Pedonalizzare il centro e suolo pubblico per le attività commerciali per creare il salotto di Monreale

Fondamentale sarebbe la messa in atto di una scala mobile in via Torres

MONREALE – Ancor prima che si pronunciasse il governo della città, i suggerimenti arrivano dai commercianti. Assegnati sette posti ai taxi con licenza, che dalla via B. D’Acquisto adesso sono stati riservati lungo il marciapiede di piazza Vittorio Emanuele.

Un provvedimento che ha dato spazio, antistante la banca sempre all’inizio di via D’Acquisto, agli esercizi pubblici concedendogli il suolo pubblico per la disposizione di tavolini sino a villa Savoia. Tutto questo avviene mentre al posto dei vecchi negozi in fuga cercano di approdare le griffe, anche se per il momento queste iniziative attendono un progetto di salvaguardia dell’ambiente. Da sottolineare che pedonalizzare la parte vitale del centro dipende dall’idea che si ha di una città. Mentre, la decisione di avere eliminato le auto attorno al Duomo è stata lodevole.

Oggi, nella città del Duomo, la sola prospettiva da praticare è la pedonalizzazione, con la messa in atto dell’uso di un servizio pubblico navetta che trasporta i visitatori dalle aree parcheggio al centro. Fondamentale sarebbe la messa in atto di una scala mobile che superi la scalinata di via Torres. Realizzabile ripescando quel finanziamento di 17 mila euro. Un’evoluzione che invita gli addetti a mettere in pratica un piano commerciale più adeguato, e rivolto ad una maggiore concessione di suolo pubblico, con la speranza di creare il  “salotto” di Monreale, rispettando la tendenza aggiornata della gastronomia.

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.