Saldi, in Sicilia al via dall’1 luglio

Confesercenti lancia l’allarme sulle finte promozioni e sull’anticipo non consentito dei saldi

PALERMO – Sembra confermata la data dell’1 luglio per l’avvio della stagione dei saldi estivi. È quanto emerso al termine della conference call tra l’assessore regionale alle Attività produttive Girolamo Turano e il direttore regionale di Confesercenti Sicilia Michele Sorbera.

Era questa la proposta avanzata da Confesercenti, alla luce delle indicazioni arrivate dai loro associati. In un sondaggio realizzato da Confesercenti Messina e Confesercenti Ragusa, che aveva coinvolto 323 aziende siciliane della moda, il 75,54% si erano espresse per mantenere l’inizio dei saldi  al 1° luglio.

In una nota inviata da Confesercenti Sicilia all’assessore Turano erano state anche segnalate alcune questioni da affrontate al più presto: “La prima – si legge nella lettera – riguarda le promozioni. Senza alcun controllo, e spesso senza rispettare gli obblighi di legge (comunicazione al comune, durata non superiore ai 21 giorni, non più di cinque articoli in promozione, ecc), soprattutto le grandi catene ed i negozi a marchio propongono ‘finte promozioni’ anticipando di fatto l’inizio dei saldi”.

La seconda, riguarda le vendite online e la concorrenza sleale del web “a partire dal livellamento delle disparità fiscali attualmente esistenti tra chi opera online e le attività commerciali su strada”.

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.