al pian terreno ad Aquino. Voragini si sono aperte nell'asfalto ma anche alcune attività commerciali hanno subito disagi. Stamattina si contano i danni del temporale che si è abbattuto ieri ser..

    Continua a Leggere

  • Resto al Sud, finanziamenti agevolati anche per professionisti e Under 46

    Antimafia e legalità

    Monreale, 16 novembre 2018 - Si allarga l'agevolazione ai professionisti e l’innalzamento dell’età massima per i beneficiari. Il bando Resto al Sud 2019 ha esteso la platea dei possibili beneficiari. Dal 1 gennaio 2019, infatti, potranno partecipare al bando anche gli under 46 e i liberi profes..

    Continua a Leggere

  • Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com