Violento temporale su Palermo, Orlando: ” La pioggia più violenta nella storia della città”

Il sindaco e Musumeci si sono espressi dopo il violento nubifragio che ha causato due vittime

PALERMO – Il sindaco Leoluca Orlando si è espresso in merito a quel che è accaduto oggi pomeriggio in viale Regione Siciliana, allo svincolo con viale Lazio.

“Oltre un metro di pioggia è caduta oggi a Palermo in meno di 2 ore. La pioggia più violenta nella storia della città almeno dal 1790, pari a quella che cade in un anno. Una pioggia che nessuno, neanche i meteorologi che curano le previsioni nazionali, aveva previsto, tanto che nessuna allerta di Protezione Civile era stato emanata per la nostra città”. Così si è espresso il sindaco Leoluca Orlando commentando la tragica giornata di oggi.

“Se l’allerta fosse stata diramata – continua il sindaco – sarebbero state attivate le procedure ordinarie che, pur nella straordinarietà degli eventi di oggi, avrebbero potuto mitigare i rischi. Ma non è il momento della polemica che lascio ad altri, anche perché so bene che la protezione Civile opera con grande professionalità basandosi su delle previsioni meteorologiche fatte da altri e che oggi evidentemente nessuno poteva fare con accuratezza”.

“Quanto è avvenuto – continua – deve spingerci ancora di più ad una profonda riflessione e a fare nostra le parole di ieri del nostro arcivescovo sul modello di sviluppo che sempre più sta alterando il rapporto fra l’uomo e l’ambiente e il clima del nostro pianeta. In queste momenti – conclude Orlando – tutta la macchina comunale è impegnata per affrontare questa emergenza non annunciata al massimo dell’impegno e della professionalità mentre attendiamo con apprensione che i vigili del fuoco ci diano notizie sulle persone che ancora al momento risultano disperse e siamo vicini ai loro familiari”.

Anche il presidente Musumeci ha parlato

“Dolore e rabbia ha espresso questa sera il presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, insieme ai sentimenti di cordoglio, alle famiglie delle “vittime innocenti di Palermo”. “Tragedie come queste – ha detto il governatore – debbono farci riflettere sulla necessità di adottare nuove e urgenti strategie di prevenzione e di pianificazione del territorio, specie in quelli devastati da speculazioni selvagge. Ce lo impone il mutamento climatico e la responsabilità del ruolo di chi amministra”.

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.