Il racconto di Elisa e Giorgia: bloccate all’estero dal lockdown, poi il rientro in Italia dopo 40 ore di viaggio

L'Erasmus nella Repubblica Ceca, un isolamento durato 5 mesi, l'interesse del deputato Varrica

 

MONREALEUn viaggio di 40 ore dal paesino a 100 km da Praga per fare rientro in Sicilia, tra mille difficoltà e scarsa assistenza da parte delle autorità, sia italiane che ceche.

Elisa Zuccaro e Giorgia Pellerito

È la lunga storia di Elisa Zuccaro e Giorgia Pellerito, studentesse delle facoltà di Farmacia e Medicina. Si trovavano all’estero, in Repubblica Ceca, per il progetto Erasmus, quando è scoppiata la pandemia ed è stato dichiarato il lock down. Chiusura dei confini dunque e blocco di paesi interi, incertezza assoluta, con gente proveniente anche da zone rosse che si è riversata a casa al sicuro da mamma, mettendo a rischio intere regioni d’Italia, soprattutto quelle del sud. 

Elisa e Giorgia invece, con una decisione ragionata e matura, sono rimaste dov’erano, in primis per tutelare la salute della loro famiglia e dell’intera comunità monrealese e palermitana e poi per un grande senso di responsabilità che le ha contraddistinte lungo il corso di tutta la vicenda.

Nonostante ciò, però, una volta finito il lock down, le ragazze hanno avuto grande difficoltà nel potere rientrare a casa. Grazie solo all’appoggio delle rispettive famiglie, all’aiuto del deputato del Movimento Cinque Stelle Adriano Varrica (vedi il video) che si è interessato alla vicenda, e soprattutto alla loro tenacia e perseveranza, qualche giorno fa sono finalmente sbarcate in terra sicula dopo un viaggio estenuante di 40 ore, via terra prima e via mare poi. 

“Prima la scelta di attendere per evitare i contagi – racconta Elisa (vedi il video) -, poi un viaggio lunghissimo. L’abbiamo organizzato da sole. Avevamo chiesto aiuto all’ambasciata ma non ne abbiamo ricevuto”.

Ma il loro pensiero corre a tutti quei ragazzi italiani che sono ancora bloccati all’estero e non sanno quando potranno rientrare in patria.

“Chiediamo attenzione adesso per i ragazzi che per lavoro o studio si trovano ancora in altri paese, anche oltreoceano, con grandi difficoltà per rientrare”, spiega Giorgia.

Nel video il racconto delle ragazze siciliane e l’intervista al deputato Adriano Varrica

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.