Fase 2, il Parco della Salute torna ad essere per tutti

Vivi Sano Onlus gestisce il parco assicurando la sanificazione delle attrezzature

Il Parco della Salute continua a essere punto di riferimento grazie a un organizzazione puntuale che vede la collaborazione di esperti e volontari per garantire, con grande attenzione, il diritto al gioco e la pratica dell’attività motoria a tutti, nessuno escluso.

Ad aprile ha dato l’opportunità, tra i primi parchi in Italia, di un break salutare ai bimbi e ai giovani con disabilità. A maggio ha aperto il pomeriggio e i festivi a tutti. A giugno rilancia aprendo, con la solita attenzione e senso di accudimento, l’area giochi applicando le indicazioni contenute nell’ultima ordinanza regionale e ottemperando alle norme del recente DPCM. I minori e i giovani con disabilità trovano giovamento dal partecipare ad attività ludica all’aria aperta in un ambiente salubre. Attività che migliora l’umore dei bimbi e delle persone speciali e le loro famiglie riducendo, anche, il fattore stress genitoriale ed acquisendo valore terapeutico nella programmazione settimanale. Tutto ciò viene realizzato in un luogo di comunità, struttura socio-assistenziale e socio-sanitaria, privata ad uso pubblico. I servizi di salute mentale dell’ASP Palermo inviano i pazienti, il tutto senza alcun esborso economico da parte delle amministrazioni.

I bimbi, tutti, da 0 a 9 anni fruiranno dell’area giochi suddivisa in micro aree con accesso contingentato. I bimbi con disabilità godranno di un accesso facilitato (fast pass). Vivi Sano Onlus gestisce il parco assicurando la sanificazione delle attrezzature, uso delle mascherine e la presenza di dispenser per l’igiene delle mani.

Gli stessi bimbi ed i ragazzi potranno continuare a fruire del campo polisportivo, del percorso bici, di educazione ambientale e dell’area verde relax. Ragazzi, giovani e adulti continueranno ad usare singolarmente la palestra a cielo aperto.

Il Parco è aperto dal martedì alla domenica dalle ore 9 alle ore 12 e dalle ore 16 alle ore 19. Per dare la possibilità di estendere l’accesso al bene/servizio ad un numero più alto possibile di persone non è necessaria la prenotazione. Il parco è organizzato in più micro aree. Ogni area ha un tempo massimo di utilizzo.

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.