La ministra Lucia Azzolina: “Nessun 6 politico, si valuteranno i 5 anni trascorsi”

“Se ci saranno apprendimenti da recuperare se ne parlerà a settembre”

ROMA – La Ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina ha detto a chiare lettere: “Nessun 6 politico, classificazione vetusta. Bisogna guardare all’identità, alla crescita, alla maturità raggiunta dallo studente alla luce dei 5 anni trascorsi”.

Nel corso della conferenza stampa tenuta in questi minuti dal Premier Giuseppe Conte con alcuni suoi ministri, per illustrare il nuovo decreto presidenziale, la Ministra dell’Istruzione ha fatto il punto delle scelte del governo.

In particolare modo ha specificato l’importanza della didattica a distanza, che ”non può essere considerato uno strumento opzionale”. 

“Ci sta permettendo di concludere l’anno scolastico, è la chiave di volta della didattica di questo momento. Incito gli insegnanti a lavorare sempre di più fino alla fine dell’anno scolastico”.

Un capitolo è stato dedicato al tema degli esami di stato: “Nessuno verrà lasciato indietro, in ottemperanza all’art 34 della Costituzione”.

La Azzolina ha detto che si stanno studiando 2 possibili opzioni per fare sostenere gli esami. In ogni caso si terrà conto dei reali apprendimenti raggiunti dagli studenti con la didattica a distanza”.

La Ministra non è entrata nel merito della data di ripresa delle lezioni.

Ed infine, senza entrare troppo nello specifico: “Se ci saranno apprendimenti da recuperare se ne parlerà a settembre”.

Commenta la notizia

L'indirizzo email non verrà pubblicato.