Oggi è 27/05/2018

Antimafia e legalità

Monreale, città mafiosa (seconda parte): la situazione agli inizi del processo “Nuovo Mandamento”

La situazione attuale della mafia di Monreale e provincia, i protagonisti del processo e il pentito pericoloso

Pubblicato il 2 aprile 2014

Monreale, città mafiosa (seconda parte): la situazione agli inizi del processo “Nuovo Mandamento”

Nell’articolo “Monreale città mafiosa”, pubblicato da FiloDiretto nel Luglio dell’anno scorso, erano state messe in evidenza le difficoltà che l’organizzazione mafiosa stava attraversando dopo l’operazione “Nuovo Mandamento”. In quell’operazione erano stati arrestati tutti coloro che, dietro la regia di un “mafioso di prestigio” come Antonino Sciortino, stavano tentando di riunire tutte le famiglie della provincia di Palermo in un unico mandamento, riprendendo anche i rapporti con la mafia del capoluogo siciliano.

Negli ultimi anni, però, le numerose operazioni antimafia ed i sequestri dei beni, hanno messo in ginocchio la mafia provinciale, che comunque rimane legata economicamente ad attività tipiche come estorsioni, droga, abigeato, appalti e truffe ad enti pubblici.
A causa di ciò, tra gli addetti ai lavori vi sono due correnti di pensiero: se da una parte c’è chi pensa ci sia il rischio che l’organizzazione mafiosa riprenda una nuova stagione di attentati paragonabile a quella del 1994 (anno in cui Giovanni Brusca, in attesa di capire su quale parte politica puntare per portare avanti le proprie “istanze”, diede ordine alla mafia provinciale di attaccare le contro-parti che non sarebbero mai state affini ai poteri mafiosi); dall’altra parte c’è chi invece sembra escludere tutto ciò, ritenendo che gli attentati che si verificano oggi sono solo singoli episodi dovuti al rifiuto, da parte di alcuni esponenti politici, di prestarsi a logiche mafiose.

Se si scende poi un po’ più nel particolare, inoltre, si capisce come la mafia di Monreale, considerando il tessuto sociale fortemente compromesso, sia quella che si rigenera con più facilità. A distanza di un anno, infatti, essa sembra aver ripreso ad agire nel territorio normanno anche se con qualche piccola defezione dovuta alla perdita di “qualità” che, a causa del susseguirsi delle operazioni antimafia, le rendono sempre più difficile il compito di reclutare personaggi di spessore, costringendola così a lasciare spazio alle leve più giovani. Ciò non l’ha comunque indebolita più di tanto, in quanto i soggetti che oggi sono ai vertici, seppur giovani, devono per forza operare una funzione di raccordo con gli esponenti che sono in carcere, molti dei quali (gli arrestati nell’operazione Perseo del 2008), tra l’altro, potrebbero tornare a breve in libertà.

Il futuro della mafia monrealese sarà, in ogni caso, legato anche al processo “Nuovo Mandamento” che dopo l’8 aprile, al termine della decisione sulle eccezioni preliminari, verrà discusso nel merito.
Protagonisti del processo, oltre a quasi tutti gli arrestati nelle ultime operazioni antimafia (in tutto risultano 61 rinviati a giudizio, di cui 56 con rito abbreviato), saranno anche, in qualità di parti civili, il Comune di Monreale, l’associazione “Liberi di lavorare” e l’ex sindaco di Monreale Toti Gullo (vittima di estorsione insieme al figlio imprenditore Ninni).

A creare ulteriori problemi a tutto ciò che gravità nell’orbita della criminalità organizzata potrebbero essere anche le dichiarazioni di Giuseppe Micalizzi, ex braccio armato del capomafia di Pioppo Giuseppe Lucido Libranti.
Il pentito monrealese, oltre ad aver fatto luce sull’incendio doloso di una casa di campagna a Pioppo avvenuto nel 2010 ai danni di un esponente del Comitato Pioppo Comune (secondo gli inquirenti non sembra comunque esserci stato un movente politico, bensì solo la paura, da parte dei mafiosi della frazione e soprattutto di Libranti, che il Comitato potesse sempre più “creare movimento” e smuovere le coscienze degli abitanti della frazione), aver confessato l’omicidio del 70enne venditore ambulante “dissidente” Giuseppe Billitteri e aver fatto emergere le faide interne tra Libranti e Madonia, rischia di svelare altri particolari interessanti sull’organizzazione mafiosa monrealese.

Ricevi tutte le news


Potrebbero interessarti anche:

  • Domani a Piana degli Albanesi un gruppo di Ministri albanesi e kosovari

    Antimafia e legalità

    Piana degli Albanesi, 26 maggio 2018 - Domani, 27 maggio e il 28 maggio una delegazione di Ministri della Repubblica d’Albania e della Repubblica del Kosovo terranno visite ufficiali in Sicilia. In particolare domenica 27 a Piana degli Albanesi l’incontro verterà sul tema “Minoranze stor..

    Continua a Leggere

  • Le ossa dei morti nascoste nel cemento. Sono 12 gli indagati del Cimitero degli orrori

    Antimafia e legalità

    Monreale, 26 maggio 2018 – Quello che esce fuori dalle indagini dei carabinieri di Monreale sul cimitero di San Martino delle Scale è davvero inquietante e sconcertante. Non a caso i carabinieri lo hanno definito il «Cimitero degli Orrori». L’operazione di questa mattina, che ha portato agli ..

    Continua a Leggere

  • Ligabue in visita a Monreale. Toccata e fuga del famoso rocker

    Antimafia e legalità

    Monreale, 26 maggio 2018 - Stamattina Ligabue si trovava a Monreale. Il famosissimo rocker emiliano è stato avvistato nei pressi di piazza Vittorio Emanuele. Alla notizia numerosi fan hanno iniziato a dare la caccia a Ligabue Il cantante ha però fatto una fugace visita nella nostra città e non..

    Continua a Leggere

  • Cimitero degli orrori a Monreale. NOMI E FOTO degli arrestati

    Antimafia e legalità

    [gallery ids="64792,64793,64794,64795"] Tutti sono gravemente indiziati di avere fatto parte di un’associazione per delinquere finalizzata alla commissione di numerosi delitti tra cui quelli di truffa, falsità in atti pubblici commesse da privati, falsità in certificazioni, violazione di sepo..

    Continua a Leggere

  • Arresti a Monreale e avvisi di garanzia. Banda gestiva il cimitero VIDEO e INTERCETTAZIONI

    Antimafia e legalità

    Monreale, 26 maggio 2018 - Questa mattina, a partire dalle prime luci dell'alba, i carabinieri di Monreale sono impegnanti nell'operazione di esecuzione del..

    Continua a Leggere

  • Cimitero degli orrori a Monreale. Arrestate 4 persone e numerosi avvisi di garanzia

    Antimafia e legalità

    Monreale, 26 maggio 2018 - Stamattina, su ordine della Procura della Repubblica di Palermo, i Carabinieri della Compagnia di Monreale in esecuzione di un’Ordinanza del G.I.P. presso il Tribunale di Palermo hanno arrestato 4 persone e sottoposto una quinta alla misura cautelare coercitiva d..


  • “La mafia uccide, il silenzio pure”

    Antimafia e legalità

    Monreale, 25 maggio 2018 - La Feltrinelli di Palermo Giovedì 31 maggio alle ore 18:30 dedica un intenso pomeriggio alla memoria di Peppino Impastato, nell’anno in cui ricorre il quarantennale della morte, con l’incontro “La mafia uccide, il silenzio pure”. La storia di Peppino – cele..


  • Miss Monreale 2018. Venerdì 1 giugno al via il casting (Nell’articolo come partecipare)

    Antimafia e legalità

    Monreale, 26 maggio 2018 - Al via il Casting per la seconda edizione di MISS MONREALE. Da venerdì 1 giugno, presso l’hotel Savoia di Monreale, in via Benedetto D’Acquisto, dalle 15,00 alle 19,00 cominceranno le selezioni. Dopo il successo della prima edizione del concorso di..


  • Fuori uscita liquami in via San Martino. La replica di Gelsomino e Zingales a Moncada

    Antimafia e legalità

    Monreale, 25 maggio 2018 - “Non so chi ha dato queste notizie mi assumo la responsabilità nel dire che non corrispondono a verità e che gli assessori presenti si sono semplicemente impegnati ad esaminare la problematica e cercare di trovare una soluzione dopo avere esaminato la pratica inerente ..


  • Capizzi: “Accertare responsabilità? Concordo con Caputo, ma necessario fare un’analisi approfondita su chi ha provocato danni già giudizialmente accertati, con sentenze emesse in via definitiva”

    Antimafia e legalità

    Monreale, 25 maggio 2018 - “Poche volte mi sono trovato d'accordo con l’avv. Caputo, e questa è una di quelle. Nella vita di ognuno di noi accadono talvolta dei fatti che danno una scossa, lasciano un segno, molto spesso in positivo, perché conducono a nuove r..


  • Fuoriuscita di liquami in via San Martino intervengono i tecnici

    Antimafia e legalità

    Monreale, 25 maggio 2018 -Fuoriuscita di liquami in via San Martino, zona Ponticelli. Su segnalazione dei cittadini questa mattina sono intervenuti sul posto i tecnici dell'Amap, rimane da verificare se il problema riguarda la fognatura del comune di Monreale.  Per risolvere una volta e..


  • A San Cipirello arriva il colore. Una piazza dedicata a Caronia, medico antifascista, e a Sonnino

    Antimafia e legalità

    San Cipirello, 25 maggio 2018 - Quegli edifici, un tempo grigi e anonimi, diventano il trionfo del colore e del ricordo di due personalità che hanno portato in alto il nome di San Cipirello. L’artista romano Eliseo Sonnino ha creato, in una piazza della città della Valle dello Jato, il murale da..


  • L’antimafia dei fatti. Una mietitrebbiatrice per le sorelle Napoli. Un dono per ricominciare

    Antimafia e legalità

    Mezzojuso, 25 maggio 2018 -   Il 23 maggio è stata la giornata delle celebrazioni antimafia. Incontri, convegni, discussioni, cortei, foto in bella vista e tante parole in occasione del ricordi delle stragi di mafia. Mentre in molte città siciliane si sprecavano parole, ..


  • Pioppo, la delegazione senza anagrafe e stato civile. Lo Coco interroga il sindaco

    Antimafia e legalità

    Monreale, 25 maggio 2018 - I servizi di anagrafe e stato civile non vengono ancora garantiti presso la delegazione municipale di Pioppo. Da oltre un anno, in seguito al trasferimento di personale, i pioppesi devono recarsi a Monreale per usufruire dell’ufficio. Sulla questione il capogruppo del gr..


  • Monreale. Salvino Caputo: “Campo sportivo ad Aquino, parcheggio Cirba e lease back caserma Carabinieri. Un danno alle casse comunali”

    Antimafia e legalità

    Monreale, 25 maggio 2018 – “Presenterò un esposto alla Corte dei Conti e alla Magistratura ordinaria perché venga fatta luce su scelte politiche che hanno avuto ripercussioni notevoli sugli equilibri finanziari del Comune oltre ad avere privato la città di due strutture fonda..


  • “Danisinni Circus”, domenica si inaugura il primo circo sociale permanente senza animali

    Antimafia e legalità

    Palermo, 25 maggio 2018 - Grande festa di quartiere con eventi aperti a tutti e gratuiti per inaugurare ‘Danisinni Circus’, il primo circo sociale permanente senza animali in città. È il ‘Museo Sociale di Danisinni’. Domenica 27 maggio 2018, Piazza Danisinni, dalle ore 16:00 sino a tard..


  • Migliorano le condizioni di Arianna Badagliacca, vittima di un incidente stradale a Vercelli

    Antimafia e legalità

    Vercelli, 25 maggio 2017 - Dopo giorni di apprensione, le condizioni mediche di Arianna Badagliacca stanno lentamente migliorando. La donna, rimasta vittima di un grave incidente stradale, è sotto costante osservazione da parte dei medici del reparto rianimazione dell’Ospedale di Novara. Ad annun..


  • Monreale, elezioni amministrative. Il Pd uscirà dalla crisi e resterà nella Terza Repubblica?

    Antimafia e legalità

    Monreale, 25 maggio 2018 - La Terza Repubblica è cominciata il 5 marzo. Un quadri-polarismo, una forza il M5s che spiazza i vecchi partiti con il 32 per cento, sia alla Camera sia al Senato, e tre partiti di medie dimensioni: il Pd al 19 per cento, la Lega con il ..


  • Twitter Auto Publish Powered By : XYZScripts.com