Monreale, Caruso ritira la candidatura alla segreteria del PD, corsa solitaria per Silvio Russo

Caruso: "Voto segreto non garantito, ho chiesto la sospensione delle votazione"

MONREALE – Il sistema utilizzato per esprimere il candidato preferito non avrebbe garantito la segretezza del voto. Con questa motivazione Giuseppe Caruso, il candidato dell’ultima ora alla carica di segretario della sezione monrealese del Partito Democratico, ha ritirato nel tardo pomeriggio di ieri la sua candidatura.

Il congresso del PD si era svolto giovedì in maniera telematica, in seguito alla registrazione degli iscritti al circolo di Monreale. Non si era potuto procedere in giornata al voto, che, come da regolamento, sarebbe dovuto avvenire in modalità segreta. La votazione era quindi slittata a ieri, con la possibilità di continuare le operazioni di voto anche oggi, fino alle 12,00.

La procedura adottata prevedeva che l’elettore avrebbe dovuto inviare il voto tramite sms, indicando il codice associato al candidato prescelto. “Una condizione che avrebbe legittimato la schedatura del voto”, spiega Caruso, che ieri ha chiesto al Presidente della Commissione del Congresso la sospensione della votazione.

Non avendo avuto risposta entro le ore 19,00, come richiesto, Caruso ha inviato una comunicazione ufficiale alla Presidenza del Congresso del Partito Democratico con la quale, “per rispetto delle regole tutelate dalla nostra Costituzione” – come affermato – ha ritirato la sua candidatura alla carica di segretario del circolo di Monreale.

La candidatura di Caruso era arrivata il giorno stesso del congresso, solo due giorni fa, quando si dava per scontata la nomina di Silvio Russo, in quanto unico candidato. Dopo la retromarcia di ieri Russo rimane il solo candidato in corsa. La poltrona da segretario oggi gli verrà assegnata, anche se non si escludono ricorsi alla sua elezione.

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.