Monreale Maria Rita Curcio va in pensione: “Porterò sempre tutti nel mio cuore”

Diversi gli incarichi conseguiti al comune di Monreale, ha lavorato anche per Roma Capitale

Entrata giovanissima in Pubblica Amministrazione, la dirigente Maria Rita Curcio ha raggiunto i requisiti della Legge Fornero, andando in pensione con oltre 42 anni di anzianità.


Ha iniziato la sua carriera nell’82 con il ruolo di ufficiale amministrativo nell’Ufficio contratti, espropriazioni ed antimafia.
In qualità di funzionario, successivamente si è occupata di annona e commercio, arredo urbano, ville e giardini, ricoprendo anche il ruolo di capo di gabinetto del Sindaco Enzo Giangreco.
Degli anni ’80 ricorda l’entusiasmo, la creatività e la vivacità dei progetti cui ha collaborato per il decoro, l’arredo urbano della città e per il coinvolgimento in progetti innovativi in sinergia con gli organi politici ed istituzionali, non solo comunali.
Unica donna dirigente al Comune di Monreale, ha guidato negli anni le Aree Risorse Umane, Sviluppo economico, Promozione Umana, Polizia Municipale, Affari Generali ed Istituzionali, l’area promozione sociale e territoriale, ricoprendo anche il ruolo di vice segretario.
Durante la carriera, in posizione di comando, ha lavorato all’Anci Sicilia, all’Aran Sicilia ed a Roma Capitale.
Il fiore all’occhiello resta l’ufficio legale del Comune di Monreale, dove ha potuto esprimere la sua professionalità ed esperienza, in coerenza alla sua formazione e con tutta la sua passione.
A Maria Rita Curcio gli auguri del Sindaco Alberto Arcidiacono e dei tanti colleghi che hanno partecipato ai suoi festeggiamenti.

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.