Celebrazioni vietate, annullata la festa del SS. Crocifisso che appare sui palazzi della città

La processione del Santissimo Crocifisso per i monrealesi è sacra ma l'edizione 2020 non s'ha da fare

Niente programma della Festa del SS Crocifisso di Monreale quest’anno a causa dell’emergenza sanitaria del Covid-19. I monrealesi per quest’anno dovranno fare a meno della tradizionale e folkloristica festa del 3 maggio. Un appuntamento tanto atteso da devoti e dai commercian­ti.

La processione del Santissimo Crocifisso per i monrealesi è sacra ma l’edizione 2020 non s’ha da fare a causa delle misure per il contrasto alla pandemia.  È per questo che il sindaco Alberto Arcidiacono, d’intesa con i suoi assessori, ha deciso di installare dei grandi manifesti con l’immagine dell’effigie del Crocifisso nelle piazze della città dove hanno sede alcuni edifici comunali, primo fra tutti il Palazzo di Città.

Tutti i festeggiamenti e la processione del Santissimo Crocifisso che si sarebbe dovuta svolgere domani, a causa delle restrizioni anti Coronavirus sono stati annullati a data da destinarsi. Pesa anche il divieto di celebrare qualsiasi celebrazione religiosa all’interno delle chiese.

La processione del 3 maggio, che è un momento idilliaco in cui passa la “Vara” , la statua da toccare con mano , da far baciare ai bambini , con i “fratelli” devoti, simbolicamente vestiti di bianco , al momento è stata annullata. “Chissà se ai primi segnali di rinnovamento si potrà riprogrammare magari prima del prossimo inverno”, dice in una nota l’amministrazione comunale.

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.