Filtri per auto

I veicoli moderni sono un insieme complesso di impianti e sistemi molto avanzati, la nostra auto non fa certo eccezione, qualunque sia il modello con la marca. All’interno di questi impianti si usano vari tipi di fluidi tecnici, oltre alla stessa aria. Questi elementi vanno tenuti sempre puri, perché ogni contaminante mette a rischio il funzionamento e perfino l’integrità del veicolo. 

Un filtro per auto serve proprio a questo, a impedire che delle particelle estranee, polvere o altri elementi entrino all’interno di un fluido tecnico, oppure a eliminare queste particelle dall’aria che deve raggiungere l’abitacolo o il motore. Esistono vari tipi di filtri per auto, che possono variare anche in base al tipo di motore e al tipo di trasmissione. Vediamo quali sono i filtri più importanti. 

  • Filtro carburante. Non sempre è possibile fare rifornimento nelle stazioni di servizio in cui il carburante è di qualità pura. In ogni caso, benzina e diesel possono sempre contenere elementi estranei da eliminare. Il carburante viene filtrato di solito in due tempi, prima deve attraversare un filtro di carta pieghettata, poi un filtro più fine. Entrambi si trovano di solito nel serbatoio, prima e dopo la pompa del carburante. 
  • Filtro dell’olio. L’olio motore a una funzione fondamentale per la salute e il funzionamento del motore del veicolo. Il lubrificante deve essere purificato bene, prodotti dell’usura e altre impurità vengono catturati dal filtro olio. Questo va cambiato ogni volta che si cambia l’olio. 
  • Filtro dell’aria. Il filtro dell’aria motore svolge una funzione molto importante, perché l’aria che entra nel motore determina le prestazioni del motore stesso. Se l’aria non è pura, si possono rischiare danni anche importanti. Infatti, eventuali sostanze contaminanti abrasive possono entrare nelle camere di combustione (ad esempio sabbia o polvere) e le prestazioni del motore peggiorano, con usura prematura, abrasione delle superfici cooperative, oltre a una miscela dalle proporzioni sbagliate. 
  • Filtro abitacolo. Questo filtro è strettamente legato alla salute dei passeggeri dell’auto. La sua funzione infatti è tenere pulita l’aria che entra nel veicolo, eliminando tracce di fuliggine, polline, particelle anche minime. Questo filtro è composto in genere da materiale non tessuto pieghettato. Alcuni filtri contengono carbone attivo, che serve a ridurre il cattivo odore, catturando anche tracce di casti scarico 
  • Filtro dell’olio del cambio. Questo filtro si trova solamente nei veicoli con cambio automatico. Infatti, la trasmissione manuale normalmente non prevede alcun filtro. La trasmissione automatica funziona in modo più complesso, sfruttando anche un fluido tecnico che trasmette la coppia (forza di trazione) e che quindi va tenuto puro e filtrato. 

Il modo migliore per avere un veicolo sempre in ottime condizioni è controllare le condizioni dei fluidi tecnici, in particolare avere sempre filtri funzionanti, comprando solo materiali consumabili di alta qualità. I filtri possono avere intervalli di sostituzione diversi, in genere vanno cambiati intorno ai 10.000 km, ma è sempre meglio consultare il manuale tecnico dell’auto e affidarsi a un negozio online di fiducia Topautoricambi.it.

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.