Nubifragio in viale Regione Siciliana, l’ira di Ferrandelli: “Orlando vai a casa”

"Soccorsi incapaci e vie di fuga assenti, stavamo rischiando di morire annegati". Ferrandelli molto arrabbiato si scaglia contro l'amministrazione

PALERMO – Il leader dell’opposizione in consiglio comunale ha protestato contro il sindaco Leoluca Orlando per via del violento nubifragio che ha causato parecchi danni alla circonvallazione.

Ferrandelli ha raccontato di come la macchina dei soccorsi è stata incapace. “Ci siamo salvati tra di noi” – ha detto. “Nel 2020 vedere tante vite umane in pericolo per un semplice nubifragio è una cosa vergognosa”.

“Abbiamo perso insieme ad altri l’auto. L’importante è che non ci siano feriti e vittime. E poi ha attaccato il sindaco Orlando – “E’ inaccettabile che in una città civile come la nostra possa accadere tutto ciò per quattro gocce di pioggia. Uno spettacolo indecoroso – e poi aggiunge molto arrabbiato – ma quale Tram, quali opere, quando qui mancano le vie di fuga e la sicurezza dei nostri cittadini. Siamo stati tratti in salvo dalla solidarietà che fra di noi si è mossa e non dai soccorsi”.

Siamo stati tratti in salvo dalla solidarietà che fra di noi si è mossa e non dai soccorsi.

“Gli abitanti intorno al viale regione ci hanno dato abiti, asciugamani. Qui vogliamo la testa di qualcuno. Qualcuno deve pagare, non vogliamo passerelle. Il giorno del festino si presenta così, non governata. 30 anni di un sindaco che non è stato capace di governare Palermo. Ho visto il panico negli occhi dei miei concittadini, ho visto l’incapacità dei soccorsi”.

Così ha concluso Fabrizio Ferrandelli che ha promosso dure battaglie in consiglio comunale.

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.