Coronavirus: abolite le 4 zone rosse. Musumeci: “Ma la battaglia non è vinta”

Dal 4 maggio spostamenti ammessi anche ad Agira, Salemi, Troina e Villafrati

PALERMO – “La battaglia non è vinta” spiega il governatore Nello Musumeci, ma vi sarebbero anche nelle 4 zone rosse della Sicilia le condizioni per applicare le stesse regole previste per l’emergenza in tutta l’isola.

Dal 4 maggio Agira, Salemi, Troina e Villafrati non saranno più zone rosse. Con una propria ordinanza Musumeci ha posto fine alle restrizioni speciali nelle quali sono rimasti, per oltre un mese, gli abitanti dei quattro comuni siciliani.

Si era arrivati alla ‘chiusura’ dopo una preoccupante crescita di contagi e al verificarsi di allarmanti decessi. Una misura drastica, adottata dopo avere sentito i quattro sindaci, che però ha consentito di contenere il contagio, pur causando non poche difficoltà fra la popolazione.

Si riaprono le porte dei quattro centri simbolo di questa grave epidemia anche se il governatore continua ad invitare gli abitanti “a rispettare le distanze interpersonali, a usare le mascherine anche fuori casa e non dimenticare che la battaglia non è vinta”.

 

Da lunedì 4 maggio, quando entrerà in vigore il provvedimento, le comunità di Agira, Salemi, Troina e Villafrati osserveranno le stesse regole previste per l’emergenza in tutta l’Isola.

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.