Oltre 150 defunti a deposito in attesa di sepoltura a Monreale

L'assessore Pupella ha ricordato il progetto di costruzione di un nuovo cimitero a Pioppo

Se a Palermo, all’interno del Cimitero dei Rotoli ci sono circa 500 bare a deposito, non va meglio di certo a Monreale, dove i defunti in attesa di una degna sepoltura sono circa 150. Un problema con cui L città di Monreale combatte ormai da anni e al quale non sembra ancora esserci una soluzione.

Lo ha spiegato al Giornale di Sicilia, e confermato a FiloDiretto, l’assessore al ramo Geppino Pupella secondo cui non è certo una novità che il deposito del cimitero monumentale monrealese sia colmo. Del deposito FiloDiretto se ne è occupato a lungo nei mesi scorsi. Si tratta di una struttura ormai a collasso nella quale si trovano davvero numerosi, troppi, defunti in attesa di essere sepolti degnamente. Un problema ereditato dalla precedenti amministrazioni ma che ancora non si riesce a risolvere.

“Nonostante i nostri buoni propositi di liberare il deposito – dice l’assessore ai Servizi cimiteriali – abbiamo stimato che da qui a fine anno avremo ugualmente una giacenza a causa della carenza di fosse e dalla mancanza di cellette. C’è da considerare che 3267 loculi sono nella gestione comunale ma altri 6108 appartengono a società e confraternite”.
Secondo Pupella, a rellentare i lavori nel cimitero di Monreale è la burocrazia legata al fatto che si tratta di un cimitero monumentale e quindi per compiere alcuni lavori sarebbe necessario il nulla-osta della Soprintendenza ai Beni culturali. Il comune è comunque riuscito ad ottenere il via libera alla realizzazione di un nuovo campo di inumazione per circa 30 salme.

Pupella ha anche ricordato il progetto di costruzione di un nuovo cimitero a Pioppo che ha già ottenuto diverse autorizzazioni. Il nuovo camposanto sarebbe dovuto sorgere a Piano Renda grazie ad un project financing. L’iter é però al momento bloccato dopo che il Consiglio comunale monrealese ha rigettato il progetto in attesa di approfondimenti di carattere finanziario.
Il comune ha chiesto alla società che si è proposta per la costruzione del cimitero la consegna di alcuni documenti che dovranno essere analizzati al fine di capire se si tratti per l’ente di un progetto effettivamente conveniente e se sia meglio scegliere altre vie. “La decisione a questo punto sarà politica e spetta al consiglio comunale – ha detto Pupella -, per venire incontro alle richieste abbiamo assegnato 98 lotti di terreno per sepolture gentilizie ed entro un anno contiamo che si liberino 45 loculi comunali”.

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.