Emergenza acqua a Monreale, falde acquifere e rubinetti sempre più a secco, ecco perchè

Rubinetti a secco da giorni e recipienti sempre più vuoti a Monreale

Se non è emergenza, poco ci manca. A Monreale inizia seriamente a scarseggiare l’acqua. Un problema che da qualche anno a questa parte diventa sempre più grave e ricorrente, soprattutto durante la stagione estiva. Sono decine le segnalazioni ricevute nella nostra casella email e sulla nostra pagina Facebook: manca l’acqua, quando arriva, arriva con poca pressione e non si riesce a riempire le riserve idriche a sufficienza.

Monreale si avvia verso una situazione di emergenza che potrebbe diventare realtà nel caso in cui dovesse protrarsi ancora la carenza di piogge. I brevi scrosci di pioggia delle scorse settimane non sono certo bastati ad alimentare le riserve idriche sotterranee che sono sempre più in sofferenza. Nel Monrealese non piove ormai da mesi e le falde sono sempre più a secco. Non basta più una giornata per permettere la risalita della falda acquifera sempre più bassa in quasi tutte le sorgenti.

Ecco spiegato perché il Comune di Monreale è dovuto correre ai ripari contingentando la distribuzione alla popolazione. “Buongiorno a tutti sono le 9:30 e questa mattina nemmeno l’ombra di un goccio di acqua su via Mulini – dice un monrealese – ma è possibile fare questa vita per favore, qualcuno può aiutarci?”. Ma i problemi relativi alla mancanza di acqua sono un po’ ovunque a Monreale e la situazione diventa più seria man mano che passano i giorni. Per questo l’appello che fa il Comune è quello di non sprecare l’acqua e farne buon uso. Stesso appello lo rivolgono ai cittadini i consorzi idrici del territorio.

Uno dei problemi che si aggiunge alla scarsità delle risorse idriche è anche quello relativo alle condutture che trasportano l’acqua stessa. Tubazioni vetuste e molto spesso danneggiate in cui le perdite sono praticamente all’ordine del giorno. Basti pensare che almeno la metà dell’acqua che viene immessa in acquedotto, durante il proprio tragitto viene persa. E poco o nulla può fare l’amministrazione comunale visto che non esistono somme sufficienti in cassa o fondi a disposizione per l’ammodernamento della rete idrica. Come se non bastasse sarebbe più che imminente l’annessione del Comune di Monreale all’ATI. Si tratta dell’ambito territoriale di gestione delle risorse idriche che racchiude tutti i Comuni del Comprensorio. Se il Consiglio Comunale non dovesse aderire all’ATI, sarà inviato un commissario dalla Regione per valutare l’annessione. Intanto con buona pace dei monrealesi, l’acqua continuerà ad arrivare a giorni alterni e razionata.

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.