Vittorino “Intere aree cittadine sommerse dai rifiuti, piano traffico improvvisato, PRG fermo, assenza di strategie di sviluppo”

“Tre assessori per la posa dei vasi in piazza, altri due e il comandante della Polizia Municipale per stabilire il senso di pedonalizzazione in via Strada Ferrata”

MONREALE – “Vi sono intere aree cittadine sommerse dai rifiuti di ogni genere. È stato reso accessibile il Castellaccio per valorizzare il monumento mentre la piazzola sottostante è stracolma di rifiuti. È stato improvvisato un piano traffico senza coinvolgere concretamente le categorie produttive e in assenza di un Piano urbano del Traffico; piano traffico che per altro determina situazioni di pericolo oltre che disagi”.

Nella nota inviata alla stampa il consigliere comunale d’opposizione Mimmo Vittorino esprime tutta la sua diffidenza nei confronti della capacità dell’attuale amministrazione comunale di gestire la città di Monreale. 

“Il Piano regolatore generale è fermo e il territorio è privo di una pianificazione urbanistica e di strategie di sviluppo. Siamo stati esclusi dai finanziamenti per la realizzazione degli impianti di compostaggio e le nostre isole ecologiche sono totalmente fuori norma e contestate dai cittadini. Il Comune – dichiara ancora il capogruppo di Popolari per Monreale – versa in condizioni economiche disastrose e mancano ben due bilanci. E siamo sempre sotto la “lente ” del Ministero, impossibilitati a predisporre investimenti e programmazioni per lo sviluppo di Monreale”. 

“Il cimitero contiene oltre 100 salme a deposito, alcune delle quali da oltre due anni, e intanto l’amministrazione al suo interno litiga sul nuovo cimitero. E in tutto questo – continua Mimmo Vittorino – pezzi dell’amministrazione impiegano ore del proprio prezioso lavoro per verificare la posa di vasi in piazza o, addirittura, presidiare in Via Strada Ferrata per decidere se gli appassionati di corsa devono percorrerla in discesa o… in salita”.

“Siamo davanti a una situazione paradossale. Un’Amministrazione che dedica tempo a operazioni che in tutti i Comuni effettuano gli operai o al massimo con la presenza di in geometra. È evidente che preferiscono i selfie e le foto piuttosto che convocare un Consiglio Comunale per relazionare sul bilancio e sul dissesto, sullo stato del Piano regolatore generale, sul dramma familiare e igienico sanitario riguardante il cimitero o le gravi problematiche che riguardano le frazioni. Per questo, unitamente al gruppo consiliare dei Popolari per Monreale, chiederò una sessione straordinaria del Consiglio Comunale per invitare l’Amministrazione per una informativa sullo stato della situazione urbanistica, economico finanziaria, sulle tematiche di sviluppo e sui rifiuti, oltre al fatto che vengono emanate schizofreniche ordinanze sulla viabilità, in assenza di parcheggi e di Piano urbano del traffico”.

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.