Bimbo di 18 mesi rischia di annegare a Trappeto, salvato a Partinico

La madre: "Il piccolo sarebbe sfuggito al controllo dei genitori quando all'improvviso è stato travolto dalle onde". Adesso si trova ricoverato al "Di Cristina" di Palermo

TRAPPETO – Un bimbo di 18 mesi ha rischiato di annegare nelle acque di Trappeto. Per fortuna è stato salvato dai medici del pronto soccorso di Partinico che lo hanno immediatamente rianimato. La madre ha riferito che “il piccolo sarebbe sfuggito al controllo dei genitori e all’improvviso è stato travolto dalle onde”.

A quel punto è stato immediatamente allertato il 118, che dopo essere intervenuto tempestivamente è stato trasportato in Ambulanza con sindrome di annegamento, all’ospedale di Partinico dove è arrivato in condizioni molto critiche. Il piccolo ha anche attraversato una fase di ipotermia.

Al pronto soccorso i medici sono riusciti a rianimarlo, hanno valutato tutti i parametri e finalmente, dopo ore di tensione, la situazione è diventata stabile. A quel punto, ripristinate le funzioni vitali, il piccolo è stato accompagnato all’ospedale dei bambini “Di Cristina” di Palermo dove è stato ricoverato nel reparto di rianimazione. Le sue condizioni sarebbero sotto controllo, ma la prognosi rimane riservata.

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.